Utente
Anni 75. Triplo ByPass coronarico nel 2011.
Coxartrosi e gonartrosi.
Dovendo sostenere un intervento di protesi all'anca, l'anestesista lo ha sospeso a causa di un addensamento riscontrato con una RX toracica. Mi ha fatto eseguire broncoscopia con biopsie (negative) TAC e infine PET total body.
Che recita:
"...significativa fissazione del glucosio nella porzione centrale dell'addensamento parenchimale atelectasico segnalato da TC nel lobo inferiore destro (SUV max 3,9 g/ml) Non si osservano accumuli nel lobo superiore polmonare omolateralmente e in sede linfonodale ilomediastinica. ...non significative anomalie della distribuzione del radiofarmaco negli altri distretti indagati."
E' sicuramente un tumore? Che ulteriori passi vanno eseguiti?
Grazie.

[#1]  
Dr. Stefano Zeminian

20% attività
0% attualità
0% socialità
SAN MARTINO BUON ALBERGO (VR)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2016
Gentile Utente, condivido assolutamente la sua apprensione anche se non si ha una diagnosi in mano ancora... E proprio per ciò Le segnalo che l'unica metodica per avere una diagnosi di certezza è l'escissione del pezzo e la sua analisi. Contatti un buon centro di chirurgia toracica ( nella Sua zona non mancano) e si affidi alle arti degli Colleghi. Cordialmente
Dr. Stefano Zeminian

[#2] dopo  
Utente
Grazie. Mi sono infatti indirizzato a chi é considerato il miglior chirurgo toracico nella mia città. Lo vedrò tra una settimana, che non sarà di piacevole attesa...
I miei rispetti.

[#3] dopo  
Utente
Intanto ho ricevuto i risultati della broncoscopia.
Non vi annoio, ma chi l'ha eseguita ha detto a voce che le biopsie sono negative.
Il termine che ricorre nella descrizione delle stesse é:
-metaplasia piatta.
Che vuol dire?

[#4] dopo  
Utente
Visto il grande chirurgo: ha consigliato e mi fara' tra brevissimo ago aspirato polmonare. E' sufficiente per una diagnosi risolutiva?
Grazie e saluti.

[#5] dopo  
Utente
Aggiornamento.
E' un adenocarcinoma NSC 2,5 cm. Lobo dx inferiore.
Ho optato per Cyberknife a Maggio.
Ora la terza PET da' il tumore in remissione. Seguiranno altri esami di conferma, ma...
L'oncologo ha ora diagnosticato BPCO e prescritto cura specifica.
Inoltre e' presente una certa fibrosi attinica.
Unici sintomi: scarsa tosse secca e sibili respiratori solo notturni.
Queste affezioni possono essere tenute sotto controllo e decorrere non troppo velocemente?
(Sempre meglio di un tumore...)
Grazie.

[#6] dopo  
Utente
Buongiorno.
Lo pneumologo ha riscontrato lieve compromissione polmonare da fibrosi attinica, ma la funzione respiratoria e' ancora ben valida.
Il quesito principale diventa: e' ragionevole, se il tumore in regresso si ferma o addirittura si risolve, finalmente affrontare gli interventi ortopedici?
Deve giudicare l'oncologo o l'anestesista?
Esistono realmente rischi seri di "risveglio" del tumore o peggio (metastasi) a seguito del traumatismo legato alle operazioni, che sarebbero due/tre in circa 18 mesi?
O rinunciare e passare dalle stampelle alla carrozzella?
Grazie molte.