Utente
Buongiorno, ho 27 anni e sono allergica alle Graminacee, in primavera uso ventolin o foster in quanto mi è stata diagnosticata un’asma allergica durante una visita Allergologica.
Due mesi fa mi sono riempita di bolle e orticaria ingestibile e ho deciso di fare un’altra visita.

La dottoressa non mi ha fatto i test perché stavo prendendo l’antistaminico e mi ha detto che l’orticaria è dovuta semplicemente a livelli troppo alti di istamina, mi ha fatto fare una spirometria e siccome è venuta perfetta si è stupita della mia diagnosi di asma, (ho pure l’esenzione quindi era dichiarata).
Ora, siccome sono due mesi che sono in cura da una psicologa perché ho avuto violenti attacchi di panico e disapnea mi trovo in una situazione spiacevole.
Per tutto il giorno respiro male, sono affaticata e con il freddo peggiora, la psicologa dice che non sono più attacchi di panico perché presento solo un sintomo e non più tutti.
Mi ritrovo in un costante inferno di apnea che spesso mi sveglia pure di notte! Quindi mi sono chiesta, do la colpa all’ansia ma potrebbe essere asma?
Come si differenziano?
Non ho fischi ma ho spesso fastidio alla gola con muco che non va via e a volte sono costretta a tossire, in più ho sempre il naso chiuso! Ovviamente ho una visita da fare dallo pneumologo, però in tempi di covid potrà prendermi tra mesi e volevo un po’ di chiarezza! Grazie mille.

[#1]  
Dr. Cesare Arezzo

28% attività
16% attualità
12% socialità
()

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2014
Prenota una visita specialistica
A volte il disturbo asmatico viene scambiato con l'ansia. Ma la psicologa lo ha escluso quindi, vista la tua storia clinia, io penso sia asma.
Dr. Cesare Arezzo