Utente 129XXX
gentili dott.
ho letto qualche discusione ma non mi sodisfano ne domande ne risposte, cosi eccomi qui a chiedere un consulto e un consiglio.
la paura del vomito ce lo da sempre. io ho avuto una situazione famigliare molto complessa, abandono, adozione, violenze di qualunque tipo. lei chiede e io ci sono passata. tutto.
vivo in terrore che io potessi vomitare. mi ossesiono. ci penso, mi viene mal i pancia. non prendo aereo, targhetto, coriera. non prendo medicinali se hanno controindicazione vomito.
giro i canali tv dove ci sono secondo me scene che potrbbero impressionarmi.
non mangio alcuni cibi perche sono convinta possano farmi male. alla fine sono riuscita a pesare 42 kg perche non mangiavo piu. li ho detto basta e con mio marito ho cercato uno psicologo.
ha detto, lei signora non è mata, è ansiosa e basta. lei sofre di ansia. io ho deciso di fare terapia che consisteva in visualizazioni musichette e cose strane. tranning autogeno. ogni sabato per un anno esatto.
dopo 3 mesi di terapia e peso raggiunto di 54 kg, sono rimasta incinta. ho pianto tantissimo e volevo abotrtire subito. ho detto non è possibile adeso staro male ogni giorno. non volevo. psicologo mi ha fatta raggionare e ho continuato la gravidanza andando da lui fino al parto.
sono ingrasata moltissimo, provavo gioia nel mio corpo, mi piacevo, e provavo gioia nel mangiare. quante cose che ho asagiato. ho detto io sono guarita.
dopo il parto la terapia non ho potuto continuare, sono dimagrita e se sono sotto stress non mangio e dimagrisco.
ma per mia bimba mi sforzo e butto dentro cibo perche devo.
pero quella gioia che provavo in gravidanza non ce piu. io ho pensato che dopo 1 anno di terapia sarei guarita. ho solo migliorato molto. non ho piu tachicardie, ne sudo e se bimba sta male che vomita la soccoro senza pensare e la aiuto senza problemi.solo che io dopo non mangio per qualche giorno.
vi prego aiutatemi ho solo 24 anni. desidero altri figli. desidero vivere normale. desidero prendere aereo. desidero dare a mia figlia una madre normale.
ditemi che posso guarire, che mia paura non la trasmeto a lei. e ci deve essere un motivo per cui ho questa paura. ma quale sara.
grazie in anticipo

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Gentile utente

la sua paura e' risolvibile anche con l'ausilio di farmaci che possono ridurre tutti i pensieri legati alla sua paura.

Le consiglierei di sentire il parere di uno psichiatra.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#2] dopo  
Utente 129XXX

caro dott, proprio di questa risposta temevo....
ma è possibile ch enon ci sia niente da fare che imbufare le persone di medicine? mi spiego...
io con i medicinali non sarei guarita, ma solo farei un ripristrino delle mie paure, starei come una mumia.
preferisoc essere lucida e cercare un altra soluzione sempre che ci sia.
grazie della risposta comunque

[#3]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
[#4] dopo  
Utente 129XXX

guardi che non era obbligato a rispondermi. ed è bello sentirsi dire fai come credi o diventa un tossico dipendente legale.
spero esistano medici piu serii

[#5]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Ma si vergogni di esprimere pareri di questo tipo.

Lei offende chi deve assumere trattamenti e non ne può fare a meno, basti pensare ai diabetici o agli ipertesi.

Se lei ritiene di non voler assumere farmaci e' libera di farlo tenendosi i suoi mali, non le e' consentito fare riferimento alla mia serietà, in quanto mi pare che fino ad ora chi e' poco serio e' lei!
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#6]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

E' Lei che considera i farmaci per curare le persone come delle droghe, secondo un concetto assurdo di cui non conosce evidentemente le basi. Se si trattasse di una qualsiasi altra malattia (non psichiatrica) i farmaci le andrebbero più o meno bene, invece in psichiatria i farmaci sembrano una cosa "strana".

"io con i medicinali non sarei guarita, ma solo farei un ripristrino delle mie paure, starei come una mumia."

Questo è un insieme di luoghi comuni, falsi, e francamente molto ingenui. Chi si cura con farmaci psichiatrici non è un mummia e si libera dalle proprie paure patologiche. Se vuole. Altrimenti se le tiene. Che lei affermi di poter guarire è anch'essa una cosa gratuita, chi ha detto che le cose debbano guarire una volta e per sempre ? Non abbiamo questo potere magico sulle malattie, possiamo solo curarle al meglio.

Cerchi di lasciar perdere certi discorsi, inutili sia se ha intenzione di curarsi che se non ha intenzione di farlo.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#7] dopo  
Utente 129XXX

non mi pare di essere stata maleducata, ne ho offeso nessuno; lri non è obligato a risponermi in modo seccante. ma ch robe.

io parlo da una persona che a eta di 17 anni prendeva psicofarmaci. il risultato? dormivo 24 ore su 24. li prendevo per 1 ano se non piu e i miei mali me li sono tenuta, e anche in maniera piu forte, perce dopo avevo problemi a smettere a prendere le mie medicine.


ora vorrei afronatre il mio problema in maniera seria.
grazie a tutti che vogliono colaborare con il mio problema

[#8]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
l'unico modo serio e' un trattamento farmacologico.

Se la pensa diversamente può evitare di rispondere ed offendere chi le risponde!
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#9]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Abbiamo detto che "psicofarmaci" non significa niente, non ci aiuta a capire niente.
Se non riferisce il motivo per cui è stato trattato e cioè la sua diagnosi non ci capiamo niente.

Lei è stato aggressivo e inutilmente polemico.

Inoltre perdoni l'osservazione, ma il modo in cui scrive è anche difficilmente comprensibile in italiano.

La risposta l'ha avuta, visto che non le sta bene per un discorso in generale su una cosa che non si capisce ("psicofarmaci") forse non è il caso di proseguire la discussione.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#10] dopo  
Utente 129XXX

io non sono stata agressiva..

inoltr mi scusi l'osservazione ma il suo commento è assai di natura razzista.

non ho mai trovato cosi oca serietà da parte dei medici e aroganza direi. se è cosi che aiutate allora lascio perdere.

[#11]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Lei è stata aggressiva e offensiva. Due medici che hanno percepito esattamente la stessa cosa.

Espressioni come "imbufare le persone di medicine?" (che non so cosa significhi ma si capisce) in risposta al consiglio di curarsi con le medicine, accuse del tipo "io con i medicinali non sarei guarita, ma solo farei un ripristrino delle mie paure, starei come una mumia" come a dire che i medici riducono le persone peggio di come le hanno trovate, insomma discorsi poco seri e inaccettabili.

Se la invito a scrivere in italiano più corretto è perché altrimenti non si capisce niente, non usiamo parole come razzismo a sproposito.
Ben due medici che le hanno
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#12]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Lei è stata aggressiva e offensiva. Due medici che hanno percepito esattamente la stessa cosa.

Espressioni come "imbufare le persone di medicine?" (che non so cosa significhi ma si capisce) in risposta al consiglio di curarsi con le medicine, accuse del tipo "io con i medicinali non sarei guarita, ma solo farei un ripristrino delle mie paure, starei come una mumia" come a dire che i medici riducono le persone peggio di come le hanno trovate, insomma discorsi poco seri e inaccettabili.

Se la invito a scrivere in italiano più corretto è perché altrimenti non si capisce niente, non usiamo parole come razzismo a sproposito.
Ben due medici che le hanno
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#13] dopo  
Utente 129XXX

lei è totalmente privo di buonsenso, e argomentare slla conoscenza linguistica di una persona mi sembra di cattivo gusto.
io ho chiesto un consiglio serio ho avuto poca serieta e voglia di litigio, oltre che offesa sul personale.
magari è lei che non legge in modo coretto, non io che scrivo male.


se è cosi che si aiutano le persone, ora capisco perche di tutti malati.

[#14]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Lei continua ad offendere ritenendo di essere l'unica persona seria.

Per quanto mi riguarda non ho più nulla da dirle, continui a pensarla come vuole.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139