Utente 176XXX
Lo specialista mi ha riscontrato una nevrosi ansiosi depressiva .
Mi ha prescritto seropram 20mg al mattino per una settimana ed alla seconda settimana sono passato a 40mg.
1 Be-Total
1 Zyprexa Velotab 5mg.
Sono al 10mo giorno di cura con il Seropram , mentre ho appena iniziato con lo Zyprexa ( per ora ho gestito l'ansia con l'Ansiolin ma non faceva molto effetto )
Il bugiardino dello Zyprexa parla di un farmaco indicato più per la schizofrenia ed ha moltissime contro-indicazioni. E poi è da prendersi sempre alle 21 mentre la mia vita famigliare questo non me lo permette. Prenderlo alle 22....22,30 crea problemi ? Vedo che è un farmaco più indicato per la schizofrenia, malattia che non credo proprio di avere.
Ma è normale svegliarsi ( non riesco a svegliarmi presto al mattino ) ogni giorno e provare sensazioni e paure diverse ( ogni giorno penso di avere una sintome psicologica diversa ) . Premetto che non faccio uso di alcool, non fumo, faccio palestra quasi ogni giorno ed attualmente sono in cassa integrazione. Il mio problema è che devo affrontare colloqui di lavoro e corsi della Provincia ma non mi sento in grado di affrontarli per paura e mancanza di concentrazione.
Cosa ne pensate dei farmaci e delle sensazioni ogni giorno diverse ? Il Zyprexa è veramente così pericoloso ?
Grazie

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Perché riferisce la schizofrenia e basta ? Lo zyprexa ha diverse indicazioni, tra cui il disturbo bipolare, che può anche, nelle forme attenuate, sovrapporsi a ciò che si chiamava un tempo e anche adesso si chiama in maniera generica "sindrome ansioso-depressiva".In realtà sarebbe una denominazione impropria, però una fase depressiva di un disturbo bipolare può anche essere definita presa isolatamente come sindrome ansioso-depressiva.
Pertanto chiarisca il senso di questa prescrizione con il medico.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2]  
Dr. Vassilis Martiadis

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FORMIA (LT)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Le ragioni della prescrizione di Zyprexa può conoscerle solo il medico che lo ha prescritto. Tutti i farmaci hanno effetti collaterali e controindicazioni e nella scelta ogni medico cerca di trovare il miglior rapporto tra benefici ed effetti collaterali per il proprio paziente. Pertanto è solo con il suo medico che può avere questo tipo di chiarimenti.
cordiali saluti
Dott. Vassilis Martiadis
Psichiatra e Psicoterapeuta
www.psichiatranapoli.it

[#3] dopo  
Utente 176XXX

Prima di tutto grazie per la risposta. Lunedì farò una nuova visita con il medico e farò i test psicologici dopo quelli neurologici e porrò questa domanda. Comunque lo Zyprexa non è un farmaco così pericoloso come si legge in alcuni luoghi ? La depressione porta all'apatia completa ed alla paura di affrontare colloqui e novità ? Mi scusi ma è la prima volta che mi succede e quindi non so nulla del caso. Comunque ho scelto un medico esperto ( diciamo 2 anziano " ) sia psichiatra che psicoterapeuta di stile Freaudiano . Mi può dire solo dello Zyprexa se è pericoloso e se posso spostare l'assunzione alle 22.....22,30 per motivi logistici famigliari ? Comunque direi che con l'affermazione depressione bipolare ( vedendo cosa riporta http://www.ipsico.org/disturbo_bipolare.htm ) è pienamente azzeccato al mio caso e spero che sia guaribile

[#4]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

i farmaci immessi sul mercato non possono essere conosciuti come "pericolosi". La depressione non porta all'apatia, comporta l'apatia come uno dei suoi sintomi.
La psicanalisi non è una psicoterapia con fondamento biologico e metodo scientificamente misurabile. Lei però mi pare stia seguendo una terapia a base di due farmaci.
Il problema è che la diagnosi è alquanto aspecifica e andrebbe chiarita, altrimenti la scelta dei farmaci non è chiara. Se di disturbo bipolare si tratta questo deve stabilirlo chi la visita, ma il disturbo bipolare non è una forma di depressione, è un disturbo che comprende anceh fasi con umore depresso, e la diversità sta nel fatto che le scelte farmacologiche sono diverse così come i parametri della risposta (cioè come si muovono i sintomi e in che tempi, e come evolve il disturbo).

Come prendere le medicine lo chieda al medico prescrittore.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#5] dopo  
Utente 176XXX

Ora che leggo su internet...ma la depressione bipolare è pressochè incurabile o mi sbaglio ?

[#6] dopo  
Utente 176XXX

Mi scuso con i medici che ho disturbato, ma dato che mi trovo in una situazione che non ho mai provato, sono molto preoccupato. Forse dovrei seguire la cura del medico, non farmi auto-diagnosi e piantarla di crearmi idee date da internet.

[#7]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

la depressione bipolare come le dicevo non esiste, esiste il disturbo bipolare, è bene eliminare il termine depressione dal nome perché altrimenti si equivocano tutta una serie di cose e si crede che sia la depressione, sottotipo bipolare. E non è così.
Il disturbo bipolare molto semplicemente è curabile, quindi si sbaglia.

Ma la sua diagnosi al momento non è definita in nessun senso preciso.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#8] dopo  
Utente 176XXX

meglio che faccia le mie cure anche se mi addormentano un pò ed ascolti il mio medico. Anche se sono un pò stanco di stare in questo stato

[#9] dopo  
Utente 176XXX

Come volevasi dimostrare non ho nessun disturbo bipolare, ma secondo lo psichiatra il mio problema più importante è l'ansia, più importante anche della stessa depressione.
Oggi mi ha fatto un test americano ( non mi ricordo più il nome di questo tipo di test ) dove il valore minimo è 20 ed il massimo è 80 ed il mio risultato è stato 46.
Altro problema che ha riscontrato il medico è la pressione cardiaca minima piuttosto alta ( ca. 100 ). E' tornato a consigliarmi l'uso dello Zyprexa anche per controllare oltre all'ansia le mie paure/fobie.
Ma effettivamente , l'ansia può creare pressione alta, confusione mentale e problemi alla vista ?
E' possibile che in questi casi di basso livello di stima si possa perdere amore verso la persona che più si è amato nella propria vita ?
Grazie a chi potrà darmi una risposta

[#10]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
"E' tornato a consigliarmi l'uso dello Zyprexa anche per controllare oltre all'ansia le mie paure/fobie."

Non è chiaro, questi sono sintomi e non sono quelli tipicamente controllati dallo zyprexa.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#11]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
"E' tornato a consigliarmi l'uso dello Zyprexa anche per controllare oltre all'ansia le mie paure/fobie."

Non è chiaro, questi sono sintomi e non sono quelli tipicamente controllati dallo zyprexa.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#12] dopo  
Utente 176XXX

Dopo 10 giorni senza alcun problema dove ho svolto colloqui, ho lavorato, le mie paranoie sono diminuite e vissuto normalmente con la forza di affrontare i miei problemi mi ritrovo con la pressione alle stelle per la mia storia clinica ( 140....95 ) ed un pò d'ansia. Il medico di base e lo psichiatra mi hanno consigliato di togliere il Supradyn ed il Be-Total perchè , a loro parere ,un eccesso di vitamine porta a queste controindicazioni . Cosa ne pensate ?
Vorrei tornare alla stabilità che avevo la scorsa settimana
P.S: Ora continuo con 40 mg di Seropram e 5 mg di Zyprexa Velotab


Grazie

[#13]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

assumere vitamine senza indicazione semplicemente ha poco senso.

La stabilità di una settimana non è stabilità, si misura su tempi più lunghi questo concetto, e non è chiaro rispetto a quale instabilità di fondo, poiché non riferisce una diagnosi definita.

Mi preoccuperei piuttosto di sapere, o far definire questa diagnosi, in maniera da sapere come procede spontaneamente la malattia e quindi in che modo e in che tempo dovrebbe assestarsi con la cura.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#14] dopo  
Utente 176XXX

il medico specialista continua a chiamarla nevrosi ansiosa con forma depressiva. Le vitamine me le ha prescritte proprio lo specialista, La cura del medico punta alla diminuzione fino alla scomparsa dell'ansia.

[#15]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

nevrosi ansiosa è come dire "sindrome infettiva", per cui è un termine molto generico. "Le vitamine", così in generale, non sono una medicina, sono un insieme di elementi ognuno con i suoi potenziali benefici, così come potenziali effetti tossici se sovradosate. Non è chiaro in questo caso con quale obiettivo fossero indicate.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#16] dopo  
Utente 176XXX

sono state prescritte per combattere la depressione e per aiutarmi visto che in 3 medi ho perso circa 15 chili

[#17] dopo  
Utente 176XXX

Comunque proprio oggi il medico mi ha confermato la nevrosi ansiosa depressiva e visto lo stato di nevrosi di aumentare lo zyprexa a 10 mg e controllare l'ansia durante il giorno con dell'ansiolin. Io non riesco a stare fermo nella posizione in cui mi trovo oppure continuo a tremare. Ma può essere lo stesso Zyprexa a portarmi a queste controindicazioni ?

[#18] dopo  
Utente 176XXX

dimenticavo....per lo stato nevrotico molto forte mi ha aggiunto 3 compresse al dì da 25 mg di Clorpromazina.
Scusatemi, ma non so più cosa dire......!!!!!

[#19]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Neanche questo farmaco è per ansia o depressione, è un farmaco antipsicotico così come lo zyprexa.

Per cui non vedo il nesso tra un aumento dell'ansia in una sindrome puramente ansiosa e l'uso di un antipsicotico.
A volte queste medicine producono uno stato di irrequietezza motoria, cioè non riuscire a star fermi, seduti, muoversi anche in piedi sul posto, non trovar posizione nel letto etc.

Faccia rivedere la diagnosi perché detta così non torna con la terapia.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#20] dopo  
Utente 176XXX

Gentilissimo Dottor Pacini


il medico continua ad insistere che la mia è una psico-nevrosi depressiva ansiosa con note di psico-manie. Ora con la sua risposta mi preoccupa sia sulla qualità del medico che della cura

[#21]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

"psico-nevrosi depressiva ansiosa con note di psico-manie"

non esiste come diagnosi.
"Nevrosi", ma Lei prende farmaci per una "psicosi", ci sono tutte e due i tipi di alterazione ? "psiconevrosi" ? Rimane un termine vago, ci sono diverse malattie che comportano nevrosi o psicosi, che sono termini generici come dire nausea o vomito.
Psico-manie è un termine che non mi suggerisce alcunché. Manie nel senso di ossessioni ? (non si chiamano manie tecnicamente allora) Manie nel senso di mania (cioè psicosi maniacodepressiva ?).

Io chiedere un parere diagnostico più preciso, altrimenti non è chiaro cosa stia curando e con che prospettiva.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#22] dopo  
Utente 176XXX

Probabilmente non riesco ad ottenere la diagnosi da parte del medico e ciò mi preoccupa sempre di più.....
Vedo come funziona la cura per qualche giorno altrimenti mi rivolgo altrove.Mi dica solo se anche la Clorpromazina all'inizio ha effetti collaterali d'assestamento ed innalzi lo stato d'ansia

Grazzie

[#23]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Ma quella diagnosi non era ciò che il medico le ha comunicato ?

Per gli effetti collaterali faccia riferimento al medico, ce ne sono diversi possibili.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#24] dopo  
Utente 176XXX

sì, esattamente, la diagnosi mi è stata scritta dal medico per comunicarlo al medico di base.

[#25]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Capito. Valgono le considerazioni di prima.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#26] dopo  
Utente 176XXX

Dalla sua esperienza chiederebbe consiglio ad un altro medico oppure è meglio proseguire sulla strada avviata comunque da un medico ?

Grazie mille

[#27]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

non posso sostituirmi a Lei in decisioni di questo tipo. Io riterrei opportuna una diagnosi formulata in maniera chiara.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it