Utente 129XXX
Rieccomi putroppo qui sempre alla ricerca di una cura efficacee x il mio distrurbo che ormai mi ha quasi del tutto annientato
FAccio un piccolo riepilogo
Ho iniziato piu' o meno due anni fa con il sole prb di rigidita' muscolare poi nel tempo si sono aggiunte molteplici disturbi
Ho freddo con brividi, bruciore ai muscoli, rigidita' alle sole gambe in particolar modo ai polpacci poi vertigini e a volte anzi spesso ho come un senso di freddo che parte dal basso e sale e mi sento poi svenire
Ho intrapreso diverse cure ma tutte inutili
LA diagnosi precisa nn e' riuscita a farmela nessuno fino acesso quindi e' inutile dirmi che senza diagnosi non si puo' intraprendere una terapia
Molte volte mi e' sttao detto da colleghi psichiatri del forum , ma io purtroppo nn so come si chiama il disturbo anche se sono in cura da altro psichiatra
Cmq una cosa e' certa sono intollerante ai farmaci serotinergici
Ho preso entact e mi fa male mi amplifica i disturbi, idem x zarelis, laroxyl, e invece trittico mi provoca nausea costante ma nn risolve i prb
Quindi avendo spiegato il tutto allo psichiatra lui ha voluto iniziare una terapia nuova con amisulpiride(DENIBAN) dicendo che questo farmaco e' un farmaco che agisce sulla dopamina e non sulla serotonina
Sono ormai 1 mese e mezzo che lo prendo al dosaggio di 50mg e devo dire che alcuni disturbi somatiformi sono diciamo molto attenuati
Esempio il bruciore non lo tengo quasi piu' idem x il freddo e brividi molto molto in meno rispetto a primaa
LA cosa che non e' cambiata sostanzialmente e' la rigidita' ai polpacci che solo a toccarli mi fanno un male cane , idem x le vertigini e l'ansia diciamo che e' scesa di quota ma cmq mi da disturbi.
Ho richiamato il mio psichiatra e lui mi ha suggerito di continuare ancora x un po almeno un'altro mese e poi rivederci
Ora quello che vorrei capire e se innanzitutto il DENIBAN e un farmaco che porta dipendenza
Secondo se questo farmaco ha bisogno di due tre mesi x fare effetto
Terzo se a questo si potrebbe associare un blando ansiolitico visto che non ne prendo tranne 1 compressa di liryca da 75mg la sera che onestamente potrei farne anche a meno xche' nn vedo nessun cambiamento quando prendo la compressa di liryca
Quarto e scusate se chiedo tanto ma o sete di sapere e se questo disturbo di ansia e somatizzazioni lo posso curare solo con questo dopaminergico oppure ci sono altri farmaci piu' mirati x il prb considerando che sono un tipo molto sensibile ai farmaci antidepressivi in quando mi amplificano i disturbi di base non so il motivo ma mi sento troppo male quando li assumo anche a dosaggi da lattante
Quindi chiedevo in questo caso con una intolleranza agli antidepressivi come la mia che nn so se sono l'unico caso al mondo come ci si comporta con un disturbo del genere??
GRAzie

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Gentile utente

se la sua diagnosi e' effettivamente quella che riferisce si può usare l'attuale trattamento come gli altri che non ha sopportato.

Prima di considerare l'inefficacia di una terapia, questa andrebbe mantenuta per tempi protratti.

La dipendenza non e' una cosa di cui dovrebbe preoccuparsi soprattutto se i suoi disturbi le creano problematiche che vanno risolte con il trattamento.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#2] dopo  
Utente 129XXX

GArzie x la pronta risposta
Allora il tradazone lo preso 1 mese a basso dosaggio e mi dava molti fastdi nausea costante tutto il mese
Lo zarelis da 75mg non lo tollero assolutamente appena preso mi sono sentito malissimo
Il laroxyl lo preso anche esso x 1 mese a 10 gocce e mi dava fastidi avevo crampi mal di testa e vertigini ancora maggiori
L'entact a dosaggio ridotto idem come lo zarelis
Insomma capira' benissimo che non posso anzi non risco a prendere sti farmaci a dosaggi max e per tempi lunghi
Invece il DENIBAN non mi ha dato nessun prb dal punto di vista dei disturbi di bade che venivano amplificati dai serotinergici
Questo perche'????
Lo vorrei capire anche io e capire come dicevo prima se il DENIBAn e' l'ultima spiaggia x me

[#3]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Gentile utente

i tempi ed i dosaggi forse andavano variati.

Per una diagnosi come quella riferita e' indicato il trattamento con il serotoninergico.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#4] dopo  
Utente 129XXX

Dott Ruggiero i tempi variati in che senso e anche i dosaggi???
Il tempo e' sttao al max 1 mese i dosaggi anche se bassi mi hanno dato forti disturbi quindi inutile aumentare i dosaggi stavo troppo male con le somatizzazioni
I serotinergico come le ho gia' detto mi danno problemi
Mentre sto dopaminergico non mi da fastidio
Ora voglio capire se x la risoluzione del prb va bene anche questa strada oppure e' una strada che non porta a nessun miglioramento
E poi chiedo se con le giuste terapie questi disturbi si eliminano definitivamente oppure si e' sempre predisposti x ricadute oppure bisogna addirittura continuare a vita il trattamento farmacologico

[#5] dopo  
Utente 129XXX

Oggi poi me capitato una cosa molto strana stanotte nonostante ero ben coperto ho avuto freddo intenso e non ho riuscito a chiudere occhio, appena mi addormentavo mi svegliavo di sopraccolpo xche' avevo vertigini nel sonno
E' da dire anche che la sera prendo il liryca da 75 e non vorrei che e' stato questo anche se lo prendo da sei mesi.
Anche stamane ho un freddo interno non riesco a prendere calore, cosa puo' essere???
Sono i farmaci che mi fanno stare cosi' oppure e sempre l'nasia con le sue maledette somatizzazioni che mi crea questo altro disturbo???
Un'altra cosa che vorrei chiedervi e' questa:
E' vero che l'ansia puo' provocare le somatizzazioni in qualsiasi organo come lo stomaco l'intestino ecc
MA e' possibile che io somatizzi il tutto????
Ho prb all'intestino con una forte colite , prb con le vertigini, prb alle gambe con crampi e rigidita' adesso freddo intenso poi ci si mette un senso di lipotimia che mi fa stare giu' di morale, insomma e' possibile che siano tutte somatizzazioni e non qualche altro prb di origine organico?

[#6]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

l'ansia è un sintomo, non "provoca" niente. Il disturbo di somatizzazione è prodoto dal cervello e comprende sintomi somatici e sintomi psichici (per esempio, in generale, l'ansia). Non è Lei che somatizza, il suo cervello ha un'attività in alcuni suoi punti che produce dei sintomi somatici, non è che traduce in sintomi somatici disagi "nascosti" chissà dove, in genere se c'è un legame con l'ambiente (reazioni di somatizzazione) è evidente il legame. Il problema essendo cerebrale è organico in quel senso, la somatizzazione non è un "nulla" che ha sede in un punto non precisato. E' infatti trattata come tale con medicine che agiscono sul cervello, al di là del loro effetto sui singoli sintomi, che inizialmente può anche essere peggiorativo.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#7] dopo  
Utente 129XXX

Quindi lei dice che il freddo che sento e che non riesco a prendere calore dipende sempre dalla somatizzazioni?? e quindi cervello???
Io noto anche non vorrei dire delle fesserie che quando sto cosi' e inizio a pranzare dopo pranzo sto meglio, forse xche' bevo qualche bicchiere di vino in piu' e forse quello agisce sul cervello
Il DENIBAN secondo lei va bene con il disturbo che lamento??
Che tempi ci vogliono x risolvere definitivamente questi disagi che sono molto fastidiosi e incidono molto sulla mia vita sociale??

[#8] dopo  
Utente 129XXX

Scusate se scrivo di nuovo ma vorrei capire quali sono i farmaci specifici x questo disturbo
Volendo togliere da mezzo i farmaci che appartengono alla categoria dei ssri o altro in quando zarelis. laroxyl. entact. trittico. sono farmaci gia' sperimentati e mi fanno male quali altri possibilita' e farmaci ci sono x curare il disturbo in modo definitivo
Perdonatemi se sono inistemte ma so tre anni che sto cosi'

[#9]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Non è Lei che deve capire quali sono gli strumenti utili, va dal medico apposta perché faccia questo lavoro.
I farmaci che ha assunto per pochi giorni o addirittura singola dose, e poi sospeso non sono "sperimentati e le fanno male", sono stati sospesi prima che potessero funzionare. La tollerabilità è ovviamente importante, ma a volte è confusa con gli effetti iniziali, che possono comprendere il peggioramento dei sintomi somatici, e dell'ansia soprattutto. La risposta avviene con gradualità ma dopo un primo intervallo di 2-3 settimane.
Scarando le medicine su questa base si rischia di farsi un'idea sbagliata sul modo in cui vanno usate. Esistono inoltre espedienti per limitare l'auemnto iniziale dell'ansia.
Tutto ciò lo decide il medico.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#10] dopo  
Utente 129XXX

Egreggi dott sono ormai diversi giorni che sto accusando un nuovo disturbo
Inizia con freddo diffuso al petto e schiena e mi sento gelato Nonostante abbia due magle addosso sento freddo e non riesco a prendere calore
Mi vengono anche dei piccoli brividi
E' un disturbo che non ho mai avuto cosi' e penso che forse sia collegabile ai neurolettici che sto prendendo
Che voi sappiate DENIBAN e LIRYCA possono provocare questi fastidi ???

[#11]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Quello che descrive potrebbe semplicemente essere uno stato febbrile (ammesso che abbia febbre).
Lei ha già avuto in passato gli stessi sintomi, perché dice che sono nuovi (ha inserito tre consulti su questa sensazione di freddo alla schiena) ?
Perché non inserisce tra le prime ipotesi il suo disturbo per cui si sta curando ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#12] dopo  
Utente 129XXX

Dott Pacini ma il freddo alla schiena era diverso come disturbo
Questo invece e' al petto e poi sono proprio io che ho freddo interno e non riesco a prendere calore
MA possibile che l'ansia e somatizzazioni possano provocare tutti questi disagi??
Domani e dicembre e devo telefonare al mio psichiatra del CSM x vedere quando avere appuntamento.
Gli diro' che questo DENIBAN ai fini del prb di rigidita' muscolare non mi ha fatto nulla e neppure con le vertigini abbiamo risolto nulla
Certo nn sono le vertigini dei mesi scorsi ma il dolore ai polpacci e' rimasto invariato
Poi gli devo spiegare che quando ho sto dolore e sto freddo diffuso il mio umore e' a pezzi
Ora mi sto auntoanalizzando e mi chiedo:
Non e' che io soffra da un disturbo di umore, oppure da un disturbo di ansia generalizzata??
Onestamente a volte penso anche se possa soffrire di depressione lieve ma sto DENIBAN nn mi ha fatto nulla quindi non penso sia la depressione , anche se quando ho sti dolori mi sento giu' e depresso
Insomma se fosse solo ansia eppure qualche giorno dovrei stare bene invece nulla che diavolo ho sempre ansia 24/24 anche quando nn la sento??
A volte poi improvvisamente mentre ho rigidita' alla gambe e vertigini improvvisamente tutto svanisce e mi sale l'umore come un picco improvviso e poi di nuovo giu'
Ecco questo vorrei avere una spiegazione medica di questo disturbo e capire che diavolo e' e come puo' essere inquadrato
Questa cosa mi capita quando per esempio devo fare una cosa diversa o emntre distolgo dalla mia mente i soliti pensieri di xche' ho dolore xche' ho vertiginiecc ecc ecc e sposto il mio pensiero altrove
PEr favore ditemi spiegatemi di che disturbo possa trattarsi
Forse e' x questo che nn trovo una cura xche' nn si capisce il disturbo!!!!!!!

[#13]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

a) eviti di ragionare su termini di cui non conosce il significato;

b) cerchi di comprendere meglio il senso della diagnosi, non è la somatizzazione che provoca il disagio, è il cervello con un suo funzionamento che produce il disturbo da somatizzazione, il quale essendo disturbo non può essere piacevole.

c) per quanto riguarda il deniban, abbiamo già commentato che non è un trattamento specifico per questo disturbo.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#14] dopo  
Utente 129XXX

Sono andato di nuovo dallo psichiatra e gli ho spiegati i soliti disturbi che ho ormai cronici
Mi ha dimezzato il DENIBAN e mezza compressa e mi ha aggiunto il NEULEPTIL a gocce 5 la sera
In piu' la sera prendo ancora il LIRYCA da 75 mg
Ora non mi fate le stesse domande e cioe' quale e' la diagnosi xche' nn la so nei io e neppure lo psichiatra
Si tratta di somatizzazioni da ansia quello che mi hanno detto.
Ora vorrei capire se l'aggiunta di queste gocce di NEULEPTIL fa al mio caso oppure sto sempre a perdere tempo
Intanto ho sempre un freddo che mi avvolge diffuso schiena e petto e aria gelata quando inspiro
Ora chiedo a voi neurologi ma questo disturbo menzionato e' attribuibile ad un'ansia che somatizzando provoca il senso di freddo oppure e' da rivercare altrove e non ha niente a che vedere con l'ansia e somatizzazioni???
Anche xche' questo adesso insieme al fatto che mi faanno male i polpacci mi crea ancora + ansia dell'ansia
E' una sensazione bruttissima sentirsi congelato nonostante uno sia coperto x bene e si trovi in un ambiente caldo
Potrebbe qualche altrp organo provocarmi questo fastidio??

[#15]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Se non dobbiamo ripetere le nostre domande, allora può anche non aggiungere niente di particolare, perché siamo al punto di prima.
Salta la diagnosi e discute su terapie che non sono in questo modo comprensibili. Lyrica a dose inefficace, farmaci generici per alcune somatizzazioni o stati d'ansia, ovvero stessa cosa di prima.

Inoltre lei non ha capito cosa si intende per somatizzazione:

"ad un'ansia che somatizzando provoca il senso di freddo"

L'ansia non somatizza, è un sintomo. La somatizzazione è un altro processo, cerebrale con sintomi nche di altri organi eventualmente. Nella somatizzazione il freddo è un sintomo cerebrale, riferito a varie parti del corpo o a tutto il corpo, così come svariati altri sintomi.

Non ha senso proseguire commenti senza la diagnosi.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#16] dopo  
Utente 129XXX

Dott PACINi ma lei mi dice sempre le stesse diavole di cose?????
Ho capito che lei vuole una diagnosi , e io ho ripetito migliaia di volte che nn la so , e non perche' nn la voglio dire ma xche' nessun psichiatra me la fatta
Ora che cavolo ci posso fare!!!!!!!!!!
Ora la mia domanda e' semplice.
LAsci stare la diagnosi seno qui nn la finiamo +
Allora diciamo che ho sta benedetta ansia che mi porta quei distrubi che le ho elencato in primis tra tutti uan rigidita' alle gambe come se fossero di legno e le vertigini poi il freddo i piccoli tremori fascicolaziono ecc
Ora lei essendo uno psichiatra penso che non sono il suo primo paziente che le elenca questi sintomi
A questo punto lei potrebbe anche intuire che cacchio ho
E poi la terapia la sa e dovrebbe anche aiutarla anche perche' chi me la data nn e' un salumiere ma uno psichiatra
Quindi a questo punto senza ripereti quale diagnosi ho se le va di rispondermi mi dica semplicemente che farmaci dovrei prendere come molecole e che cosa dovrei fare x stare meglio xche' le giuro non ne posso proprio +++++++++++
Oggi neppure con la VOLTAREN so stato meglio ho una maledetta rigidita' alle gambe e vertigini e mi sembra che sia aumentata da quando ho dimezzato il DENIBAN
Poi potrebbe anche essere un caso ma ormai non ci sto capendo niente + tra farmaci e terapie diverse non so quante ne ho fatte e sto sempre male
A questo punto mi chiedo ma e' sicuro che il mio disturbo e' di origine psichiatrica??

[#17]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

lasci stare Lei questo atteggiamento improduttivo e si faccia fare una diagnosi.

Mi spieghi che senso ha ripetere Lei le stesse cose pretendendo di dettare Lei le risposte a chi le risponde.

Non so se e fino a che punto se ne sta rendendo conto ma ripete in continuazione la domanda:

"A questo punto mi chiedo ma e' sicuro che il mio disturbo e' di origine psichiatrica??"

E io le sto ripetendo di farla diagnosticare. E' quello che lei insistentemente chiede. E poi dice di lasciar perdere questo punto.

Posso intuire cosa voglio, non essendo la sede di una diagnosi non andiamo oltre. Pertanto è inutile pretendere che le si dica che cosa ha in questa sede.

Visto che non mi sembra sia interessato ai commenti e li deprezza senza cercare di capirli, chiudo qui il mio contributo.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#18] dopo  
Utente 129XXX

Dott PACINI ma secondo me io parlo spagnolo
MA come diavolo le devo dire che la diagnosi nessun psichiatra e' stato capace di farmela???
Sono andato da 5 psichiatri
Ma lei crede che io abbia soldi da buttare al vento??
MA lo sa che ogni visita me costa 100 euro e gia ho cambiato 5 medici psichiatri??
E se non siete capaci voi medici specialisti a farmi la diagnosi io che ci posso fare???
PEr farmi fare una diagnosi che devo spendere 3000 euro???

[#19]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
"MA come diavolo le devo dire che la diagnosi nessun psichiatra e' stato capace di farmela???
Sono andato da 5 psichiatri"


In effetti è strano, non vedo però io cosa possa farci.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#20] dopo  
Utente 129XXX

E cosa puo' farci nulla lo so
Mi che me la sto a prendere con lei
E' semplicemente che sto arrabbiato con me con i medici con tutti
Sto male sembro un malato immaginario ma nn lo sono
Vorrei fare stare loro 1 giornata nei miei panni
A questo punto se nessuno sa cosa fare e' inutile che io vada dal sesto psichiatra e credo che nenza nessuna offesa credo che neppure lei sia in grato di farmela sta diagnosi visto che neppure ha la piu' pallida idea di quello che ho e se lo vuo far dire da me

[#21] dopo  
Utente 129XXX

IO credo che secondo il mio modesto parere nessun psichiatra e' sttao capace di farmi diagnosi xche' forse nn si tratta di prb psichiatrico
Io una mia eidea me la so fatta
Credo si tratti di una sindrome fibromialgica
POi si sa io nn sono medico ma intanto mi vedo benissimo come sintomi in questa diagnosi

[#22]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

le sue idee non sono diagnosi. E non si fa diagnosi riconoscendosi nei sintomi di una malattia letta da qualche parte.


Andiamo sul semplice: lei riferiva comunque ansia e somatizzazioni come descrizioni per il suo disturbo, presumo sulla base di quanto sentito dai medici. Anche se non c'è una vera diagnosi, diciamo che l'ambito sia quello dell'ansia e delle somatizzazioni.
Orbene, riferisce venlafaxina, amisulpride, trazodone, escitalopram, amitriptilina.

Essendoci diverse altre medicine per la cura di questi disturbi, le opzioni sono disponibili.

"sembro un malato immaginario": veramente i medici l'hanno curata, quindi non l'hanno ritenuta tale.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#23] dopo  
Utente 129XXX

Quali sono allora gli altri farmaci x la cura di questo disturbo???
Considerando che sono intollerante ai farmaci SSRI

Il mio psichiatra a riguardo adesso mi ha detto di prendere ste gocce di NEUREPTIL e se nn va neppure con questo vuole secondo me provare con un'altro antidepressivo quello ultimo agomelatina
Intanto e'0 da dire questo
IEri stavo come un malato terminale dolore da tutte le parti del cortpo vertigini ecc ecc mi presi una VOLTAREN ma nulla si attenuarono solo le vertigini
Stamane mi sveglio so andato a lavoro me so sentito come un leone senza dolori alle gambe ma sono con sporadiche sindrome vertiginose
COME SI SPIEGA!!!!!!!!!!!!!!!!!

[#24]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

i farmaci si provano in base alla diagnosi. L'ultimo antidepressivo uscito è un farmaco per la depressione: è questa la sua diagnosi ? Non lo sappiamo.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it