Depressione altalenante

Salve, sono una professionista di 29 anni e da qualche anno soffro di attacchi depressivi che mi causano stati di pianto, senso di vuoto, paura, voglia di morire. Mi sento una nullità. Sono sempre indotti dalla forte paura di rimanere da sola. Vivo da sola da 10 anni per motivi prima di studio e poi di lavoro. Ho avuto in passato delle relazioni, finite sempre perchè l'ambizione di lavoro mi ha portato a vari trasferimenti. Ora da 11 mesi ho un fidanzato ma lui non ha alcuna intenzione di provare a convivere. Ci vediamo ogni giorno in palestra e poi solo il sabato e la domenica stiamo insieme realmente. Tutto questo mi fa soffrire molto, mi crea molta insicurezza e ho spesso delle crisi depressive che risolvo con tavor da 1 mg. Assumo il farmaco raramente, quando i sintomi sono molto forti, a frequenza bi-trimestrale. In questo mese l'ho assunto 1 volta e 1 volta lo scorso mese. Il problema è che il giorno dopo mi sento un automa, talvolta ho anche sintomi di vomito. Mi sono resa conto che spesso i miei attacchi depressivi coincidono con il periodo pre-mestruale, forse sono suscettibile alle variazioni delle concentrazioni ormonali. In generale, ho sempre la forte paura che la mia relazione amorosa possa finire, non sono serena. Alcune volte però sono molto felice, mi sento forte, importante, sicura di me. Diciamo che ho un disturbo altelenante. Chiedo gentilmente un parere per individuare correttamente il mio problema e qualora non fosse possibile, chiedo l'indicazione della tipologia di specialista a cui potrei rivolgermi. Grazie per l'attenzione
[#1]
Dr. Piergiorgio Biondani Psichiatra, Medico di medicina generale, Perfezionato in medicine non convenzionali, Sessuologo, Psicoterapeuta 1,5k 45
gentile utente,
da come descrive la sua situazione parrebbe trovarsi in uno stato disforico,cioè con umore facilmente altalenante su cui sarebbe sicuramente utile indagare,anche in considerazione delle difficoltà di vita che comporta per lei e per le sue relazini affettive.
Indubbiamente vi può essere ache una componente ciclica con peggioramento dei sintomi nel periodo pre-mestruale legata a variazioni ormonali.
La consiglierei di rivolgersi ad uno specialista in Psichiatria,che potrà aiutarla nell'inquadrare megli i suoi disturbi,ed eventualmente provvedere alle cura del caso.
Cordiali saluti
Piergiorgio Biondani.

Dr. piergiorgio biondani

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile Dottore,
la ringrazio per il tempestivo riscontro.
Gradirei che mi aiutasse a capire meglio cosa intende per disforico. E' una sorta di bipolarismo?Inoltre, poichè tali stati d'animo sono sempre abbinati alla solitudine, alla mancanza di certezze da parte del mio compagno, alla fobia di perderlo, troverebbe utile anche un percorso psicoterapeutico?
Non vorrei che tutto questo fosse riconducibile a problematiche pregresse, magari a distacchi familiari infantili o altre situazioni analoghe.


Grazie mille

L'ipertensione è lo stato costante di pressione arteriosa superiore ai valori normali, che riduce l'aspettativa di vita e aumenta il rischio di altre patologie.

Leggi tutto

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test