Anorgasmia da antidepressivi

Salve a tutti,
ho già chiesto in passato un vostro parere a proposito degli effetti collaterali della sertralina a carico della sfera sessuale.
So che dovrei rivedere lo specialista che mi ha in cura, ma il gentiluomo richiede la modica cifra di 100 euro a consulto...fosse anche solo per 15 minuti, come è accaduto in agosto scorso.
Ho sperato che l'anorgasmia fosse più sporadica ed, in mancanza di risultati positivi, ho deciso spontaneamente di variare la dose di sertralina che assumo.
Ho provato a ridurla a 150 mg per due giorni consecutivi, dimezzando la dose serale a 50 mg, ma ho avvertito immediatamente un riacutizzarsi di alcuni sintomi molto fastidiosi, soprattutto il distacco da me stessa, la derealizzazione, il bisogno di pensare e ansia generalizzata.
Ho immediatamente ripreso il dosaggio di 200 mg, ma da qualche settimana avevo riprovato ad alternare 150 mg e 200 mg per vedere se fosse la soluzione di compromesso ideale per non stare male ed avere una migliore risposta della funzione orgasmica.
L'ultimo ricordo di un orgasmo completo risale ad almeno 3 settimane fa, con diversi frustranti e stancanti tentativi di giungere al momento fatidico.
NIENTE.
Non funziono più...
Il mio partner è un tesoro....attende anche per 10 minuti..., ma io cedo per sfinimento , sempre alla soglia di un' esplosione che non arriva mai....ma è sempre ad un passo.
Mi è assolutamente impossibile pagare altri 100 euro per vedere lo specialista, ma non ce la faccio più.
In passato, come già vi ho detto, non ho mai nemmeno lontanamente avuto questa disfunzione.
Stavo bene e la depressione (e il disturbo ossessivo del pensare) erano un ricordo lontano.
Così come la sensazione di derealizzazione.
Avevo, sì, altri eccessi ...alimentari per esempio, o difficoltà di concentrazione, mancanza di regolarità nelle attività quotidiane, tendenza alla dispersione e alla distrazione, ma anche ora i disturbi non mancano, nonostante i miei bei 200 mg di sertralina.
Allora che fare?
Questo farmaco non mi convince del tutto, ma non posso cambiare senza l'intervento del dottore, che contatterò martedi prossimo sperando in una sua dimostrazione di umanità e solidarietà nei miei riguardi.
Sono sicura che esistano altre molecole che non danno questo effetto collaterale così penoso e vorrei avere un vostro rincuorante parere al riguardo.
L'ho sempre avuto ed anche questa volta sono sicura che non sarò delusa.
GRAZIE!!!!
[#1]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 41k 1k 63
[#2]
dopo
Utente
Utente
Chiedo scusa,

pensavo di aver fatto indirettamente la domanda.

Esistono altri SSRI o antidepressivi che abbiano un effetto valido anche sul doc del pensiero, che NON presentino il triste effetto collaterale del quale le ho scritto, come fu per il Fevarin o il Cymbalta quando li assunsi, e che ahimè almeno quest'ultimo , ripreso nel giugno 2013 , non ha più funzionato.?

Spero di essere stata chiara e aspetto un suo parere al riguardo.
Grazie
[#3]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 41k 1k 63
Si potrebbe pensare una variazione.

Tra i due farmaci citati il Fevarin ha maggiore indicazione nel doc.
Eventualmente si possono considerare altri farmaci ed anche altre classi farmacologiche.