Probabile sindrome ansiosa

Buonasera.Scrivo per conto di mio padre 77enne che negli ultimi mesi manifesta quella che è stata diagnosticata essere una sindrome ansiosa.Tale manifestazione si verifica durante la notte quando egli è costretto ad alzarsi per andare al bagno ad urinare causa prostata e al ritorno viene colto da agitazione,tachicardia,sudorazione e agitazione che gli impediscono di riaddormentarsi e di trovarsi riposato al mattino.Tali sintomi lasciano spesso strascico anche durante la giornata.Il medico ha prescritto l'uso di Xanax in dosi pediatriche (7gtt la sera prima di dormire e 5gtt al mattino dopo colazione).A giorni le cose vanno bene,altri invece no.Mio padre assume anche un farmaco per reflusso esofageo la sera e ha fatto 3 visite cardiologiche con posizionamento di holter con esito perfettamente nella norma,esami per verificare la funzionalità tiroidea risultati tutti negativi.Purtroppo egli non si sente più come prima e lamenta di non aver ad oggi una diagnosi con terapia che dia risultati apprezzabili.Abbiamo fatto risalire l'inizio di tale problema a quest'estate in seguito ad un collasso avuto durante funzione funebre in cui la pressione si era abbassata molto.Da allora egli dice di temere che accada ancora quando meno se l'aspetta ed è timoroso in quanto l'evento lo ha spaventato.Chiedo ora a lei cosa consiglia di approfondire se è il caso.Grazie e auguri in anticipo di buone feste.



[#1]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 35,6k 852 56
Il solo utilizzo di una benzodiazepina e nel lungo termine non ha indicazione.
E' opportuno far valutare la situazione da uno specialista in psichiatria.


https://wa.me/3908251881139
https://swite.com/psychiatrist72

[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio Dr. Ruggiero,seguiremo il suo suggerimento.

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test