Utente 189XXX
Salve.Circa 6 mesi fa ho cominciato a cantare in un gruppo, il cui batterista è anche uno psicoterapeuta.Ha da subito notato che sono una persona molto insicura, con una bassa autostima, che non accetto il mio corpo e che ho un pessimo rapporto con il cibo.
Da allora mi ha sempre offerto il suo aiuto.Ma solo la settimana scorsa ho deciso di affidarmi a lui.Chiramente non ha chiesto un compenso in cambio, anche perchè ho 25 anni e non lavoro.Mi sta insegnando la respirarazione e il training autogeno, ma alcuni suoi metodi mi lasciano alquanto perplessa.Alla fine dei nostri incontri (finora ce ne sono stati due) mi chiede di rilassarmi, di chiudere gli occhi, mi prende la mani, mi abbraccia e mi chiede di mostrare la mia sensualità...di condurre il gioco, di portare le sua mani sul mio corpo.L'ultima volta ho raggiunto quasi uno stato di trance e mi ha baciato, si è strusciato contro di me e mi chiedeva di sussurrare "Ancora, ancora...".
Può tutto questo far parte di una terapia per l'accettazione di se stessi e la riscoperta della propria personalità/sensualità/sessualità???

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

A lei la cosa sembra "normale" e innocente ? Ha chiesto che tipo di tecnica è ? A che cosa serve in concreto ?

La persona in questione è psicoterapeuta nel senso che è iscritto all'albo e abilitato a fare psicoterapia (ovvero presentarsi come tale) ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 189XXX

Salve e innanzitutto grazie per la risposta.
Onestamente non so cosa pensare...
sto vivendo un periodo di grosse difficoltà e di accettazione di me stessa e ho l'impressione che chiunque incontri sul mio cammino faccia tutto il possibile per approfittare delle mie fragilità.
Ma debbo dubitare persino di un medico ???
Mi ha detto che serve per instaurare un rapporto di fiducia con lui,
che in questo modo sposterò la mia ossessione per il cibo, per il mio aspetto fisico su di lui...così avrò piena fuducia, "amore" nei suoi confronti e saprà come aiutarmi.
E inoltre perchè sono insoddisfatta e vuole farmi riscoprire la mia sessualità.
Sono confusa e non so più come comportarmi.

[#3]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Quindi si tratta di un medico. Psichiatra ?

Un rapporto di fiducia non prevede contatti fisici, questo mi pare abbastanza evidente. Sinceramente questo discorso non mi fa venire in mente alcun tipo di psicoterapia.

Vuole farle riscoprire la sua sessualità in che modo scusi ? Perché questo può essere un discorso tra voi, ma che c'entra con una "terapia" ?


Ha controllato che questa persona risulti nell'albo dei medici o degli psicologi (e se psicologo, che sia psicoterapeuta) ? L'albo è facilmente consultabile in rete.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Andrebbe chiarito prima di tutto se è un medico con tanto di laurea ed eventuale specializzazione in psichiatria o psicoterapia e può controllarlo attraverso il link che trova in home page "controlla un medico".

Se non fosse medico può controllare attraverso l'albo degli psicologi psicoterapeuti se ha questo tipo di titoli.

Detto questo, la invito a dubitare di queste fantomatiche tecniche di toccamento, sfregamento, e quanto altro.

Un trattamento psicoterapeutico difficilmente comporta contatti tra paziente e terapeuta e questi sono possibili solo nel caso in cui un medico debba controllare qualche aspetto relativo ad effetti collaterali di farmaci.
Non risulta possibile che le pazienti vengano fatte spogliare oppure che ci siano toccamenti di altro genere.

I baci non sono consentiti.

Consideri che tali manovre possono essere annoverate tra le molestie sessuali ed eventualmente può pensare di rivalersi su questo soggetto.

I trattamenti psicoterapeutici sono ben altra cosa che queste porcherie che questo individuo fa.

E' anche possibile che la manovra di farle di ripetere "ancora" possa essere utilizzata contro di lei.

https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#5] dopo  
Utente 189XXX

Onestamente in rete riesco solo a rintracciare notizie sui suoi due figli ( entrambi medici psicologi ), ma lui afferma di essere in pensione e che, attualmente, fa visite e consulti solo su richiesta, a domicilio o nel suo studio privato.
E' possibile che questa persona agisca nell'ombra dei suoi figli?
Durante un nostro incontro, mi ha fatto uscire fuori dallo studio per lasciarlo libero ad uno dei figli e noi ci siamo spostati nella sala d'aspetto...
Ad ogni modo, epresse le mie perplessità riguardo questa pratica, mi ha spiegato che per tutti i casi, lui fa in modo che le pazienti s' "innamorino" di lui, in modo da poterle "ricattare".Nel senso che potrà chiedere loro di fare qualunque cosa, a suo dire chiaramente per il bene della persona, una volta ottenute piena stima e fiducia (Ad esempio: mettiti a dieta, devi farlo per me).
Concludendo, comunque, questa persona ha contrubuito ad insinuare altri dubbi dentro me.E questa cosa mi ha molto scosso.

[#6] dopo  
Utente 189XXX

Quando si va in pensione, l'iscrizione all'albo decade?

[#7]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Queste metodologie sono comunque non consentite, se lei si sente attratta da questo individuo sono comunque fatti suoi.
lei hai richiesto un consulto su tale atteggiamento è la risposta è che non risulta essere pratica corretta nel trattamento dei pazienti.

Ancor di più per esercitare si deve essere iscritti ad albi specifici che sono pubblici, non deve ricercare notizie sui figli del signore ma controllare negli albi se è medico o psicologo e se ha l'abilitazione alla psicoterapia in entrambi i casi.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#8]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Per inciso, o si è medici-psicoterapeuti oppure psicologi-psicoterapeuti.

Ci sono delle eccezioni relative ad una questione legislativa di qualche anno fa in cui il medico poteva accedere alle specializzazioni di psicologia clinica, dal 2003 ciò non è più possibile.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#9]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Se la persona è abilitata a presentarsi come tecnico delle cure psicologiche o psichiatriche (cioè psicologo psicoterapeuta, o medico psichiatra, o medico non psichiatra che abbia una specializzazione psicoterapeutica, cosa comunque più rara), risulta negli albi. Chi non esercita più non esercita più.

Questi discorsi non mi suggeriscono alcuna tecnica, e invece alcuni comportamenti non mi sembrano proprio previsti, al di là di ogni teoria.

Lei sta scrivendo evidentemente perché ci trova qualcosa di strano, o no ? E se sì, perché non chiede espressamente a questa persona il numero di iscrizione all'albo ? Se non glielo fornisce, la cosa mi sembra chiara.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it