Utente 386XXX
Buongiorno a tutti,
sono un ragazzo che soffre da anni di Disturbo ossessivo compulsivo lieve, e seguo tuttora una psicoterapia di gruppo ( so che sarebbe più indicata una Cognitivo-comportamentale, ma per vari problemi ho potuto fare questa). L'altro giorno, lo psichiatra che mi ha in curo mi ha prescritto per la prima volta uno psicofarmaco per DOC: la Sertralina gocce 2 ml cioè 40 mg. Sono due giorni che lo assumo, quindi ancora abbastanza poco, non ho notato particolari effetti collaterali tranne un fastidio, uno stimolo alla minzione che non avviene, o meglio, vado in bagno per urinare circa 2/3 volte al giorno ma urino poco e sopratutto lo stimolo lo ho praticamente sempre ma una volta che vado in bagno non urino. Ho letto che potrebbe essere tra gli effetti collaterali del farmaco ( non molto comuni, disturbi alla minzione). Giovedì ne parlerò sicuramente con lo specialista, ma volevo sapere da voi se così può essere, cosa posso fare e sopratutto se è qualcosa di grave o meno, o ancora se ci fosse la possibilità continuando la cura di non avere più il fastidio (del tipo ''il corpo si abitua'').
Grazie.

[#1]  
Dr. Roberto Di Rubbo

28% attività
16% attualità
16% socialità
FIRENZE (FI)
EMPOLI (FI)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2013
Gentile Utente,
la ritenzione urinaria può essere tra gli effetti collaterali non comuni della Sertralina, pur essendo più facilmente riscontrabile la incontinenza urinaria. Qualora questo effetto persistesse dopo i primi giorni di terapia giustamente, come lei dice, è utile parlarne al suo psichiatra che probabilmente provvederà a sostituire il farmaco.
Cordialità
Dr. Roberto Di Rubbo

[#2] dopo  
Utente 386XXX

Gent.ssimo dott. Di Rubbio,
la ringrazio per la cortese risposta. Giovedì ritornerò sicuramente dallo psichiatra che mi ha in cura.
Dunque è possibile, in un certo senso, che nei giorni seguenti non soffra più di questa incontinenza urinaria facendolo diventare dunque un effetto collaterale transitorio?

Inoltre le chiedo se nel trattamento prolungato questa incontinenza da Sertralina può generare spiacevoli e gravi problematiche. Le chiedo questo perchè lo Psichiatra aveva riscontrato parecchia difficoltà a scegliere il (primo) farmaco per me: voleva darmi la fluvoxamina ma non l' ho potuta prendere poichè esisteva solo in compresse ( che ho paura a inghiottire), e dunque è possibile che lo specialista mi lasci questa terapia.

La ringrazio nuovamente.

[#3] dopo  
Utente 386XXX

Gentili dottori,
ho chiamato lo psichiatra mettendola al corrente di questi effetti collaterali che non sono scomparsi e mi ha detto di sospendere direttamente il farmaco ( avevo preso 40 mg a gocce per 3 giorni) e di riandarci tra qualche giorno.

Inoltre sono stato dal mio curante che mi ha visitato la vescica e alla palpazione risulta morbida. Mi ha consigliato di fare esame delle urine, che effettuerò domani. Secondo lui però non è dato dal farmaco ma da cistite/infiammazione . Come valutare se è dato da esso?

Al momento mi sento un pò con la testa rintronata e un pò confuso, ma non so se è perchè ho dormito poco o per la sospensione diretta del farmaco (ma l' ho usato solo per tre giorni a dose bassa!).

Cosa ne pensate? Con cosa si potrebbe sostituire la Sertralina?

Grazie

[#4]  
Dr. Roberto Di Rubbo

28% attività
16% attualità
16% socialità
FIRENZE (FI)
EMPOLI (FI)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2013
Gentile Utente,
Come le dicevo, il problema che lei presentava non era l'incontinenza urinaria ma la ritenzione urinaria. Tale effetto collaterale per Sertralina io personalmente non l'ho mai riscontrato nei miei pazienti, ma, ovviamente, è possibile che in taluni si presenti. Se fosse dato dal farmaco dovrebbe scomparire nel giro di due-tre giorni. La confusione che sente e' legata ai suoi sintomi ansiosi. Non possiamo indicarle farmaci da qui, la scelta del farmaco compete al suo curante, che sicuramente saprà trovare la molecola utile per lei.
Cordialità
Dr. Roberto Di Rubbo

[#5] dopo  
Utente 386XXX

Gentilissimi dottori,
ringrazio nuovamente. Sospendendo la sertralina mi sento già meglio per quanto riguarda i problemi della minzione. Dunque credo siano dovuti ad essa.

Tuttavia sento sintomi ansiosi: confusione, leggera nausea, paura, inappetenza, gola secca, sensazione di dispnea.
Dopodomani sarò dallo specialista e valuterò cosa prendere dopo la sospensione del mio (primo) farmaco. Tuttavia credo che proporrò un ansiolitico al bisogno per questa sintomatologia. Prendere un farmaco per il doc mi sta facendo venire la paura ora di questi disturbi alla minzione.