Utente 293XXX
Buongiorno , assumo zoloft da due mesi e mezzo. Prima 50 mg ora 75 mg.
La cura va abbastanza bene con risultati buoni r pochi effetti collaterali tuttavia restano dei piccoli disturbi di ansia ancora da valutare.
La mia domanda è questa: Da quando assumo zoloft ho notato di avere un umore più alto del tipo maggiore predisposizione nel fare molte cose e più energia psico fisica. Inoltre ho notato di essere più disinibito ed avere una maggiore loquacità.
Questi sono effetti che la cura può produrre?

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Questi mi pare possano rientrare nell'effetto desiderato. Ovviamente c'è differenza tra "meno inibito" e "più disinibito", nel senso che a volte gli effetti sono di un passaggio all'opposto, in una maniera che però non produce un migliore adattamento ma semplicemente altri problemi.

Ci sono aspetti di questo cambiamento che la preoccupano. Da come scrive sembra "stupito", ma non si aspettava che migliorando la condizione di partenza il risultato fosse maggiore energia, iniziativa, umore migliore e propensione a interagire con gli altri ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Ritiene che questi effetti siano spiacevoli, li critica relativamente ad una problematica relativa all'umore?
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#3] dopo  
Utente 293XXX

Buongiorno e grazie delle risposte anche in questo giorno di festa.
Considero gli effetti non spiacevoli ma credevo che il farmaco mi facesse tornare come prima e non più atrivo, loquace e disinibito di prima.
Non ho capito la differenza che dice il dott. Pacini su disinibito e meno inibito.
Per il resto il dosaggio a 75 è meglio del 50 nel senso che ho meno ansia e pochi pensieri ossessivi ma entrambi ancora un po' presenti.
Ora visto che il farmaco funziona è corretto um altro aumento oppure provare altro.
Grazie delle risposte.
P.s.
La mia domanda è stata fatta perché leggevo che gli effetti attivanti delle medicine a volte vengono considerati non sempre positivamente

[#4]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Però non è chiara la descrizione relativa agli effetti che ha ricevuto.

Se il farmaco funziona certamente non avrà ansia o depressione. Altri effetti sono possibili ma vanno considerati globalmente.

Non è neanche chiaro perchè si debba aumentare o cambiare il farmaco se va bene.

Faccia rivalutare la situazione dal suo psichiatra facendo prendere in considerazione gli aspetti per cui nutre dei dubbi.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#5] dopo  
Utente 293XXX

Gentile dottore, gli effetti positivi ci sono stati la depressione non c'è e l'ansia rispetto a prima è quasi scomparsa.
L'aumento del farmaco forse potrebbe valutarsi perché comunque un po' di ansia e qualche pensiero strano continua ad esserci.
A quanto ho capito se il dosaggio non è sufficiente dovrei aumentare a 100mg.
Gli effetti positivi come dicevo ci sono stati e mi hanno reso più loquace e disinibito di quando stavo al 100%.
A quanto ho letto dai suoi interventi (dr. Ruggiero) il dosaggio a 75 non è molto alto quindi potrebbe essere che a 100 potrei avere ulteriori benefici.

[#6]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Però se descrive alcuni fenomeni di aumento delle sue attività in modo afinalistico è utile avere cautela per un ulteriore aumento della posologia del farmaco.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#7] dopo  
Utente 293XXX

Buongiorno dottore,
Cosa si intende per attività afinalistiche.
Grazie

[#8] dopo  
Utente 293XXX

Cioè ho più voglia di fare, maggiore disponibilità verso gli altri, molta lucidità mentale ecc.

[#9]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Da come riferisce, sembra una situazione di risposta allo zoloft, con la persistenza di un residuo di sintomi che si spiegherebbero con la dose contenuta.
Comunque il suo medico che la vede su di questo ha un'occhio diretto sulla situazione.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#10] dopo  
Utente 293XXX

gentili dottori,
infatti io sono abbastanza soddisfatto dell'andamento della cura: umore buono, ansia rispetto a luglio notevolmente diminuita, pensieri ossessivi diminuiti di molto( prima fissi ora pochissimi), effetti collaterali quasi zero.
Una cosa che ho notato però è che una volta raggiunto il picco delle 5-6 settimane in cui sto molto bene ad un dosaggio dopo gli effetti benefici sembrano diminuire.
Il medico dice che a parte il dosaggio un po' bassino spesso questo capita anche quando si ha un metabolismo particolamente veloce che "brucia" il farmaco.
A quanto ho capito dall'amico psichiatra prima dobbiamo trovare il dosaggio adatto e una volta raggiunto tenerlo per 5-6 mesi per stabilizzare. Poi in fase di diminuzione fare un po' di psico terapia.
A vostro avviso è una impostazione corretta?
Inoltre questi residui di sintomi persistenti di solito con l'aumento vanno via? Ad esempio da 50 a 75 ho notato un ulteriore beneficio.
Grazie sempre delle cortesi risposte che permettono un confronto nell'attesa della visita con il curante.
Cordialità

[#11]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Le dosi medie sono superiori a quelle da Lei assunte. Pertanto che gli effetti non siano completi come detto è cosa prevedibile.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#12] dopo  
Utente 293XXX

Quindi se capisco bene se con 75 mg ho avuto effetti buoni che hanno eliminato il70/80 % dei disturbi con più dosaggio è probabile che risolva tutto.
E il mantenimento per 6 mesi più terapia psicologica come la vedete.
Grazie

[#13]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

A questo, a giudicare quali interventi abbinare, a che dose arrivare, lo giudicherà il medico, il quale penso stia procedendo gradualmente anche perché dei risultati li ha avuti anche a dosi iniziali.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#14] dopo  
Utente 293XXX

È così la strategia è aumentare a poco alla volta per capire a che dosaggio scompare ogni sintomo. Poi restarci per un periodo sufficiente per consolidare la cura.
Effettivamente anche a 50mg si vedevano i benefici inferiori al dosaggio 75 mg.
Grazie dei preziosi chiarimenti