x

x

Overdose di integratori serotoninergici e dopaminergici - possibili conseguenze?

Gentili signori ho 27 anni, personalità leggermente ansiogena, e da sette anni, a seguito di un episodio futile, soffro di sporadici problemi ossessivi per i quali sono uscito ben tre volte fuoricorso all'università. Soprattutto nei momenti di stress, in cui tutto dovrebbe per forza andare per il meglio, ecco il verificarsi di questi episodi, che hanno sabotato diversi ambiti della mia vita sociale e di relazione (lo studio pre-esame ad esempio).

Negli anni ho recuperato da solo su diversi fronti, tornando alla normalità per lunghi periodi, ma negli ultimi due, deciso a vincere una volta per tutte, ho iniziato una terapia psicologica rivelatasi una grossa delusione. Lo psicologo disse che sarebbe stata breve e invece va avanti da due anni, risultati scarsi, troppi momenti di disperazione. Solo il buttarmi a fare le cose contro voglia, è servito ad ottenere qualche risultato.

I problemi più grossi con lo studio, devo laurearmi a ogni costo, e gli esercizi o i "mantra buddhisti" dello psicologo sono inutili.

Gli ho detto che vorrei chiudere con la sua terapia e iniziare un percorso diverso ma mi è stato risposto che "se lo avessi fatto sarei peggiorato sempre di più o diventato schiavo dei farmaci".

Ho chiesto un parere agli psicologi su questo sito e una professionista arrabbiata mi ha risposto che a me serve "una badante".

Prostrato, deluso, incapace di studiare e concentrarmi per più di dieci minuti, (a tratti più che un problema ossessivo mi sembra di avere un "disturbo da deficit di attenzione"), ho acquistato due integratori di erboristeria:

-la Rhodiola, una pianta nota per le sue notevoli qualità serotoninergiche, dose max consigliata 300 mg e
-la N-Acetil-Tirosina, integratore dopaminergico che faciliterebbe la concentrazione. idem 300 mg max

Più o meno funzionano, riuscivo a sentire più energia e meno fatica, ma dopo qualche giorno di uso giornaliero - 200 mg e 200 mg, per sei giorni di fila - mi sentivo sempre più agitato.. e ansioso.

L'ultimo giorno, disperato per la nottata che mi attendeva per ripetere, e col morale a pezzi, lo psicologo che da una settimana non rispondeva ai messaggi, ho prima buttato giù 300 mg e 300 mg per tenermi sveglio, alla mattina altri 200 e 200, ed infine, verso mezzogiorno, in attesa di fare l'esame, e fin lì stavo pure bene, la cavolata suprema: altri 300 e 300 mg.

Non vi dico.. l'esame è andato bene, ma palpitazioni, mal di testa, dolore opprimente in petto, un senso di nervosismo e "accelerazione mentale" assurdo, stavo impazzendo.. il tutto durato circa un'ora. Poi ho chiamato il medico di base che mi ha detto di farmi una camomilla e dormirci su, i sintomi cardiaci sono scomparsi subito, ma dopo aver dormito 8 ore, oggi mi sento sempre nervoso e aggressivo (non è da me!), "mentalmente accelerato", mal di testa, incapace di concentrarmi su nulla..

Ora sono terrorizzato: ho riportato danni permanenti da overdose? A chi rivolgermi per valutare eventuali danni psichiatrici o neurologici?
[#1]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 37.7k 898 60
Non ha riportato alcun danno.

Sarebbe il caso seriamente sia di cambiare psicologo sia di effettuare una visita psichiatrica per un trattamento efficace.

È evidente che lei stai ponendo continuamente sempre la stessa domanda, nonostante il fatto sia accaduto quasi un mese fa.

Secondo me, dovrebbe seguire i consigli già ricevuti e rivolgersi ad uno psichiatra.

Dr. F. S. Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it

https://wa.me/3908251881139
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

[#2]
dopo
Utente
Utente
Dottore purtroppo il fatto è accaduto due giorni fa, ebbene sì, sono recidivo e come può leggere ho veramente esagerato i dosaggi degli integratori.. peso appena 62 kg !!

C'è da dire che due giorni dopo mi sento decisamente meglio, meno accelerato e nervoso anche se il timore di aver combinato pasticci c'è sempre.

Se dico nuovamente allo psicologo di volerlo mollare sicuramente mi prospetterà scenari catastrofici e inquietanti, facendomi l'esempio di questo o di quell'altro paziente.

Posso dirgli direttamente che vorrei cambiare terapeuta?

[#3]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 37.7k 898 60
Può dirgli cosa desidera. Il dato di fatto è che il suo trattamento psicoterapeutico non sortisce effetto e viene sottratto a terapie validare ed efficaci come i trattamenti farmacologici per motivi ideologici e non clinici, e ciò è piuttosto grave.
[#4]
dopo
Utente
Utente
Devo assolutamente contattare lei o un suo collega per cercare una terapia adeguata.. in questo momento vivo a circa 50 km da avellino, una volta ogni quindici giorni sarebbe fattibile..

1) le sedute avrebbero cadenza settimanale o bisettimanale?

2) poi un'altra cosa.. dalla famosa overdose di due giorni fa, continuo a sentirmi nervoso, agitato, e irrequieto, incapace di star fermo.. e poi ho come un senso di angoscia misto a tristezza, come un senso di paura che non saprei ben definire..
e non ho mai provato nulla del genere, in tutti questi anni !!

a questo punto temo di aver pasticciato gravemente con il mio sistema nervoso.. tanto più che ho letto che la rhodiola sembra una sciocchezza ma non lo è, ha effetti quasi paragonabili a un normale ssri secondo una ricerca, a cui si aggiunge un effetto da imao inibitore (reuptake noradrenalina e forse dopamina)!!

può darsi che abbia sviluppato una sorta di sindrome serotoninergica per l'eccessivo dosaggio della rhodiola, cui ho aggiunto pure la n-acetyl tirosina (dopaminergico)?

potrebbe essere in parte dovuto alla mia ansia?

sono abbastanza spaventato.. e con le mie scadenze a breve non ne guadagno sicuramente.
[#5]
dopo
Utente
Utente
* il senso di angoscia e tristezza di cui parlo mi colpisce verso sera..

Mangiare in modo sano e corretto, alimenti, bevande e calorie, vitamine, integratori e valori nutrizionali: tutto quello che c'è da sapere sull'alimentazione.

Leggi tutto