Utente 421XXX
Nell'agosto del 2015 ho avuto un attacco di panico da quel giorno sono iniziato ad essere in ansia. Ho pensato che fosse un momento che passava e quindi cercavo di resistere, fino a quando nel mese di dicembre 2015, dopo una sbronza mi sono risvegliato depresso, senza fiato e con un nodo alla gola. Da quel momento ho deciso subito di affrontare la cosa. Quindi, sotto consulenza di uno psichiatra, a gennaio 2016 ho iniziato la cura con Alprazig compresse a lento rilascio. I primi 4 giorni con una pillola 0,50 la sera, dopo 4 giorni due pillole da 0,25 il giorno e una 0,50 la sera. Dopo altri 20 giorni sono passato a 3 pillole da 0,50 al giorno. Fin dall'inizio della cura non ho più avuto problemi di ansia e mi sentivo molto bene. Nel mese di giugno ho iniziato a ridurre il dosaggio, ripassando a due 0,25 il giorno e una 0,50 la sera. Dopo una 20ina di giorni sento la psichiatra per abbassare ulteriormente, ma decide di farmi mantenere il dosaggio perchè ogni tanto avevo le vertigini. Però io mi sentivo bene, quindi mi sono intestardito di voler abbassare ulteriormente la dose. Quindi sotto assistenza di una mia cugina specializzanda in psichiatria ho iniziato ad abbassare il dosaggio. Quindi ho iniziato dalla somministrazione serale passandola anch'esse a 0,25. Devo dire che i primi giorni che abbassava stavo bene, dopo qualche giorno un po di vertigini e senso di confusione, poi passava. Quindi con mia cugina ogni settimana abbiamo proceduto a togliere una somministrazione da 0,25 fino ad annullarla completamente. Una volta terminata la terapia i primi giorni non ho avuto nessun tipo di problema, successivamente sono iniziate le vertigini, confusione, debolezza, rigidità muscolare, però non sentivo ansia. I sintomi sono andati peggiorando, fino a quando, un giorno, dove la sera prima mi ero ubriacato, il giorno dopo mi sono messo a giocare sotto il sole a beach volley, con la fatica mi è partita la testa e ho pensato che il mio cuore si stava fermando, cosi mi è venuto un attacco di panico che ho gestito nel giro di un paio d'ore. I giorni dopo ho avuto debolezza, depressione, apatia, stanchezza, vertigini, paranoia. Questi sintomi con il passare dei giorni sono passati. Ora sono 2 settimana e mezzo che ho smesso di prendere il farmaco, mi sento bene, l'ansia non la sento, l'umore è il giusto. L'unica cosa che permane è a tratti sensazione di vertigine, di dondolio. E inoltre ho continuamente della fascicolazioni sul petto, bruciore alla bocca dello stomaco, dolori sullo sterno. Questi sintomi ovviamente mi fanno pensare che ho problemi al cuore, quindi a volte avverto sensazioni strane, come del tipo "tuffo al cuore", ma sto cercando di gestire io mentalmente queste cose. Ora la domanda che vorrei fare?? E' possibile che sono sensazioni che si provano con la dismissione del farmaco?? Con il passare del tempo dovrebbe rientrare tutto nella normalità?? Quanto tempo possono durare queste sensazioni??

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

E' possibile che alcuni sintomi siano instabili anche dopo giorni dalla sospensione, così come è anche possibile che siano propri del disturbo per cui aveva iniziato l'alprazig, e che ora di fatto non è curato, considerando che non sono passati molti mesi e che la cura fatta nel frattempo con alprazig può aver al massimo tamponato i sintomi per le prime settimane.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 421XXX

Quindi il consiglio da uno specialista quale sarebbe?? C'è da dire che avevo iniziato la cura per tutti altri sintomi, nel senso che avvertivo ansia forte proprio dal punto di vista emotivo, ora ho solamente sintomi fisici. Il suo consiglio sarebbe quello di prendermi ancora del tempo per cercare di capire se vado verso la risoluzione del problema?? Visto che comunque che dopo quell'attacco di panico, ultimo, le mie sensazioni migliorano quotidianamente.

[#3] dopo  
Utente 421XXX

Salve, volevo aggiornarla sulla mia situazione . Dopo quanto descritto sopra ho deciso di andare in farmacia e ho acquistato Nodep dell'Esi. Devo dire che è sparito tutto: vertigini, dolori muscolari, l'umore va migliorando giorno per giorno. L'unica cosa ho notato che il mio appetito sessuale si è abbassato di tanto. Può essere che l'appetito sessuale dipenda dal periodo di stress fisico dei sintomi che ho passato e piano piano mi riprendo? Oppure può essere dovuto all'integratore che sto prendendo? Durante la cura di ansiolitico non ho mai avuto problemi.

[#4]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Non è un integratore, è un antidepressivo. L'effetto rientra tra quelli possibili.

Poco importa se le cose sono in libera vendita, di solito perché sottodosate, il prodotto è a base di iperico, che è in vendita anche come medicniale in farmacia, e funziona così come diversi altri antidepressivi.

Per scegliere le medicine sarebbe bene far giudicare da un medico quali sono quelle indicate, e appunto valutare effetti collaterali e opzioni sostitutive.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it