Utente 427XXX
Gentilissimi medici avrei bisogno di sapere quale sono le controindicazioni di una terapia a base di fluoxetina assunta in meniera irregolare. Dal 2012 circa assumo fluoxetina 20 mg dopo pranzo per un disturbo ansioso-depressivo. il problema è che non ho mai seguito la cura in maniera continua nel senso che per molto tempo sono andato avanti assumendo la pastiglia per 3 giorni correttamente, poi i successivi 2 giorni saltavo le dosi, alcune volte prendevo le compresse 1 giorno e 1 no, dopo 3-4 giorni di cura senza saltare alcuna dose ritornavo a fare 2 giorni in cui non prendevo la compressa e poi ancora 1 giorno si e 1 no e cosi via per molto tempo. Volevo sapere da voi medici se ho potuto creare problemi al mio cervello dal punto di vista organico e soprattutto dal punto di vista dei circuiti cerebrali di memoria, linguaggio, concentrazione, dal momento che da quando assumo psicofarmaci le mie performance cognitive si sono ridotte di molto. Grazie anticipatamente per la vostra risposta.

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Assumendo la fluoxetina in questo modo ne riduce l'effetto terapeutico e ne amplifica gli effetti collaterali.

Dovrebbe stabilire se assumere o meno la terapia prescritta e discutere con il suo curante la necessità di assumere la terapia continuativamente.

Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#2] dopo  
Utente 427XXX

Grazie Dott Ruggiero per la sua risposta; volevo inoltre sapere se l'avere preso la fluoxetina in questo modo per tanto tempo ha potuto creare danni irreversibili al cervello sia dal punto di vista organico (come ad es. riduzione massa grigia o morte di neuroni) sia dal punto di vista dei circuiti cerebrali di memoria, attenzione, linguaggio che spiegherebbero i miei attuali problemi. Grazie per la sua risposta.

[#3]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
non ci sono evidenze sulla possibilità che il farmaco possa portare questo tipo di modificazioni cerebrali.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#4] dopo  
Utente 427XXX

Salve dott e grazie per la sua risposta. Volevo inoltre sapere se l uso di fluoxetina è legato a disturbi cognitivi dal momento che da quando assumo psicofarmaci ho iniziato ad avere problemi del tipo: prima avevo una memoria di ferro ora ricordo poco e niente se devo trattenere nuove informazioni; il mio lessico è come se si fosse impoverito dal momento che durante la formulazione di frasi non mi vengono in mente le parole giuste e devo fermarmi a riflettere; la mente non è lucida è come se fosse ovattata e soprattutto ne risento in attenzione e concentrazione. Aspetto sua risposta. Crede che ripulirmi da questo farmaco e non usarlo più possa farmi riacquistare la potenza delle mie facoltà cognitive che avevo una volta prima di iniziare ad usare fluoxetina? Grazie e complimenti per il lavoro che svolgete.

[#5]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
[#6] dopo  
Utente 427XXX

A livello mnesico-cognitivo quanto è "pesante" il tolep?
Cioè è un farmaco, in generale, che interferisce LEGGERMENTE O PESANTEMENTE con le facoltà cognitive?
E la fluoxetina invece, quali legami ha con la presenza di ridotte performace cognitive? Secondo la sua esperienza quale delle due sostanze ha piu' probabilità di causare ridotte performance cognitive?
Inoltre è vero che le benzodiazepine ( mi riferisco al frisium usato per 3 anni e mezzo e poi sospeso da circa 1 anno) danno effetti collaterali sul piano cognitivo SOLO PARZIALMENTE REVERSIBILI alla sospensione della terapia?
Quali sono inoltre gli effetti collaterali, a lungo termine, sul piano cognitivo di un ritmo sonno veglia alterato?
Grazie per le risposte!

[#7] dopo  
Utente 427XXX

A livello mnesico-cognitivo quanto è "pesante" il tolep?
Cioè è un farmaco, in generale, che interferisce LEGGERMENTE O PESANTEMENTE con le facoltà cognitive?
E la fluoxetina invece, quali legami ha con la presenza di ridotte performace cognitive? Secondo la sua esperienza quale delle due sostanze ha piu' probabilità di causare ridotte performance cognitive?
Inoltre è vero che le benzodiazepine ( mi riferisco al frisium usato per 3 anni e mezzo e poi sospeso da circa 1 anno) danno effetti collaterali sul piano cognitivo SOLO PARZIALMENTE REVERSIBILI alla sospensione della terapia?
Quali sono inoltre gli effetti collaterali, a lungo termine, sul piano cognitivo di un ritmo sonno veglia alterato?
Grazie per le risposte!

[#8]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Continua a postare sempre le stesse cose.

Se avesse mai degli effetti collaterali deve fare riferimento al prescrittore.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139