Utente 190XXX
Gentili dottori, vi chiedo un parere in merito ad una repentina riduzione dell'ELOPRAM.

ho assunto per diversi anni (6/7) elopram 20 mg, 1 cp al giorno, insieme ad EN gocce a causa di una depressione unità ad ansia che mi rendeva la vita insopportabile.
In precedenza per diversi anni avevo provato in successione molti altri farmaci (laroxil, ludiomil 75 mg, levopraid, lexil, prozac, etc) che non mi avevano mai Risolto completamente i miei problemi di umore, ansia e disturbi psicosomatici. Forse anche perché non assunti con regolarità non mi avevano mai aiutato a raggiungere una buona, o meglio accettabile qualità di vita.

Con elopram invece sono riuscito, anche se con piccole recidive e periodi con forti disturbi psicosomatici (Colite, dolori schiena e cervicale, stanchezza e spossatezza ... ) a raggiungere un sufficiente equilibrio.

Adesso per problemi di intolleranza al farmaco, il mio dottore mi ha sospeso in maniera abbastanza repentina il farmaco portandolo da una cp da 20 mg a zero in circa 7/10 giorni ( 3 giorni mezza cp, poi 3 giorni 1/2 cp a giorni alterni e poi zero).
Purtroppo gia dopo la riduzione del farmaco a 1/2 cp a giorni alterni ho iniziato ad avvertire al mattino mal di testa, senso di stonamento, ottundimento, un po' di vertigini che passano durante il pomeriggio/ sera. Dal momento della sospensione totale invece ho avuto un calo improvviso dell'umore ed un aumento dellansia con un forte malessere fisico (spossato, stanchissimo, senza energie, senza appetito e voglia di fare anche le cose più semplici).
tutto questo è normale? È possibile che siano effetti dovuti alla sospensione del farmaco? Quanto durano e soprattutto se aspetto spariranno?
Oppure sono sintomi dovuti alla depressione in quanto non più coperto dal farmaco?

Poiché non posso più prendere questo farmaco per un intervenuta intolleranza , è possibile sostituirlo con un farmaco simile?
Grazie

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
È possibile avere questi fenomeni con una interruzione veloce.

La sostituzione eventuale deve valutare il tipo si intolleranza avuto.

Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#2] dopo  
Utente 190XXX

Dottore la ringrazio per la risposta.

Esiste un esame (analisi del sangue, test,prove allergiche) che mi possa dire con certezza se sono diventato intollerante al principio attivo dell'elopram o a suoi eccipienti?

Grazie

[#3]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
[#4] dopo  
Utente 190XXX

Quindi per capire se sono intollerante a questo specifico farmaco si devono fare tentativi di riduzione/sospensione e reintroduzione?

Ma conosco persone a cui è stato diagnosticato un allergia/intolleranza a determinati farmaci. Es farmaci antipertensivi, antibiotici.

Per vedere se Elopram non provoca più reazioni avverse per quanto deve essere eliminato dal corpo?

Grazie

[#5]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Si il sistema di eliminazione è il più sicuro.

È più probabile che siano gli eccipienti soprattutto se il farmaco è stato cambiato con un generico.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#6] dopo  
Utente 190XXX

Il farmaco che assumo è Elopram 20 mg cp della Lundbeck: è un generico?

[#7]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003