Utente 446XXX
Salve,volevo farvi delle domande,vi spiego.A 7 anni ho cominciato ad avere problemi di stomaco ero piccola e dicevo che avevo mal di schiena e vomitavo parecchie volte al giorno.Poco dopo l inizio di questi problemi di stomaco ho cominciato ad avere attacchi di panico che all'ora io e la mia famiglia non sapevamo cosa fossero.Quindi sono andata avanti per 6 anni a spiegare a medici e ortopedici cosa mi succedeva senza che nessuno trovasse un nome o una soluzione per farmi stare meglio e a volte ne io ne mia mamma venivamo credute quando raccontavamo come stavo male tutti i giorni per il mal di schiena.Verso i 13 anni un medico ha deciso di farmi fare la gastroscopia e abbiamo scoperto che avevo 3 ulcere aperte e alcune cicatrizzate e mi avevano spiegato che sentendo i dolori per cui stavo male mi venivano attacchi di panico per paura di vomitare.Curai lo stomaco e per gli attacchi di panico mi diedero all occorrenza 10gocce di lexotan.son cresciuta piena di paure e senza amici,fino a che a 17 anni ho cominciato a fumare cannabis e per magia mi sono dimenticata di tutti i problemi.dopo 3 anni ho smesso e dopo qualche mese ho ricominciato ad avere problemi,a star male in mezzo alla gente a nn uscire più per la paura che qualcuno mi vedesse star male,a non dormire per più di 3ore a notte,ad avere la nausea ogni sera,a far fatica a uscire di casa senza mia mamma(che era la persona che mi aiutava di più mentre stavo male),ho un rapporto troppo stretto con mio fratello che ha 5 anni,mi sento triste da quando va all asilo a quando torna e quando sto con lui sto abbastanza bene.ho la fissazione di fare la maggior parte delle cose che faccio per 3 volte,fissa che sto trasmettendo senza volerlo a mio fratello,ho la necessità di girare sempre tutti i telecomandi rivolti verso i muri(se son rivolti verso di me sento di avere la nausea più forte).ho cominciato da 5 mesi a fare psicoterapia e sono poi stata mandata dallo psichiatra due mesi fa che mi ha prescritto zolft e sonirem 20 gocce.le gocce per dormire funzionano bene e riesco ad addormentarmi.Mentre per lo zoloft ho cominciato con mezza compressa per 15 giorni e 100mg al giorno da un mese e mezzo e non mi sono mai sentita meglio,anzi mi sembra di essere molto più demotivata e svogliata,la nausea è aumentata di molto e le fisse non sono sparite sento sempre i denti stretti e molti giorni non riesco a calmarmi sono triste e comincio a pensare al fatto che invecchio mio fratello cresce in fretta i miei genitori invecchieranno e prima o poi non saranno più accanto a me.mi vedo con lo psichiatra a fine mese che mi aveva detto che voleva vedere almeno dei minimi miglioramenti altrimenti avremmo riconsiderato la terapia.volevo sapere che effetti dovrebbe dare lo zoloft?dopo quanto tempo si può sapere per certo se non sta funzionando e che terapie alternative potrebbe propormi perché ho un po' paura di cambiare,ho paura di qualunque cambiamento in generale.grazie in anticipo e scusate per il lungo racconto

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Se la terapia non funziona è utile considerare un cambiamento con qualche altro farmaco.

Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#2] dopo  
Utente 446XXX

Grazie per la risposta. Dopo due mesi si può dire che non funziona ? O magari sono io che devo avere più pazienza? Grazie.

[#3]  
Dr. Carlo Ignazio Cattaneo

24% attività
16% attualità
12% socialità
BORGOMANERO (NO)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2017
Due mesi sono un tempo sufficiente per ottenere l'azione farmacologica di ZOLOFT. Rivaluti con il Suo curante la terapia in atto.
Dr. Carlo Ignazio Cattaneo

[#4] dopo  
Utente 446XXX

Grazie mille era proprio quello che volevo sapere, ha chiarito i miei dubbi.

[#5]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
In realtà il dosaggio non sarebbe massimo per cui andrebbe valutato se il suo psichiatra considera sufficiente questo trattamento oppure può voler stabilire di aumentare il dosaggio utleriormente.

Ciò dipende principalmente dall'orientamento diagnostico e dai risultati effettivi ottenuto sino ad ora.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#6] dopo  
Utente 446XXX

Ok grazie mille per i chiarimenti. Ma se dovesse cambiare farmaco è possibile che abbia di nuovo gli effetti collaterali che ho avuto all inizio con questo? Oppure essendo già abituata a questa tipologia di farmaci non mi darà nessun problema?