Utente
Buonasera,
6 mesi fa, dopo laurea e cambio repentino di lavoro, inizio ad avere strane fascicolazioni localizzate nella parte dx del corpo (no formicolii), accompagnati da pensieri poco positivi e crisi di pianto, paura di malattie neurodegenerative, paura della morte, vertigini ed annebbiamenti della vista. Passano 3 mesi d'inferno, una tac al cervello, una radiografia e 4 visite neurologiche in pronto soccorso, l'ultima neurologa mi ordina RMR per scrupolo e ipotizza attacchi di panico.
Trascorro quindi 2 mesi senza più alcun problema, umore buono, sintomi fisici zero.
Arrivato il momento della RMR inizio ad esserne terrorizzata (si è poi rivelata una assoluta passeggiata,e io ho trascorso le due settimane precedenti a piangerci sopra, per cosa??), e lo sono ancor più al momento dell'esito: piccolissime "cicatrici /calletti" al cervello che il mio medico di base reputa totalmente comuni: riprende tutto.
Ora sto attendendo una ulteriore visita neurologica, per chiarire il risultato della risonanza.
Mi chiedo: può la mia mente condizionare il mo corpo a tal punto da farmi sentire ogni giorno (tranne qualche giornata, nel weekend) delle strane sensazioni a livello fisico? Per 3 mesi + 1?
Oltretutto non riesco a realizzare che sono stata bene per due mesi.. mi sembra di stare così da sempre e sono molto scoraggiata.
Le persone a me vicine, medico di base compreso, mi reputano una persona molto ansiosa, ipocondriaca dicono, che si fissa, e hanno ragione. Ma può una fissazione durare così tanto tempo? Posso inventarmi un fastidio alla gamba da mesi? Posso pensarci tutto il giorno?
Più tempo passa e più penso che non mi sentirò mai bene come prima di sei mesi fa.
Ringrazio molto il medico che mi risponderà.

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Qualcuno dei medici che l'hanno visitata ha dato indicazione diagnostica per un disturbo somatico o psichiatrico in genere?

Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

https://wa.me/3908251881139

[#2] dopo  
Utente
Buonasera dottore,
il mio medico di base sostiene sia somatizzazione ansiosa, e dello stesso parere erano i neurologi.
Dopo l'ultima visita mi ero imposta che se ancora non si fosse trovato nulla, avrei ignorato il fastidio.
E così è stato, sono stata bene due mesi, non sentivo più nulla ed ero di buon umore.
Ora, da un mese è ripreso tutto, dopo l'esito della risonanza che non mi è chiaro e di cui ho molta paura (nonostante già i medico di base mi abbia anticipato che molte persone presentano queste piccole cicatrici nel cervello).

Grazie.

[#3]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Sull'amore base della diagnosi ricevuta andava introdotta una terapia che eventualmente può far valutare da uno specialista in psichiatria.
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

https://wa.me/3908251881139

[#4] dopo  
Utente
Buongiorno dottore,
L'ultimo neurologo mi aveva consigliato, una volta accertato il buon esito della risonanza magnetica, di svolgere una visita psichiatrica.
Quindi lei mi conferma che i sintomi che presento, accompagnati da forte ansia, possano essere attribuibili ad un disturbo psico somatico?

Grazie