Utente 451XXX

credo che la mia mente stia cominciando ad incrinarsi ogni giorno sempre di più e sono spaventato a morte. ho paura di tutti non riesco a fidarmi di nessuno ed è da più di un anno che vivo in condizioni pessime tra profondi stati di depressione, rabbia incontrollata, disforia e apatia e euforia. non riesco più a uscire con nessuno né a mettere piede fuori di casa. nell'arco di questo mese la situazione è peggiorata così come sono peggiorati gli unici rapporti che ho con altre persone viventi (online, chatto con delle persone). non riesco a fidarmi di loro né dei miei famigliari, ho sempre il presentimento che vogliano farmi del MALE o che stiano tramando contro di ME o che non mi dicano quasi mai la VERITA'. a volte mi sembrano così reali le mie paure che parto in quinta ad attaccarli sfociando in reazioni rabbiose verbali e minacce. il fatto è che li sto allontanando tutti e non voglio però dentro di me ho questo sentore che mi fa stare davvero male. circa qualche mese fa mi è stato diagnosticato un disturbo DBP con spettro bipolare ma arrivato a questo punto non so PIU' a che cosa credere.


circa una settimana fa ho cominciato a non mangiare, non perché io non volessi ma perché qualsiasi csoa io masticassi sapeva di M***A e non scherzo. NON ho mai avuto problemi col cibo ma NON riesco più a mangiare. alla luce di ciò, la sera del 25 mi sono ritrovato da solo in casa, e ho cominciato a spaccare ogni cosa per rabbia perché non riuscivo a trovare i tranquillanti che dovevo prendere. quello che è successo dopo è che sono SVENUTO in seguito al deperimento e quando mi sono risvegliato mi sono ritrovato al pronto soccorso perché mio padre quando è tornato ha chiamato la croce bianca e li ha anche avvertiti di quello che avessi fatto, quindi mi hanno ricoverato in PSICHIATRIA (per una notte, non aggiungo dettagli perché sto esaurendo i caratteri). l'esperienza non ha fatto altro che peggiorare la mia situazione, sono stato davvero male espero di non ritornarci mai più. sono giorni che sto cominciando ad avvertire suoni o rumori in lontananza che a detta di altri non ci SONO ma io li sento, ve lo posso giurare. non so più a chi diamine credere perche mi sembra di vivere in un mondo creato per prendermi in giro. non sono mai stato così male, mai sentito così solo e incompreso. stamattina per la rabbia ripensando a ciò che è successo e a molti altri avvenimenti ho cominciato a sbattere la testa contro il muro sino a perdere sangue. è successo poco fa i vicini si sono allarmati ma ho trovato una scusa per far si che non chiamassero le forze dell'ordine o l'ambulanza

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
[#2]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Io non eviterei di andare in ospedale, anzi mi pare una buona idea visto che probabilmente sta avendo una fase in cui le sue percezioni sono alterate, e sviluppa delle convinzioni che possono non essere reali, ma soprattutto perché sta facendo gesti aggressivi contro sé.
Probabilmente dalla psichiatria l'avranno dimessa con una cura. La sta seguendo ? Ha uno psichiatra che la segue ?
In alternativa può rivolgersi a un medico in ambulatorio, ma se le dicono di ricoverarsi magari per pochi giorni significa che è una misura protettiva, non punitiva.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it