Utente 459XXX
Salve,
Ho 34 anni, da quando ne avevo 19 Soffro ad alti e bassi di ansia e stati di panico. Diciamo che sto male, guarisco "quasi" del tutto e poi ci ricasco. Mediamente ogni 3 anni la mattina mi sveglio e non sono neanche in grado di andare a bere una birra con gli amici.
Solitamente sono più predisposto per gli stati di panico, questa volta mi sono svegliato con un'ansia terrificante, che mi accompagna 24
Ore al giorno... le altre volte ho risolto col seropram ma un po' di tempo fa' mi sono accorto che non faceva più effetto. Nell'ultimo anno ho resistito dal prendere antidepressivi, anche se non sono mai stato al 100% ho preferito gestire senza farmaci (Tranne un po' di xanax la notte). In questo gennaio non sono stato bene e ho visitato uno psichiatra, (sapendo che il seropram non faceva più effetto), mi ha fatto cambiare molecola, prescrivendomi la sertralina. Devo dire che in 1 mese ho visto risultati notevoli, stavo molto meglio. Ma rispetto al seropram dove riuscivo a fare tutto... con la sertralina non riuscivo a bere alcool, (mi veniva sonnolenza quando bevevo) e avevo difficoltà serie di erezione (anche da solo) per questo dopo 1 mese e 1/2 ho deciso di staccare. Premetto che quando sono andato a gennaio stavo male, ma non era neanche era paragonabile ad ora. Se ora sono allo 0% a gennaio ero al 30% e la sertralina mi ha fatto salire al 70% (che a suo tempo mi bastava). Insomma vorrei riprendere seriamente, (passando prima di nuovo dallo psichiatra), credo di aver capito che i risultati e i tempi di guarigione variano da persona a persona. Ma volevo sapere quanto mediamente va avanti una cura con sertralina. So che questa volta non basterà un mese x rimettermi a regime da poter staccare la cura... ma pensate che con 4/5/6 mesi possa tornare a fare una vita decente e staccare il farmaco del tutto?
Grazie anticipatamente per la risposta

[#1] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Le previsioni di trattamento non sono contemplabili.

La valutazione diretta consente di capire più o meno i tempi di trattamento che sicuramente sono superiori a quelli da lei auspicati.

Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#2] dopo  
Utente 459XXX

Grazie per la risposta Dott. Ruggiero.
Le sarei lieto se mi rispondesse ad un altro paio di domande.
Mi potrebbe dire più o meno dopo quanto tempo dovrei staccare il farmaco per far si che la cura si possa ritenere efficace?
Lo psichiatra mi ha prescritto Edovis per gli effetti collaterali, secondo il suo parere li annulla quasi del tutto, me se sa parlare?
Riguardo l'alcool, ho letto tra i vari blog che qualcuno arriva addirittura all'ubriachezza. A me sinceramente sembra impossibile visto che a suo tempo anche una birra mi dava sonnolenza. Il mio psichiatra ,ritiene difficile che il farmaco possa interagire con l'alcool a questi livelli. Pensa che qualche birretta mi puo' essere concessa senza avere sonnolenza?
Dopo quanto tempo dovrei vedere dei miglioramenti dalla prima assunzione?

Grazie anticipatamente per le risposte
Cordiali saluti