Utente 452XXX
Buonasera dottori, io avevo già fatto un consulto a maggio , quando mi era appena stata diagnosticata una depressione,per quanto riguarda quello che mi sta succedendo...rispetto a maggio sto meglio,ho fatto progressi, però mi sento ancora fuori dal mondo, come se fossi un altra persona.
Tutto è iniziato da gennaio, quando fino a dicembre avevo una vita perfetta che io amavo, mille passioni, mille interessi,mille amici, mille cose da fare,io sono fuori sede a Roma e mi ero costruito una vita con le mie forze e l’appoggio della mia famiglia ...tant’e che andavo a letto sempre 10 minuti dopo gli altri per vivere altri 10 minuti della mia vita.
Beh da gennaio ho iniziato improvvisamente a stare male con un ansia alla bocca dello stomaco, tutto mi sembrava irreale, non mi riconoscevo più, gli altri non mi riconoscevano più, a marzo ho subito il tradimento della mia coinquilina con il mio amico e compagno di stanza, ora ho preso casa sempre vicino all’universita Ma vivo una vita che non voglio vivere, quest’estate sono passato da essere il leader di una comitiva di 30 persone all’essere l’ultima ruota del carro,non ho più passioni non guardò più partite ne ascolto musica, e se le ascolto mi ricorda bei momenti quindi non riesco...dottori ho vissuto 20 anni della mia vita benissimo, mai avuto problemi, mentre questo 10 mesi sono stati l’inferno, ho perso tutti e tutto.
Adesso sembro costantemente fatto, non mi ricordo bene le cose, non riesco a parlare bene, non mi emoziona più nulla e dal vivere di emozioni e dall’amare tutti Sono passato all’odiare tutti perché continuano la loro vita mentre io non riesco...e all’odiare le persone che ho conosciuto in questi mesi perché non hanno conosciuto il vero me...inoltre mi mancano i miei coinquilini dell’anno scorso con cui avevo un rapporto da fratelli e sorelle, è proprio l’altra notte ho sognato la scena traumatica delle due coinquiline in intimità con questo mio amico...non so più che fare, sono seguito da uno psicologo con cui ho fatto progressi perché a maggio pensavo di non trovarmi così a ottobre, ma che sarei impazzito o morto sicuro...però ho paura non guardò più le persone negli occhi, ho sempre confusione mentale e nausea, non so come sia possibile ridursi così in 10 mesi.
Grazie dell’aiuto

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Nessuno le ha mai proposto, da Maggio a ora, una cura farmacologica per la depressione ? La diagnosi che comunque le è stata fatta è questa, cioè una depressione ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 452XXX

Gentile dottore,sisi sono in cura con efrxor 75 e efrxor 37,5, più 10 gocce di lexotan che però non uso più perché l’ansia si é placata.
Adesso il prossimo incontro con lo psichiatra ce l’ho la settimana prossima, però in 5 mesi l’ho Visto solo tre volte, non mi sembra un comportamento corretto dato che questo appuntamento è in ritardo di due mesi

[#3]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Quindi già il fatto che non usi più lexotan è segno che la cura con efexor qualcosa fa. La dose è sempre inferiore alla media efficace.
Per quanto riguarda la frequenza degli appuntamenti, 3 volte in 5 mesi non mi pare una frequenza "strana". "In ritardo di due mesi" significa che cosa esattamente ? E' stato fissato ma rimandato ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 452XXX

Si era previsto per dopo l’estate ma lo psichiatra,della ASL, non rispondeva e poi ha fissato l’appuntamento per novembre...
È proprio un sentirsi di vivere una vita che non è più tua...un non affezionarsi più a niente, mentre prima era il contrario, ero sempre dentro alle cose, avevo un opinione su tutto, amavo condividere la mia vita con gli altri, fare mille esperienze,aiutare i miei amici.

[#5]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Come le dicevo, la dose non è ancora massima e la cura non è in corso da mesi senza alcun risultato, quindi non c'è ragione di disperare.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#6] dopo  
Utente 452XXX

Gentili dottori, vorrei aggiornare la mia situazione...
Ho finalmente visto lo psichiatra dopo 4 mesi e lui senza farmi parlare, ha detto che c’e una Remissione quasi completa della sintomatologia depressiva, mi ha confermato il lexotan al bisogno e l’efexor da 37 e 75.
Io non sono assolutamente d’accordo con questa definizione, che tra l’altro ho letto sul referto dopo essermene andato e non direttamente da lui, perché se continuo ad avere pensieri suicidi e sentirmi completamente un’altra persona rispetto all’anno scorso, non capisco come si possa ritenere che c’e una Remissione quasi completa...certo dormo la notte, ma faccio incubi ogni volta, certo mangio, ma non mi emoziono pensando alla carbonara, certo sto sempre fuori casa, ma i pensieri sono cupissimi e costantemente interni per monitorare la mia situazione, inoltre ho un blocco emotivo assurdo, prima era tutto chiaro ora no, non so più chi sono e cosa voglio, mi devo sforzare per fare le cose, prima veniva tutto spontaneo e amavo tutti.questo secondo voi implica di concentrarmi più sull’aspetto psicologico con lo psicologo che non sullo psichiatra? Inoltre è normale che lo psichiatra non chieda come sto?
io so solo che la mi vita era un film comico, mentre adesso è un film horror

[#7]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Quindi la visita in cosa è consistita ? Lei non ha fatto presente al medico che no, non si sente bene e non considera il miglioramento un granché ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#8] dopo  
Utente 452XXX

La visita è consistita in 20 minuti in silenzio in cui lui al computer aggiornava le date dei precedenti incontri che lui aveva sbagliato, e poi niente avrò parlato per 30 secondi gli avrò detto che mi sento meglio...addirittura dovevo spezzare il silenzio io mentre lui scriveva per chiedergli se delle tensioni muscolari e l’ansia generalizzata fossero dovute all’ansia o no.
Inoltre é come se non ci fossi...adesso sto facendo le cose ma è come se non le facessi io, da gennaio è così, non credo più a quello che dico,e mi danno fastidio tutti...sono diventato ciò che ho sempre odiato

[#9]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Chieda un secondo parere in questo caso.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it