Utente 452XXX
Buonasera volevo un'informazione navigando su internet ho letto un articolo dove diceva che non ci sarà mai una vera e propria rimozione dell'ipocondria Io sto assumendo dei farmaci sto facendo psicoterapia Volevo sapere se questa cosa era vera se è vero comunque non ci sarà un totale remissione non è che una malattia cronica e quindi va sempre a peggiorare

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Non saprei cosa voglia dire "rimozione"... Intende guarigione ? E' un disturbo che come altri tende a durare o a ricorrere, ma è curabile.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 452XXX

Mi scusi Se e curabile perché tende a tornare? Una volta guarito ci sono delle ricadute? Quindi è parzialmente curabile

[#3]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Perché evidentemente lei per "curabile" intende non so, estirpabile o qualcosa del genere. Ma il senso della parola è diverso.
Quando una cosa si cura si intende che si riesce a star meglio, o bene.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 452XXX

Io x curabile intendo guarita...come una persona che si rompe.una gamba porta il,cesso fa fisioterapia e poi guarisce.esce.definitivamente da quel.tunnel ciò mi fa pensare che.x.me non sarà cosi...questa maledetta ipocondria me la.dovrò.portare.anche se meno pesante.sulle spalle x il resto della.mia vita

[#5]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Sono due cose diverse invece curare e guarire. Guarire in medicina non si usa quasi mai, è una valutazione a posteriori, solo alcune diagnosi consentono di dire "lei è guarito", punto e basta. Per alcune si dice semplicemente perchè la cosa è passata, dopo che è passata.

Non vedo perché debba trarre prognosi che nessuno le ha comunicato. Intanto la curi che è una buona idea.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#6] dopo  
Utente 452XXX

La ringrazio per la risposta ora sono a4 sett di dosaggio pieno ho avuto dei leggeri miglioramenti mA le ossessivi ci sono sempre...

[#7] dopo  
Utente 452XXX

Dott.salve mi scusi di nuovo per il.disturbo ad oggi sono a 5 settimane piene di dosaggio 20 mg sicuramente.ho qualche beneficio però mi domandavo lei mi a.detto.che l terapia deve essere valutata nei primi tre.mesi mi domandavo perché questo farmaco fa effetto nei primi tre mesi? Quindi il miglioramento ci sarà poco a poco non sarà subito immediato Questa è la mia domanda principale nel senso andrà a sfumare questo pensiero ossessivo?
La ringrazio x la suA.disponibilità

[#8]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
" mi domandavo perché questo farmaco fa effetto nei primi tre mesi?"

In che senso "perché" ? Se funziona così...

Si sta ponendo domande a vuoto. Se uno si cura per un problema, in che senso starà meglio, nel senso che il problema svanirà ? In qualche altro modo ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#9] dopo  
Utente 452XXX

Mi sono espressa male...la mia domanda era questo farmaco.da la sua efficacia.nei primi tre mesi? O da il.massimo nel.primo.mese?

[#10] dopo  
Utente 452XXX

Quindi svanira del tutto con il tempo questa ossessione?

[#11]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Questa ultima è una domanda sul futuro, non ha senso.
La precedente non la capisco bene. Se abbiamo detto tre mesi, perché chiede se è tre mesi un mese ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#12] dopo  
Utente 452XXX

Lei prima afferma che svanira questa ossessione poi con questa cura poi glielo domando io è mi risponde che è una domanda sul futuro è non sa rispondere io non so che pensare Graziano lo stesso

[#13]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
No, assolutamente. Non affermo quello che Lei dice perché ancora non sono chiaroveggente.
Affermo che la cura a cosa dovrebbe servire se non a far svanire l'ossessione ? E questa è la prima domanda.
La seconda è "svanira" ? E certamente non so rispondere, come non sa rispondere nessuno. E' una domanda decisamente inutile, che deriva dal suo stato, e che non val la pena fare per sentirsi dare delle risposte.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#14] dopo  
Utente 452XXX

Lei giustamente non è veggente però e pur vero che queste pasticche dovrebbero togliere il sintomo...speriamo succed

[#15]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Infatti è esattamente quello che le ho risposto, che sono fatte per togliere il sintomo.
Se invece chiede se lo toglieranno, torniamo nella previsione del futuro. Siccome le due domande esprimono meccanismi diversi, e la seconda è una domanda tipica della sua condizione, va evitata.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#16] dopo  
Utente 452XXX

Dottore Mi scusi una domanda ....ho tanta ansia ho paura di diventare depressa...di non poter più controllare la mia testa.di essere rinchiusa cosa posso fare perché ho questi pensieri

[#17]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
E' una delle domande che caratterizza il suo disturbo infatti, analogamente alle altre.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it