x

x

Xanax e recettori

Salve dottori...sto molto meglio con l'ansia che si e' attenuata di moltissimo nella sua intensita'...a parte questo volevo sapere una cosa o meglio avere una conferma visto che ho chiesto anche al mio psichiatra...se uso lo xanax 2 mg a rilascio prolungato per una settimana e all ottavo giorno smetto ci sono ripercussioni? Il mio dottore dice di no perche l ho usato per periodo breve percge la gradazione non e' alta e perche essendo a rilascio prolungato sale e scende in modo piu leggero...e' corretta questa cosa?
[#1]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 39,5k 921 271
Gentile utente,

Dopo due settimane l'ansiolitico svolge una funzione perché non si sviluppa assuefazione, ovviamente togliendolo i sintomi possono tornare. Questo non c'entra nulla con la gradualità della sospensione o dell'assuefazione, ma sul fatto che non sappiamo se dopo 2 settimane il disturbo è finito, e il fatto che ora non abbia ansia può dipendere dal fatto che assume un ansiolitico.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Libri: https://www.amazon.it/s?k=matteo+pacini&__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&ref

[#2]
dopo
Attivo dal 2008 al 2018
Ex utente
Ma smettendo senza scalare si danneggia qualcosa? Cmq grazie della risposta)
[#3]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 39,5k 921 271
Per qual motivo in una persona che non è assuefatta si dovrebbe danneggiare qualcosa ? Mi pare che le sue preoccupazioni siano fuori fuoco: non si preoccupa per niente del disturbo, e invece solo e soltanto della sospensione su cui ha già avuto dal medico delle indicazioni precise. Su questo ha avuto due conferme, e il dubbio è ancora lì come prima.
[#4]
dopo
Attivo dal 2008 al 2018
Ex utente
Certo che me ne preoccupo e sto lavorando sia con lo psichiatra che con lo psicologo...ma sento la necessita di avere conferme...cmq lo yso da febbraio ma non giornalmente ...lo xanax intendo
[#5]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 39,5k 921 271
Però la sua preoccupazione sembra orientata verso aspetti che non sono il vero problema, per questo dicevo. Sta a chiedere ripetutamente cose già chiarite, il che sarà sintomatico del disturbo d'ansia che ha, e che quindi però non è sotto controllo.. Pertanto si penserebbe a trovare una cura più incisiva. Qui si parla di un non-problema, cioè di come l'ansia migliori con un ansiolitico....