Utente cancellato
Buongiorno gentili dottori, circa 12 anni fa ho avuto forti attacchi di panico, dopo vari medicinali provati sono stato bene con daparox assunto in 20 mg. Devo dire che la prova fu effettuata due volte giacche la prima volta non mi fu detto di assumere gradatamente la dose. Andai incontro ad una sindrome serotinergica con corsa in ospedale. Dopo un po’ di mesi riprovai partendo da un quarto di pasticca ed aumentando la dose ogni settimana, andò molto bene anche senza appoggio di ansiolitici. Assunsi Daparox per 8 anni circa senza avere particolari problemi di panico, non ricordo nemmeno di piccoli attacchi, solo un po’ di paura residua. Un anno e due mesi fa con il mio medico decidemmo di interrompere daparox anche con certa fatica , tanto che fu necessario appoggiarci a Solian poi interrotto dopo tre mesi. Sono stato un anno senza pensare ad attacchi di panico , diciamo piuttosto bene . Poi tre mesi fa ho subito un intervento chirurgico semplice stupido, ma qualche piccola complicazione mi ha generato un forte stato d’ansia, per cui sono entrato in psicoterapia e ho cominciato per conto mio ad assumere qualche goccia di xanax anche perché dovevo affrontare un viaggio, ma nonostante xanax da 1 mg retard , proprio durante il viaggio sono cominciati forti attacchi di panico, ho telefonato alla psichiatra di riferimento e lei per il momento mi ha consigliato di continuare con xanax. Tornato a casa e stando male mi sono rivolto allo psichiatra della mia cittadina il quale mi ha consigliato 10 gocce di xanax 3 volte al giorno, ma la questione non è cambiata nonostante xanax ancora attacchi di panico per cui ho provato a diminuire la dose arrivando a 5 gocce tre volte al giorno senza che cambiasse nulla. Il mio psichiatra mi ha detto di riprendere daparox ma dopo le prime tre assunzioni di 5 gocce ecco ripresentarsi una crisi serotinergica , secondo me, calore molto forte nel corpo malessere, pianto , scosse cloniche alle gambe e braccia. Il mio psichiatra mi ha detto che è tutto nella mia testa e che per adesso non posso prendere nulla perché troppo sensibilizzato. Mi ha indirizzato allora da uno psicoterapeuta per un ciclo di sedute per desensibilizzarmine solo allora riprendere daparox , purtroppo questo un mese fa, lompsicoterapeuta ha avuto un incidente e non è rientrato, lo psichiatra era in vacanza ed io stavo male . Ho scalato e tolto lo xanax, prendo un tavor da 1 la mattina e due mezzo uno il pomeriggio ed uno la sera, non sapendo che fare e non posso stare male per mesi ho provato a riprendere daparox con incremento di una goccia a settimana , ora sono a quattro , con tavor non ho avuto attacchi dinpanico come con lo xanax , ma non posso dire di stare bene. Vero ho fatto un po’ di testa mia ed è errato, ma con queste feste , incidente ho dovuto improvvisare. Ora tra quattro giorni ho appuntamento con psichiatra. mi redarguirà per avere interrotto xanax, ma giuro mi fa stare male. Anche se tutti dicono che non è possibile.

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Ha sostituito un tranquillante con un altro più potente. Se era già assuefatto al primo, in pratica non ha cambiato niente.
Non capisco esattamente cosa voglia dire che uno prima deve fare psicoterapia (per il panico...) e poi iniziare la cura antipanico.
Ha iniziato la paroxetina e ha avuto un peggioramento iniziale dei sintomi, il che è un classico quando il disturbo è in corso.

"una crisi serotinergica , secondo me, "

Il che non è una diagnosi, quindi eviti di proporre termini del genere perché "secondo lei", sia al medico che in generale.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
197220

dal 2018
La ringrazio per la celere risposta. Ma anche poche gocce di daparox possono farmi sentire peggio all’inizio? Non ho smesso xanax perché assuefatto , ma perché stavo peggio.

[#3] dopo  
197220

dal 2018
Rileggendo penso di essermi espresso male
Prendo 1 tavor da 1 la mattina e poi mezzo da 1 il pomeriggio e mezzo da 1 la sera, in pratica durante il giorno 2 pasticche da1 di tavor. Quello che volevo sapere e che se 4 gocce di daparox già sono così pesanti (possibile?) come farò ad arrivare a 20. E’ questo quello che mi spaventa

[#4] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Veramente non è ben chiaro come è stata gestita la terapia e da chi.

Andrebbe un attimo chiarita questa cosa perché appare piuttosto strano che la paroxetina venga aumentata di una goccia alla settimana, in questo modo per arrrivare ad un dosaggio terapeutico ci vogliono 5 mesi....


Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#5] dopo  
197220

dal 2018
Gentile Dott.Ruggero, le spiego , lompsichiatra di riferimento mi ha detto che la strada è quella della Paroxetina, avevo cominciato la prima settimana con 5 gocce, era andato tutto bene ma il sesto giorno ho avuto una forte crisi come scritto sopra , molto simile alla sindrome serotinergica avuta tanti anni fa quando mi fecero prendere subito la pillola da 20 mg come prima assunzione. È lo psichiatra stesso che mi ha detto che questa cosa non è possibile che è la mia testa , e che unonpsicoterapeuta avrebbe dovuto prima desensibilizzarmi rispetto gli attacchi e le mie paure tramite emdr e poi avremmo cominciato con paroxetina un po’ più in là. Però lompsicoterapeuta ha avuto un incidente, lompsichiatra tornato dalle vacanze lo vedrò mercoledì, ma continuo a stare male e allora mi sono preso la responsabilità di cominciare con due gocce per una settimana ed adesso sto a 4 , sto facendo così perché avverto sintomi strani , forte agitazione nonostante tavor 2 mg al giorno, e contavo se avessi registrato miglioramenti a livello di stress di accelerare un po’ per raggiungere una dose accettabile, lo so , ho sbagliato forse, ma sono rimasto un periodo scoperto dai medici, ed io sto in un piccolo centro. Quello che chiedevo era se 4 gocce di daparox possono dare sensazioni sgradevoli in questa fase acuta di attacchi dinpanico? Grazie per l’attenzione.

[#6] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Non è questione di pesantezza, ma del disturbo di partenza. Le dosi iniziali possono produrre un peggioramento dei sintomi per vari motivi, il che è noto e anche segnalato, e solitamente prelude ad un successivo effetto terapeutico.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#7] dopo  
197220

dal 2018
Mi scuso se non riesco a farmi capire, anche 4 o 5 gocce iniziali possono dare questi disturbi da manuale o bisogna raggiungere una dose piena per averli? Vi ringrazio per le risposte

[#8] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
È noto che il farmaco lo possa dare all’inizio ma se il dubbio di partenza è questo si utilizza un altro prodotto non si lascia questo con la certezza che possa dare certi effetti titolandolo con una lentezza estrema
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#9] dopo  
197220

dal 2018
Gentile dott. Ruggiero, grazie per la precisazione , mi hanno parlato della paroxetina sempre del farmaco di élite per il disturbo da panico, dalla sua affermazione deduco che c’è ne possano essere altro altrettanto validi. E chiedo ancora, salire molto lentamente fino a raggiungere la dose ottimale può in qualche modo inficiare la cura?. Grazie

[#10] dopo  
197220

dal 2018
Abbiamo concordato con lo psichiatra una accelerazione della somministrazione del farmaco, praticamente una goccia ogni due giorni fini ad arrivare a dose piena , adesso sono ad 8 gocce, le sensazioni sono altalenanti come un veicolo che avanza a sussulti, per esempio ieri ho potuto svolgere molte attività rispetto ai giorni precedenti , verso l’ora dinpranzo però ho avuto un attacco di panico, mentre poi lentamente nel pomeriggio tardi ho cominciato a sentirmi molto molto meglio. Altre sensazioni sono una nausea che va e viene ed un essere irrequieto durante la giornata. Riformulo la domanda , può essere il
Farmaco? Anche 8 gocce possono dare effetti anomali, e per far sparire queste sensazioni sgradevoli devo aspettare di andare a regime con dose piena? Poi avrei una ulteriore domanda, negli 8 anni di paroxetina già sperimentati, non avevo avuto particolari problemi sessuali, nel senso che l’unico inconveniente era un ritardo nel raggiungere l’orgasmo. Devo aspettarmi una situazione simile o possono comparire effetti più pesanti ora legati all’erezione? Dico questo perché per interrompere paroxetina un anno e mezzo fa , nonostante lo
Scalaggio lentissimo , ebbi problemi, è una Dottoressa Pdichiatra mi fece usare un farmaco stampella così lo chiamò, il
Solian , per tre mesi, questo sì che mi ha dato problemi di erezione pesanti, e per avere la situazione un po’ migliore ho impiegato diversi mesi, ora che mi stavo riprendendo devo usare nuovamente paroxetina e sono un po’ spaventato, anche se come avevo scritto la prima volta non avevo incontrato particolari problemi. Grazie se qualcuno vorrà rispondermi.