Utente 481XXX
Salve Dottori piacere mi chiamo Ada ho 31anni e da 5 soffro di ansia cn stati depressivi..tutto inizio dopo il mio secondo parto (cioè dopo 14mesi dal primo)...da allora nn sn riuscita a vivere la mia vita cm prima..ho ansia per tutto,2anni fa ho fatto una cura cn cipralex 10mg la sera x un anno poi ho scoperto d aspettare la mia terza bimba e ho sospeso da un gg all altro,devo dire che il cipralex m aveva ridato la mia vita xche' io nn guidavo nn entravo in un supermercato nn vivevo più e grazie al cioralex sn riuscita a farlo..Adesso dopo 4mesi dal parto riiniziano i miei stati ansiosi,sempre agitata giramenti d testa e voglia di fare pari a 0...ho consultato il mio medico ma m dice d riiniziare a prendere il cipralex ma io nn vorrei riiniziare ho paura degli effetti collaterali iniziali...adesso chiedo a voi ma può essere magari solo una fase post partum che passerà da sola...
Dimenticavo sn mamma di 3bimbi di cui uno5 uno 4 e una d 4mesi,abito in campagna e faccio una vita molto stressante fra sali e scendi per sbrigare tutto..
Adesso m sn dilungata troppo comunque aspetto vostri consulti...

[#1] dopo  
Dr.ssa Flavia Massaro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
MARIANO COMENSE (CO)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Cara Ada,

la depressione post-partum è un disturbo serio e sarebbe stato meglio che, oltre a prescriverle un antidepressivo, il suo medico la indirizzasse anche ad uno psicologo perché effettuasse una terapia psicologica.

Se assumendo il Cipralex è stata meglio e, non prendendolo più, è stata di nuovo male 4 mesi dopo il parto, è comprensibile che il medico glielo consigli di nuovo, ma l'esperienza precedente le dimostra che prendere un farmaco non le è sufficiente perchè non consente di effettuare quel lavoro psicologico che invece permette di risolvere davvero i problemi (e di non rischiare di assumere cronicamente psicofarmaci).

Il mio consiglio è quindi quello di rivolgersi al consultorio familiare, al centro di salute mentale o ad uno psicologo privato per parlare di come si sente, far valutare la situazione e discutere un piano terapeutico che includa anche la psicoterapia (con o senza farmaci, a giudizio dell'eventuale psichiatra che potrà incontrare se necessario).

E' molto importante che lo faccia perchè ora ha ben 3 piccoli dei quali occuparsi e la fatica sarebbe tanta anche se non soffrisse di sintomi d'ansia e depressivi.
Se starà bene lei staranno bene anche i suoi bambini e tutta la famiglia sarà più serena.

Tanti cari auguri,
dott.ssa Flavia Massaro
-www.serviziodipsicologia.it
Dr.ssa Flavia Massaro, psicologa a Milano e Mariano C.se
www.serviziodipsicologia.it

[#2] dopo  
Utente 481XXX

Io nn penso di essere depressa anke xche' il mio problema è che ho tanta voglia di fare ma l ansia m blocca e mi paralizzo davanti a questo muro..vorrei portare i bimbi al parco e penso no nn c vado potrei sentirmi male e i bimbi cm fanno senza d me..?vorrei fare d tutto ma mi blocco ho paura d stare male d andare all ospedale..m piacerebbe vivere la mia vita insieme ai miei figli a 360% ma nn riesco ho questo blocco volevo dei consigli su cm sbloccarmi..nn vorrei prendere farmac e nn posso andare da un psicologo xche' nn hotempo..volevo sapere potrei guarire da sola..Da questa ansia maledetta..?

[#3] dopo  
Dr. Carla Maria Brunialti

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
TRENTO (TN)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Gentile utente,

"guarire da sola.." .
Immagino che Lei ci avrà provato, con il risultato di scrivere a noi.

Lei aveva assunto "...il cipralex ma io nn vorrei riiniziare ho paura degli effetti collaterali iniziali...adesso chiedo a voi ma può essere magari solo una fase post partum che passerà da sola... "

Perchè, con tre bimbi ed una vita impegnativa, vole rischiare?
Perchè attendere che passi da sola?
Con quali effetti sulla Sua qualità di vita
e di quella dei Suoi figli?
Perchè impuntarsi a fare da sola, quando esistono gli aiuti?
Per paura di riconoscere la propria debolezza? E' debolezza umana; che sia depressione o ansia starà allo specialista definire.

Saluti cordiali.
Carlamaria Brunialti
Dr. Carla Maria  BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologia Clinica, Psicologa europea.
www.webalice.it/centrodipsicologia

[#4] dopo  
Utente 481XXX

Quindi l unica soluzione sono i farmaci o la psicoterapia..?
Ma un gg riusciro' facendo questo a guarire..?

[#5] dopo  
Dr. Carla Maria Brunialti

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
TRENTO (TN)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012

Farmaci e psicoterapia sembrano essere oggi la più efficace accoppiata:
https://www.medicitalia.it/blog/psicologia/6285-depressione-psicoterapia-efficace-farmaci-periodo.html

Se riuscirà a guarire?
E' possibile;
questo intensissimo periodo della Sua vita mette a dura prova ogni donna,
suddivisa tra figli e coppia:
https://www.medicitalia.it/blog/psicologia/3332-mamma-amante.html
Ma non dura sempre.

Si dia l'autorizzzione ad essere aiutata.

Carlamaria Brunialti
Dr. Carla Maria  BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologia Clinica, Psicologa europea.
www.webalice.it/centrodipsicologia

[#6] dopo  
Utente 481XXX

Grazie mille dei suoi consigli.

[#7] dopo  
Dr. Carla Maria Brunialti

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
TRENTO (TN)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012


Con l'augurio di "Buoni giorni!"

Saluti cordiali.
Carlamaria Brunialti
Dr. Carla Maria  BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologia Clinica, Psicologa europea.
www.webalice.it/centrodipsicologia

[#8] dopo  
Utente 481XXX

Dottoressa lei pensa che il cipralex farà di nuovo efficace..? Io ne prendevo 10mg la sera prima d andare a letto

[#9] dopo  
Dr. Carla Maria Brunialti

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
TRENTO (TN)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012


I farmaci sono di pertinenza degli Psichiatri.
Se ritiene, giro il consulto in quell'area.

Saluti cordiali.
Carlamaria Brunialti
Dr. Carla Maria  BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologia Clinica, Psicologa europea.
www.webalice.it/centrodipsicologia

[#10] dopo  
Utente 481XXX

Si certo lo giri

[#11] dopo  
Dr.ssa Franca Scapellato

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Gentile signora Ada, concordo con quanto hanno consigliato le psicologhe: la psicoterapia è fondamentale per acquisire strumenti che le permettano di gestire l'ansia.
L'escitalopram, il cipralex, è indicato per curare l'ansia cronica, non solo per la depressione. L'associazione di psico e farmacoterapia permette un miglioramento più rapido e risultati più stabili. Se in passato rispondeva a 10 mg è molto probabile che risponda ancora allo stesso dosaggio.
Gli effetti collaterali iniziali si possono ridurre iniziando gradualmente. Ha la fortuna di rispondere alla terapia (in circa il 30 per cento dei casi gli ssri non funzionano, o danno una risposta parziale), è un'opportunità da non trascurare.
Franca Scapellato

[#12] dopo  
Utente 481XXX

Dottoressa grazie del suo consulto..in effetti il cipralex mi ha ridato la vita..considerando che come dose era minima...ho ripreso a guidare ad entrare nei supermercati ad andare in gita cn i miei figli cosa che prima nn pensavo minimamente di fare..adesso nn lo prendo da un anno cm ho già scritto l ho sospeso di botto sapendo di essere in attesa...anzi pochi effetti di astinenza ma adesso a distanza di un anno o gli ormoni della gravidanza o il post parto diciamo che sto riiniziando a stare male a gg alterni..sn una mamma creativa mi piace creare e realizzare oggetti mi piace cucire ho cura della casa dei miei figli cura di me stessa se ho tempo ma m frega sta paura di stare male...passo gg a pensare e fissarmi su qualke malattia che possa avere..e inizia l ansia la paura..oppure mi sveglio e già penso mamma mia un altro gg cn l ansia e se nn ce l ho me la faccio venire..ne parlerò di nuovo cn il medico di base e vediamo di riiniziare a fare la cura...magari cn un tempo più prolungato e toglierlo poi a scaletta..

[#13] dopo  
Dr.ssa Franca Scapellato

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Bene, ma tenga conto che anche la psicoterapia cognitiva può insegnarle a pensare in modo diverso, più funzionale, perchè il meccanismo che ha descritto parte dal pensiero. Il farmaco le dà una base di maggiore tranquillità e poi su quella base deve imparare a pensare in modo meno ansiogeno, ci sono tecniche che si possono apprendere.
Franca Scapellato

[#14] dopo  
Utente 481XXX

Scusi la mia domanda...cosa comporta la terapia cognitiva?

[#15] dopo  
Dr. Carla Maria Brunialti

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
TRENTO (TN)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Gentile utente,

se Lei leggerà attentamente il link consigliatoLe già in
#5,
https://www.medicitalia.it/blog/psicologia/6285-depressione-psicoterapia-efficace-farmaci-periodo.html
troverà qualche risposta adeguata...
Dr. Carla Maria  BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologia Clinica, Psicologa europea.
www.webalice.it/centrodipsicologia