Utente 482XXX
Buongiorno, assumo una compressa di zoloft 50 mg al giorno da circa 15 anni per un disturbo d'ansia con somatizzazioni allo stomaco. Contestualmente, la sera, assumo 25 mg di misulpride (fino a 10 giorni fa assumevo 50 mg). Ultimamente, a causa del cambio di lavoro, ho avuto un aumento dell'ansia con abbassamento del tono dell'umore per cui la mia specialista mi ha prescritto cymbalta, che secondo lei a tendere andrà a sostituire zoloft e amisulpride. Dopo circa un mese di trattamento con cymbalta (prima settimana a 30 mg, poi passaggio alla dose di 60 mg da circa 25 giorni) non ho ancora notato miglioramenti sul tono dell'umore. Anzi, da qualche giorno mi è tornata una forte ansia con somatizzazione allo stomaco. La mia domanda è: dopo quanto tempo inizia a fare effetto cymbalta? Devo aspettare o non è il farmaco adatto a me? L'assunzione contemporanea con lo zoloft e amisulpride a queste dosi può avere controindicazioni? Grazie per la risposta

[#1] dopo  
Dr. Mario Savino

40% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Perchè la sostituzione? Avete prima provato a tornare a 50mg di Amisulpride?
Grazie
Mario Savino
medico
Specialista in Psichiatria
www.mariosavino.com

[#2] dopo  
Utente 482XXX

Abbiamo deciso insieme alla specialista di sostituire amisulpride in quanto l'aumento della prolattina mi ha portato disturbi sulla sfera sessuale...

[#3] dopo  
Dr. Mario Savino

40% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
OK, ora capisco, mi scusi.
Il Cymbalta è di solito meno fastidioso dal punto di vista sessuale ed è tra i farmaci indicati per i casi come il suo.
E' un buon farmaco, io aspetterei ancora, la latenza d'azione degli antidepressivi può arrivare a 8 settimane.
Semmai si può aggiungere che nelle forme di ansia associate a disturbi dell'area gastroenterica i migliori risultati si ottengono con un trattamento almeno iniziale con triciclici e sulpiridi (mutabon mite etc) da sospendere dopo le prime settimane se fastidiosi (vedi amisulpride e disturbi sessuali), con la possibilità di riassumerli per brevi periodi qualora i sintomi gastrici si ripresentino nel tempo.
Mario Savino
medico
Specialista in Psichiatria
www.mariosavino.com