Utente 366XXX
Gent.mi medici,
Sono una studentessa di 23 anni, e da alcune settimane soffro di disturbi che non so se ricondurre ad eziologia somatica o psichica. Premetto che in passato ho sofferto di disturbi alimentari (anoressia e poi bulimia) e che ne sono “uscita”, in realtà, da poco. Per circa un anno sono stata bene, sia fisicamente che psicologicamente, sino ai primi di Aprile. Sto attraversando un periodo piuttosto stressante all’università, al quale si aggiungono degli impegni lavorativi (lavoro per permettermi gli studi). Sono alta 1,60m e peso 50kg circa, mangio di tutto in maniera varia ed equilibrata, ho dovuto (ahimè) interrompere lo sport per studiare. I sintomi che ho iniziato a provare subito dopo Pasqua sono i seguenti: ho continua scialorrea, senso di fame e brontolio allo stomaco, ed anche dopo aver mangiato continuo a sentire senso di fame. Passo quindi la giornata a mangiarmi le unghie (sono onicofaga da molto tempo in realtà, ma in questa fase sono peggiorata) e talvolta ho sensazione di prurito in diverse parti del corpo (braccia, volto, gambe). Inoltre ho continua astenia e ultimamente anche il sonno è disturbato (tendo a svegliarmi durante la notte). L’alvo e la diuresi sono regolari, fumo meno di 10 sigarette al giorno e prendo massimo 3 caffè. Prendo Yaz come contraccettivo.
Prima di contattare un qualsiasi specialista, visti i miei pregressi disturbi alimentari, penso che Voi possiate indirizzarmi verso la strada giusta! Grazie mille!

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Sa di più a proposito della sua situazione, ad esempio, gastro-esofagea, specie se in passato c'era vomito abituale ?
Ci sono ragioni di ipotizzare che abbia allergie stagionali ?
Ha eseguito accertamenti di base per questi sintomi ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 366XXX

Gentile dottore,
Grazie innanzitutto per la celere risposta! In passato ho sofferto di reflusso gastroesofageo e di disturbi gastrointestinali in generale (alcuni periodi seguivo terapia con Gaviscon ed enterolactis) ed, in generale, anche adesso che non ho più certe brutte “abitudini”, mi capita di svegliarmi con una sensazione di “amaro in bocca”. In generale ho sempre compensato il vomito con degli integratori, quindi non ho avuto mai alterazioni elettrolitiche (o di altra sorta) gravi. Per quanto riguarda le allergie, che io sappia non ne ho mai sofferto e, non avendo mai avuto alcun sintomo, non ho mai fatto test allergici.
Non ho recentemente fatto nessun tipo di analisi/controllo ( se non una visita ginecologica, in cui il medico mi ha diagnosticato infezione da C. albicans, che ho trattato).

[#3] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Fare prima escludere dal medico che sia residuata una situazione anomala di tipo gastroesofageo, perché alcuni sintomi potrebbero far pensare a questo.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 366XXX

Grazie mille dottore!