Utente 491XXX
Salve, ho 28 anni eabito (purtroppo) a casa con i miei genitori a causa della mancanza di lavoro, mi rendo conto di chiedere aiuto in ritardo di tanti anni. La mia situazione familiare è disastrosa, mio padre ha 53 anni ed è sempre stato violento con me e mio fratello, ma soprattutto con mia madre, la tratta peggio di una schiava, oltre ad insultarla pesantemente di continuo, nonché ad alzarle le mani, sputarle addosso, e urlarle tutte le schifezze possibili e immaginabili. È altamente irascibile, nel senso che davvero non gli si può dire nulla che lui la trasforma in una tragedia greca, prendendola molto sul personale. Ora, il problema è che lui non riconosce di avere un problema, quindi non vuole essere aiutato. Non si contano le volte in cui ho chiamato i carabinieri a casa mia, a causa di scenate violente e disgustose, ma tutte le volte lui si riesce a controllare al loro arrivo, recitando la parte della vittima. Una volta ha addirittura avuto il coraggio di dire che sono stato io (1.70x70kg) a picchiare lui (186x120kg), ma i carabinieri hanno sempre affermato che senza denuncia non è possibile fare nulla. Non ne posso più e penso ormai di soffrire di depressione da svariati mesi, non so davvero a chi implorare aiuto, perché lui avrebbe veramente bisogno di un TSO o qualcosa di simile, ma rifiutando ogni aiuto non si risolverà mai nulla. Ho dimenticato di dire che mia madre (1.55x40kg, forse) soffre purtroppo di bulimia, e non sono mai riuscita ad aiutarla poiché anche lei rifiuta le cure, ma soprattutto si sfoga così a causa dei maltrattamenti di mio padre. In passato le ha già rotto un piede ed una costola, oltre a traumi cranici, ematomi, svariate minacce con coltelli. Ho, anzi abbiamo, bisogno urgente di aiuto. Penso che di questo passo diventerò presto pazzo oltre che depresso, e vorrei sinceramente provare ad evitarlo. Grazie in anticipo spero che qualcuno possa essere in grado di suggerirmi come muovermi.

[#1] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Non è detto che questi comportamenti siano dovuti ad una patologia psichiatrica anzi è probabile che non sia così.

Le violenze sono tali indipendentemente e vanno denunciate.

Psichiatrizzare la situazione non è un passaggio corretto.

Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#2] dopo  
Utente 491XXX

Temo di aver omesso qualcosa. Oltre alla violenza, ha repentini cambi di umore, quando è "tranquillo" basta una parola perché abbia degli scatti d'ira, in cui urla le peggiori schifezze che una mente possa elaborare, i peggiori insulti, per poi dimenticarsene a breve. Ha molti tic, manie di controllo e manie di persecuzione da parte di mia madre, è convinto di essere la vittima della famiglia, ogni cosa che siccede dentro o fuori casa lui la giustifica attribuendo la colpa a mia madre, ha letteralmente dell'insofferenza nei suoi confronti, dovuta alla realtà distorta della sua mente, in cui si vede schiavo di mia mamma, è convinto di non poter uscire di casa per colpa sua, di conseguenza non esce e non fa niente per poi prendersela con lei, dicendo che glielo impedisce, quando in realtà fa tutto da solo. Ho questi ricordi sin da quando sono piccolo, in cui diceva di volermi comprare un gelato ma che non poteva per colpa di mia madre, e si rifugiava dietro questi ideali. Oltre a questo, non vuole avere contatti sociali, odia tutte le altre persone perché le reputa stupide, quelle poche volte in cui è andato a cena fuori con altre persone, si sono rivelate serate disastrose, in cui tutto era apparentemente tranquillo, ma poi dal nulla si sono trasformate in urla e piatti che volavano, davanti a tutti, quando non era successo nulla, e attribuiva la colpa a mia madre. 11 anni fa mio fratello ha subito un grave incidente in moto in cui ha subito l'amputazione di un arto inferiore, lui ha subito accusato mia madre del tutto, oltre ad aver fatto il lavaggio del cervello a mio fratello, già con una mente fragile a causa dell'incidente, convincendolo che tutti i mali del mondo e che lo stesso incidente fossero tutti causati da mia madre, così dopo anni mio fratello è scappato di casa, gridando che sperava che morissimo tutti, e non si fa più vivo da 3 anni. Mio padre con la sua malattia ha rovinato una famiglia. Non sono medico e per questo sto scrivendo qui, ma non si tratta solamente di violenza, lui ha davvero qualche problema mentale ma non so dire quale, probabilmente studiando i sintomi la cosa più che si avvicina è proprio la schizofrenia.