Utente 321XXX
Salve a tutti dottori. Inizio col dire che sono in cura, per colpa di un doc che mi porto dietro da qualche annetto. Il problema principale sono i pensieri a sfondo sessuale ed il fatto che se non faccio una determinata cosa mi creano ansia, mi spiego meglio. per esempio il mio cervello pensa inconsciamente : se finisco di leggere questo libro faccio sesso con un mio parente e questo mi crea ansia e mi porta a non leggerlo. Oppure: se non penso a qualcosa di casuale (che può essere di farlo con chiunque capiti) sono gay. Tutto questo mi crea ansia all'inizio e quindi sono costretto a fare quella determinata cosa per abbassare i livelli ansiogeni. Il problema è : se cerco di resistere e quindi tenermi l'ansia e tutto il resto secondo voi posso interrompere questo circolo vizioso? inoltre prendo dei farmaci annessi proprio al doc come risperdal e citalopram. grazie in anticipo a tutti

[#1] dopo  
Dr. Paolo Carbonetti

28% attività
20% attualità
16% socialità
VITERBO (VT)
TERNI (TR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
I disturbi di cui parla sono quelli tipici del Disturbo Ossessivo-Compulsivo.
Anche la terapia, di cui però omette le dosi, sembra congrua.
Tenga conto che il trattamento indicato per questa patologia prevede farmaci a dosi medio-alte e tempi lunghi.
Si armi di pazienza.
Dr. Paolo Carbonetti
Specialista in Psichiatra
Specialista in Psichiatria Forense
Viterbo-Terni-