Utente 502XXX
Salve Dottori,
da una settimana sotto indicazione dello psichiatra ho effettuato il passaggio da citalopram 40 mg a cipralex 20 mg.
Sono stato in cura per diversi anni con citalopram 40 mg, con risultati accettabili ma non ottimi. Dopo un tentativo di sacalaggio (in cui sono stato piuttosto bene per diversi mesi a 10 mg), circa 4 mesi fa' ho avuto un forte peggioramento, con aumento dell'ansia, giramenti di testa, testa vuota e derealizzazione. Quindi, dopo aver riportato il dosaggio a 40 mg in circa 2 mesi, il medico ha optato per questa scelta. Volevo chiedervi se il passaggio al nuovo farmaco può causare nei primi periodi un peggioramento dello stato ansioso anche s ele due molecole sono molto simili. Per adesso, dopo 4 giorni che sono a dose piena di cipralex (20 mg) noto un peggioramento di alcuni sintomi: testa vuota, senso di svenimento, derealizzazione.
Grazie mille.

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Francamente il passaggio è abbastanza poco comprensibile, il farmaco è lo stesso. Capirei per migliorare gli effetti collaterali, ma in caso di inefficacia che la scelta cada sul farmaco che è semplicemente il citalopram sottotipo "s", già contenuto nel citalopram che prendeva prima, è discutibile.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 502XXX

Grazie Dottore per la risposta.
Il cambio è stato effettuato perchè lo specialista, invece di aumentare il dosaggio di citalopram a 60 mg (tentativo due volte fallito a causa degli effetti collaterali), ha preferito passare al cipralex, che a 20 mg dice essere equivalente ai 60 di ditalopram come efficacia, ma con minori effetti collaterali.

[#3] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
No, equivale a 40 mg
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 502XXX

Un'ultima cosa: sono possibili comunque peggioramenti inziali dovuti al cambio di molecola? (cambio effettuato in 6 giorni con affiancamento dei due farmaci).
Grazie mille.

[#5] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Sì, teoricamente sì, anche se è simile, perché potrebbe agire senza l'altra componente che forse attenua alcuni dei sintomi iniziali, però ripeto, qui parliamo comunque di una molecola già in corso, sarebbe come dire che sale con la dose, non sono verosimili differenze così marcate, quindi può essere che semplicemente sia un peggioramento che prosegue.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it