Utente 502XXX
Sono un ragazzo di 24 anni (a brevissimo),
I miei sintomi iniziano a maggio, con affaticamento e respirazione pesante (spaventato, inizio a consultare internet)
Dolori (non forti, più fastidi che dolori) intercostali, schiena
Fatica
Insonnie, formicolii mani e piedi, intorpidimento
Episodio di incapacità a scrivere, ma non do peso
Insonnia (avuta quasi sempre) con talvolta allucinazioni ipnagogiche e ipnopompiche
Confusione mentale
Talvolta notavo ad intermittenza un dolore all'occhio destro (durante il corso dell'anno accademico)

Alla mia autodiagnosi di tumore al polmone, inizio un giro per medici (di famiglia, guardie mediche) tutti con la stessa risposta: ANSIA
Con l'Rx toracico pulito e un emocromo a loro dire perfetto (a parte globuli bianchi a 14.000 e VES 20-40, transaminasi leggermente più basse)

Per una settimana sto bene, poi collego la respirazione pesante e problemi cerebrali (è il cervello a controllare tutto, per cui)
L'ansia aumenta, i formicolio al piede si è trasformato in un dolore, che interessa la gamba sia destra che sinistra, ginocchi, talvolta glutei, cosce (i dolori variano, eccetto quello del piede)
Dolore (sempre di lieve entità) schiena, rigidita al collo, muscoli masticatori, bassa schiena
Anche i polsi, gomiti, vengono interessati
Parestesie, disestesie
Fatica, presente, avverto riduzione di forza muscolare

Col tempo, mi accorgo di avere una pupilla più grande dell'altra, a volte è la SX, altre la DX, altre volte non si nota il problema.
Dolore oculare, miodesopsie variabili (ho notato che nelle condizioni di stress aumentano)
A volte ho notato vibrazioni ai margini del campo visivo

Visita neurologica: Tutto nella norma, diagnosi: disturbo d'ansia
Visita oculistica, nella norma (nonostante vedo queste alterazioni pupillari, l'oculista non ha rilevato nulla). Diagnosi: ansia
E lo so, perchè di ansia ho sempre sofferto

Adesso mi chiedo, ansia e stress possono portare ad una alterazione del sistema autonomo tale da portare oltre a dispnea e tachicardia, anche problemi oculari?
Ho iniziato una cura con seropram, compendium, samyr, ma ancora è presto per dare risultati (se non che mi sento peggiorato).

Il mio sospetto è una malattia come la sclerosi multipla, un tumore, ho sospettato la creutfield jakob ( i medici ridono appena glielo dico).
Mi rivedo in tutti i sintomi che leggo
Cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Lei ha già perso di vista il punto. La sua diagnosi è psichiatrica, ansia è un po 'generico, ma diciamo che si capisce di cosa parliamo.
Lei però continua a trattare i sintomi come se fossero tali, e quindi il suo problema è se l'ansia giustifica questi sintomi. Questo ragionamento in sé è un sintomo, perché è un pensiero ipocondriaco.
Non si tratta di stabilire se l'ansia correli coi sintomi, ma che il suo modo di riportare le sue osservaizoni sul corpo è di tipo ansioso. In questo modo la normalità, il nulla diventa sintomo allarmante.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 502XXX

La ringrazio della celere risposta.
Tutti i medici che mi hanno visitato mi hanno consigliato di fare psicoterapia.
Il fatto é che sono convinto che quello che ho sia organico.
Lei cosa mi consiglia? La psicoterapia é utile in questi casi?

[#3] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Ma una diagnosi la saltiamo a pié pari ? Dire "faccia psicoterapia" è un modo di dire di molti quando si parla di psichiatria, ma funziona come il resto della medicina. Si individua il problema, lo si classifica se possibile e si passa a individuare le cure disponibili.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 502XXX

Io neurologo ha parlato di disturbo d'ansia con somatizzazioni. Probabilmente la diagnosi sia questa

[#5] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
I disturbi d'ansia hanno tutti somatizzazioni, ma non è una diagnosi precisa questa, perché ad esempio il panico è una cura, il doc un'altra, il dag un'altra ancora. Le terapie possono anche essere simili, ma non uguali.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it