Utente 506XXX
Salve a tutti, è da giugno che l'ossessione di essere omosessuale non mi abbandona. Sono in cura da una neurologa la quale mi ha assicurato che la mia è una nevrosi fobica ossessiva. Seguo una cura a base di antidepressivi, stabilizzanti e ansiolitici. Sfortunatamente, nonostante un minimo di calma in più, la paura non mi abbandona. Sono tempestato tutto il giorno da immagini di tipo sessuale, o semplicemente da volti di persone, come se fossero un pensiero fisso. Questi si intrufolano anche in momenti di intimità con la mia fidanzata o durante la masturbazione. Col passare del tempo ho provato a pensare di proposito a tali atti e ho anche visionato pornografia e ho avuto delle erezioni. I farmaci mi buttano a terra pesantemente, cerco rassicurazioni continue e mi sono confrontato con persone omosessuali le quali stesso loro mi hanno giurato fosse improbabile l'omosessualità ma piuttosto un disturbo ossessivo molto invalidante. Sto cercando di accettarmi eventualmente come bisessuale, poiché non riesco a capacitarmi di essere omosessuale dopo anni e anni di interesse e forti sentimenti per donne, compresa la mia attuale fidanzata, grazie alla quale riesco a mantenere la calma e una sensazione di pace interiore, e di calore, mi pervade quando con uno sforzo immane allontano tutto ciò dalla mia testa e la immagino sorridere, o mi aggrappo a un suo ricordo. Sono devastato psicologicamente, non so più cosa fare e vorrei riavere il controllo sui miei pensieri e sul mio corpo, mi è capitato di avere erezioni in preda all'ansia guardando semplicemente uomini nudi o torsioni di stomaco ritrovandomi a incrociare lo sguardo con uomini oggettivamente belli. In più, ho continui ricordi di eventi mai accaduti, come ad esempio baciare amici o il vederli al posto della mia partner in rapporti sessuali. Vi prego di scusare la lunghezza del post ma mi sento...incompreso e stanco, a volte ho pensieri sessuali letteralmente verso chiunque e mi fanno sentire perverso, schifoso. Non solo, in momenti di tranquillità mi capita di avere pensieri del tipo "voglio stare con un uomo" o di giudicare esteticamente chiunque mi sia intorno. Anche dare un bacio alla mia splendida fidanzata è quasi diventato un parto, ho paura semplicemente di chiudere gli occhi ed avere immagini o volti di persone durante l'atto o ancora, mi capita di girarmi più volte a controllare sia effettivamente lei che abbraccio, che bacio o che tengo per mano, poiché più volte mi è capitato di avere la sensazione, o meglio una sorta di immagine mentale che mi mostra qualcun'altro al mio fianco. È spossante, devastante e sta minando seriamente il mio funzionamento giornaliero.

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Da Giugno ad ora nessuno l'ha mai visitata ? Ha già avuto periodi del genere in passato, al di là del contenuto, intendo dire con pensieri di questo tipo che non la lasciano in pace e la obbligano a fare verifiche, prove etc ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 506XXX

Dottor Pacini sono stato visitato più volte e mi è stata diagnosticata una nevrosi. In passato ho avuto periodi molto simili, sempre riguardanti la stessa tematica ma molto, molto più leggeri, visto che avevo continuamente conferme positive e dopo poco l'ossessione spariva del tutto. Ho paura che tutto ciò possa derivare da una repressione continua sin dall'età di 12 anni circa, momento in cui per la prima volta si manifesta questo dubbio. Successivamente per anni e anni non ho avuto alcun dubbio e con le prime relazioni e rapporti, è tutto andato a gonfie vele. Da un singolo episodio scatenante è ritornato tutto alla mente, come se tutto ciò non fosse mai accaduto, scatenandomi fortissime crisi e attacchi di panico.

[#3] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Nevrosi è un termine che più vago non si può. E' più vago di quel che si riesce a capire qui con la sua descrizione, voglio dire.
Bene, ma nessuno l'ha mai curata per questo ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it