Utente 180XXX
BuonaSera a tutti i gentilissimi Dottori.
Dopo 9 anni mi ritrovo a scrivere nuovamente per un consiglio.
Da sempre sul filo del rasoio, ora di anni ne ho quasi 39.
Sono crollata un mese fa del tutto, e, con la mia psichiatra, abbiamo deciso di ricominciare la cura con citalopram.
L' anno passato ha messo a dura prova i miei nervi( fine di una convivenza e 16 anni di fidanzamento, una serie di eventi frustranti, problemi al lavoro e di cuore)e, da Ottobre, sono iniziate fobie e attacchi di panico che m' impedivano di svolgere le attività più semplici come andare a lavorare, guidare o farmi la doccia etc.
Sapevo di non essere depressa, ma solo ansiosa come da sempre.
"Ansia generalizza" mi confermò la mia psichiatra.
Io ci metterei anche sindrome pre mestruale, quella che ti devasta.Stavo bene giusto 4 giorni al mese.Quelli del ciclo.Il resto era un' altalena.
È da ormai un mese che prendo 10 gocce al mattino, associate a xanax che sto gradualmente scalando.
Associo il tutto a una psicoterapia.
Decisamente sono tornata quella di un tempo.Non credevo di riprendermi così in fretta.
Vorrei porvi un quesito.
Peso 45 chili ormai da 8 anni(molta forza di volonta nel mantenermi)e non ho perso peso nel periodo buio(mi sforzo di mangiare anche quando ho lo stomaco chiuso in una morsa).
Le ultime cure risalenti a 10 anni fa, mi fecero diventare un balenottero.C'è da dire che facevo un lavoro molto sedentario, mangiavo in continuazione e partivo da un peso di 55 chili per arrivare a 70.
Ora sono 8 anni che seguo una scrupolosa dieta(sopratutto per le intolletanze alimentari)faccio un lavoro molto pesante e stressante a livello sia fisico che mentale(lavoro in un noto fast food)più altri due lavori extra(ora vivo di nuovo da sola).
Ho un cane iperattivo.
Ci tengo molto alla mia linea, ma ho dovuto fare un compromesso.
Umore o fisico.
Detto ciò, avendo un peso fisso ormai da 8 anni, grande forza di volonta' nel non ingrassare nonostante il mio ipotiroidismo(che non richiede cure a meno che non voglio figli), lavorando sempre, scrupolosa attenzione all' alimentazione, potrei ricominciare a ingrassare come allora?
So che non avete una sfera di cristallo, ma sento di persone che non ingrassano, e persone che invece ingrassano.
Chiedo a voi gentili dottori:
Quale sarà il mio destino?
Siate sinceri.
Vi ringrazio anticipatamente.
Auguro buona serata.

[#1] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Effettivamente non abbiamo una sfera di cristallo che tra l’altro non serve per prevedere il futuro.


Il suo destino sarà segnato da possibili effetti anche sul peso che sono variabili come per tutti i pazienti che assumono la terapia.

Prima di aumentare di 15 chilogrammi solitamente si aumenta di 1,2,3, e così via.

Per cui se dovesse accorgersi di un aumento di peso dovrebbe aumentare l’attività fisica e variare la dieta.


Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#2] dopo  
Utente 180XXX

Buonasera Dottore!
Grazie per la sua celere risposta.
Davvero io sono più in crisi all' idea di non vestire più una xs!
Sapesse il mio sacrificio per rimanere così.
Per ora il peso è ancora fermo a 45 kg...Ma è solo un mese!
Il mio destino è segnato allora.
Almeno Lei è stato sincero.
C'è chi dice che non s' ingrassa, c'è chi dice che s' ingrassa.
Ho visto persone prendere 2/3 kg, altre pure 10.
Il mio medio di base e la mia psicoterapeuta dicono che il citalopram è cambiato in 10 anni, ed è un farmaco neutro sul peso.
Personalmente sono sempre ingrassata.
Con cymbalta poi non ne parliamo.
Non so ancora per quanto tempo andrà avanti la cura.
La mia psichiatra non si pronuncia.
Cosa intendono i medici quando dicono
"Cura a lungo termine?".
Grazie ancora per la sua sincerità.