x

x

Ricerca

su un forum online americano per le fobie sociali (ero lì per curiosità io non soffro di questa fobia) due ricercatori mi hanno risposto dicendomi che per uno con il mio certificato (cioè solo "negativi" della schizofrenia) è strano che io non abbia ancora provato la cicloserina (seromycin) al dosaggio di 50mg e che gli antipsicotici tipici e atipici non hanno praticamente nessun effetto sui "negativi". Specialisti e medici di base a cui ho riferito questo li ho visti molto perplessi e decisamente poco propensi al riguardo e non ho voluto insistere. In farmacia mi hanno detto che in Italia tale antibiotico non è più commercializzato e quindi pensavo e se poi fa bene? E' così rischioso provarlo? E' pericoloso? Come potrei fare per provarlo? grazie comunque
[#1]
Dr. Paolo Carbonetti Psichiatra, Psicoterapeuta 3,6k 207
La cicloserina veniva usato nella co-terapia della TBC, e sono stati osservati, in questi protocolli, alcuni casi di eccitamento maniacale. Un altro chemioterapico antitubercolare, l'isoniazide, aveva ugualmente azione antidepressiva, tanto che la sua molecola ha dato origine al primo antidepressivo della storia, il Marsilid.
Sugli effetti della cicloserina sui sintomi negativi della schizofrenia vi sono ancora pochi dati, e io mi muoverei con prudenza.

Dr. Paolo Carbonetti
Specialista in Psichiatra
Specialista in Psichiatria Forense
Viterbo-Terni-

Soffri di allergia? Partecipa al nostro sondaggio