x

x

Ciclotimia

Egregi dottori,
la ciclotimia è solo una forma attenuata di disturbo bipolare o è un disturbo diverso? Noto infatti che chi ha il disturbo bipolare ha paradossalmente più stabilità di me che ho sbalzi di umore nel giro di ore e non riesco a combinare niente se non il minimo indispensabile. La terapia farmacologica è molto simile, perciò è sufficiente applicare le stesse modifiche comportamentali utili per il disturbo bipolare (orari regolari, riduzione dello stress, niente caffè e altre sostanze psicotrope, igiene del sonno, ecc)? Oppure bisogna aggiungere anche le terapie utili per il disturbo borderline, come la dbt? Grazie
[#1]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 39.9k 928 271
La ciclotimia è una condizione di fondo, attenuata in intensità ma abituale, che si configura come "temperamento", cioè impostazione di base che è espressa in maniera continua, pervasiva. Si descrive come insieme di instabilità umorale, impulsività e suscettibilità.
E' una cosa non uguale al disturbo ciclotimico o bipolare II o I.
Non è paradossale che una persona con disturbo bipolare I per esempio sia poi, fuori dalle fasi, più regolare e lineare di un soggetto ciclotimico senza fasi maggiori.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Libri: https://www.amazon.it/s?k=matteo+pacini&__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&ref

[#2]
dopo
Attivo dal 2018 al 2019
Ex utente
Io prendo il litio e un antipsicotico e ho familiarità per i disturbi dell'umore. Mi servono comunque gli aggiustamenti comportamentali utili nel db, es. l'igiene del sonno, diario dell'umore, ecc?
[#3]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 39.9k 928 271
Se ha una terapia comunque vorrà dire che ha un disturbo bipolare, magari non rientrante nelle classiche tipologie. Forse il termine ciclotimia è usato in questo senso.
[#4]
dopo
Attivo dal 2018 al 2019
Ex utente
Grazie dottore, volevo sapere questo.

Il disturbo bipolare è una patologia che si manifesta in più fasi: depressiva, maniacale o mista. Scopriamo i sintomi, la diagnosi e le possibili terapie.

Leggi tutto