x

x

Alternanza tra realtà e dissociazione ricorrenti in riferimento alle stesse persone

Alternanza tra realtà e dissociazione ricorrenti, con riferimento sempre alle stesse persone o gruppi di persone ed a fatti avvenuti di recente oppure nel passato, a volte con gestualità ripetitiva, come alzare e chiudere i vetri dell'auto, nel senso di fare entrare e non fare entrare un qualcosa, aprire e chiudere le portiere dell'auto, a volte sboccata; frasi senza senso, soprattutto quando non è impegnata la mente in un discorso valido. Quando al volante dell'auto, anche in condizioni di " dissociazione" ci sono sempre riflessi pronti ed attenzione alla guida; lasciati spesso i fornelli del gas accesi, con fiamma e non per dimenticanza, candele accese sul tavolo, voci dall'esterno che in realtà sono inesistenti. Da tre anni in cura con Psichiatra/psicologo, terapia utilizzata la psicoanalitica e da poco medicine utilizzate xanax e dopo un mese "frontal".
Vita sociale pari a zero, coniuge che si occupa di tutto, la spesa, etc tiene sotto controllo il tutto, soldi o carta di credito solo lui, quando sorge qualche necessità, parrucchiere o altro della vita quotidiana si deve sempre chiedere qualche giorno prima, auto personale da circa due anni ferma in quanto il coniuge non ha ritenuto di porla meccanicamente efficiente e di conseguenza non ha pagato l'assicurazione.
Premesso che la vita matrimoniale è stata sommamente insoddisfacente, un aborto ed un bambino che ha 9 anni ed in attesa di separazione.
[#1]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 39.8k 927 271
Gentile utente,

A parte gli altri sintomi, dice che sente voci dall'esterno che non esistono. Lo psichiatra questo lo sa ?
Xanax e frontal sono la stessa cosa, e si tratta solo di un generico ansiolitico. Ha ricevuto una diagnosi ?

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Libri: https://www.amazon.it/s?k=matteo+pacini&__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&ref

[#2]
dopo
Utente
Utente
" Nevrosi dansia"
[#3]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 39.8k 927 271
E le voci, ammesso che intenda proprio sentire delle voci come le sentiamo normalmente, senza che ci siano fuori, rientrerebbero in una nevrosi d'ansia ?