Utente 137XXX
Buongiorno, premetto una cosa SONO IN CURA AL CPS quindi non ho possibilità di interpellare la mia psichiatria se non 1 volta al mese, perché anche telefonicamente è abbastanza difficile, oltretutto ora è in ferie ed in ogni caso quando vado al cps di tutto quello che dico scrive semplicemente i farmaci che mi fa assumere e la volta dopo si è già dimenticata di tutto.
Fatta questa premessa, spiego il mio problema.
Io assumo daparox da 10 anni prima 40 gocce, poi sono stata bene per 6 anni e sono scesa a 5.
Stavo smettendo poi è successa una cosa nella mia vita e purtroppo ho avuto una ricaduta.
La dottoressa, mi ha fatto aumentare il farmaco, ma nonostante l'aumento non ha funzionato e sono arrivata a 40 gocce.
Gli ho chiesto se per caso prendendolo da così tanti anni poteva dare assuefazione, ma mi ha detto che non era possibile
Arriva l'estate ed io sto bene fino a ottobre quando di nuovo ricado nell' ansia e depressione ed a questo punto la dottoressa mi aggiunge l'ezequa in capsule da 30.
Io purtroppo da quando ho iniziato a soffrire di depressione sono ipocondriaco eed ho paura a prendere medicinali.
Io mi sono stancata di dirglielo perché tanto non mi ascolta e la volta dopo si è già dimenticata di tutto perché non scrive niente.
Ora giungo alla mia domanda
1 il daparox è possibile che a lungo andare non faccia più effetto?

2 se il mio fisico è già abituato a prendere antidepressivi quello nuovo può non dare effetti indesiderati?

3 la dottoressa mi ha prescritto queste dosi
Ezequa 30 al mattino daparox 20 mg a mezzogiorno e 20 a cena + xanax 10 gocce al mattino 10 al pomeriggio e 20 alla sera.
Sono dosi elevate?
Devo assumere farmaci tutto il giorno?

4 lo psichiatra precedente mi aveva fatto assumere samyr in primavera, ho notato che in estate io sto bene se aggiungessi samyr nel periodo invernale è possibile che mi aiuti a stare meglio?
La dottoressa attuale non me li prescrive perché dice che non serve a niente.

So che è un po' lungo da leggere ma avrei bisogno di un altro parere perché non so a chi rivolgermi.

Ringrazio anticipatamente

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Il fatto che possa chiamare una volta al mese non so se sia un accordo tra voi, non è una regola. Anzi, ci mancherebbe che non si potesse avere un contatto in caso di bisogno più rapido.
Però, le domande che pone denotano in effetti una qualche ripetitività o gratuità delle domande. La 1 è la ripetizione di ciò che ha già chiesto alla dottoressa. Le altre sono domande di previsione, quindi senza risposta "in concreto", o di conferma di una prescrizione senza motivi particolari. Ad esempio dire se una dose è "troppo alta" non ha il minimo senso, innanzitutto perchè mai dovrebbe esserlo, e poi in base a quelle informazioni che chiunque può verificare, tipo il foglietto, tale domanda non ha senso.
Probabilmente il medico la conosce bene e lascia correre certe domande o richieste in quanto inutili a livello operativo o sintomatiche del suo disturbo.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 137XXX

Forse non mi sono spiegata bene io non so come funzioni in altri Cps ma nel mio è così se telefono e la dottoressa è in visita non me la passano devo richiamare fino a quando non la trovo libera . Le ho già raccontato il mio trascorso 3 volte perché si dimentica. Le mie domande e ripeto, sono
1 visto che mi ha detto che è impossibile che il daparox non faccia più effetto perché mi ha prescritto un'altro farmaco?
2 le dosi alte mi riferivo allo XANAX
Però la prego di leggere tutto anche della mia domanda precedente perché il mio problema è anche la difficoltà che ho con la dottoressa perché non mi ascolta e da un mese all 'altro non si ricorda quello che le dico. Altrimenti non avrei chiesto un consulto

[#3]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Alla 1: non saprei, se le cambia cura mi pare voglia dire che con la nuova spera di ottenere di più che con la vecchia
Alla 2: elevate o meno rispetto a quale obiettivo ?

Detto questo, si tratta di spiegazioni sui motivi e i dettagli di una prescrizione, cioè niente che un altro possa commentare nello specifico. Il consulto qui non sostituisce né integra una visita, è semplicemente un commento che su alcune cose.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 137XXX

Quindi è possibile che un antidepressivo che si utilizza da tanto tempo non faccia più effetto?
Lo xanax mi sembra troppo elevato perché quando l'ho assunto la prima volta ne prendevo 5 gocce al mattino e mi facevamo effetto dandomi già un po' di sonnolenza, non vorrei che con 10 gocce al mattino al pomeriggio e alla sera non faccio altro che dormire
Un' altra cosa il Samyr può aiutare in aggiunta ad una cura adeguata nei cambi di stagione?

[#5]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Più che altro è possibile star peggio, non è che l'unica spiegazione sia nel venir meno dell'effetto del farmaco nel tempo cosa che mediamente non c'è.

Per il resto, certo che è possibile che sia una dose ecessiva come invece di scarso impatto.

Sul samyr non chieda perché non si possono dare indicazioni su cure da fare.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#6] dopo  
Utente 137XXX

Devo spiegarle la cura che ho fatto. Poi le rivolgo un ultima domanda.
Come ho già detto ho iniziato a prendere la Paroxetina 10 anni fa ma a 40 gocce sono arrivata dopo circa 1 anno perché ho iniziato da 1 goccia e salivo di 1 ogni 2 giorni in questo modo non ho avuto effetti collaterali. Dopo 5 mesi a 40 gocce sono scesa a 20 togliendo e 1 ogni quindici giorni perché stavo bene e non ho avuto nessun sintomo di sospensione. Visto che stavo bene sono arrivata a 5 gocce al giorno e sono stata bene. Poi a ottobre dell'anno scorso ho avuto una ricaduta ed ho ripreso con la dose normale, in estate sono stata bene e da ottobre di nuovo sono ricaduta nella depressione sono già Arrivato a 50 gocce ma ho alti e bassi più bassi direi.
Ora facendo queste premesse vorrei capire se è possibile che la Paroxetina non abbia mai fatto effetto, se non fa effetto ora e visto che sostiene che mediamente non viene meno l'effetto che senso ha cambiare farmaco.

[#7]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Vede, mi pare però che si ponga una questione già superata dall'osservazione del singolo caso. Se nel suo caso specifico questa è la storia, parrebbe che non funzioni più a dovere.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#8] dopo  
Utente 137XXX

Grazie