Utente
Salve, vorrei un informazione riguardo la schizofrenia.
Ho mio zio che da circa 30 anni soffre di questa malattia.
I primi sintomi gli sono apparsi intorno ai 18 anni, varie sono state le cause che hanno portato allo sviluppo di quest' ultima... All inizio è stato visitato da molti medici che gli hanno dato una cura, ma poi, durante questi anni, forse è stato un po '"trascurato" per quanto riguarda le visite, anche perché il paziente spesso tende a bere alcool e magari passa in secondo piano questa malattia... Si dà colpa solo all alcool... Comunque, ma la schizofrenia è una malattia che da sintomi costanti o alterna fasi dove si sta bene e poi male??
Ho letto che oggi giorno ci sono stati miglioramenti sulle cure.
Ora mio zio sta in ospedale per altri motivi, non mangiava più e gli venivano crisi di nervi, subito dopo la crisi non ricordava niente più e non capiva niente più, faceva solo azioni automatizzate... ora sta meglio, riconosce dove sta e chi siamo, stando in ospedale non può fare abuso di alcool, sta incominciando a mangiare.
Lui un ricovero l ha sempre rifiutato, stavolta no.
Visto che in qualche modo si sta "ripulendo" vorrei sapere se c è ancora speranza dopo tanti anni, se è una malattia che ci si può convivere... Come comportarsi?
Standogli vicino in questo periodo, effettivamente parla da solo, dice cose immaginate con convinzione (che poi per noi sono immaginate, ma per loro sono realtá...) Purtroppo delle volte penso non venga preso in considerazione perché beve, perché giustamente pensano che il male se lo causa lui, ma forse per loro è un rifugio per allievare ciò che vedono, le voci che sentono, che poi sentendo i discorsi sono sempre situazioni non belle... Comunque le domande sono: i sintomi schizofrenici si presentano costantemente, anche se più lievi, o alternano fasi in cui il soggetto sta bene e poi ha delle ricadute??
Dopo 30 anni c è ancora speranza per il soggetto?
Una volta sentii parlare di una medicina che porta a disprezzare l alcool, come funziona??
Conviene parlare con i medici dell' ospedale per vedere se possono dargliela??
Per la schizofrenia ci sono diverse cure che variano soggetto a soggetto??
?

Scusate la confusione del testo
Grazie mille

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Il disturbo è da considerarsi cronico per cui richiede trattamenti continuativi.

Per il disturbo da abuso alcolico deve intervenire il Sert di competenza.


Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

https://wa.me/3908251881139

[#2] dopo  
Utente
Con le dovute cure i sintomi dovrebbero alliervarsi, scomparire o le cure servono solo a non peggiorare la malattia??
Grazie