Utente 462XXX
Salve, sono un ragazzo di 28 anni, ho preso Depakin Chrono 500mg la notte + Risperidone 1mg (1/2) per 3 mesi, mese scorso (Febbraio) ho iniziato a scalare prima il Risperidone seguendo le indicazioni date da chi mi ha seguito e successivamente il Depakin, tutto è andato alla perfezione, ora sto decisamente meglio, contando che l'ultima settimana di Febbraio assumevo solo mezza pastiglia di Depakin la notte a giorni alterni e ho definitivamente finito il 28 Febbraio quindi fine mese, a oggi 14 Marzo e partendo dal fatto che non mangio porcherie a tavola o fuori pasto, vado incontro a problemi se bevo qualche bicchiere di birra a pasto e fumo un paio di sigarette al giorno 5-6?

il medico che mi seguiva non mi ha detto nulla riguardo alle sigarette, mentre per un paio di bicchieri mi ha scritto, sarebbe da evitare senza dirmi il perchè.
Non capisco se ha inteso sarebbe da evitare in generale di bere alcol per un discorso generale e stile di vita o perchè ci sarebbero dei problemi a riguardo in relazione con le medicine prese tempo fa.
Grazie in anticipo, Buon Lavoro.

[#1]  
Dr.ssa Franca Scapellato

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
Non dice per che motivo le è stata prescritta la terapia; il Depakin in genere si usa per anni, e vanno eseguiti dosaggi ematici regolari per verificare che nel sangue ci sia un livello terapeutico di valproato.
Franca Scapellato

[#2] dopo  
Utente 462XXX

Ho avuto un periodo in cui ero molto ansioso, al fumare una sigaretta avvertivo i battiti più forti e andavo a controllarmi, controllo ossessivo (non eccessivo) e in alcuni momenti, poca voglia di portare avanti progetti in generale, ambiente familiare un pò pesante con discussioni accese per banalità (non create da me) e quindi ero un pò saturo, di tutto, per gestire questa troppa attività mi rilassavo con la birra o vino, e non due bicchieri, alla fine ho preferito andare da uno psicologo e poi son stato mandato da uno psichiatra che parlando appunto di queste situazioni mi ha prescritto i seguenti farmaci, da ottobre a gennaio, febbraio è stato un mese in cui ho pian piano scalato le medicine sempre lavorando con lo psicologo, ora va meglio, emotivamente sono apposto, non ho ansia pure fumando, non controllo come prima, un pò si ma ci sto lavorando con lo psicologo, non avverto battiti forti o cose simili, l'ambiente a casa è migliorato perchè si son chiarite certe cose, e nulla, la medicina è stata tolta il 28 febbraio, volevo solo sapere se era un problema a pasto bersi qualche bicchiere di birra o se potrebbero esserci dei problemi col farmaco anche se tolto.

[#3]  
Dr.ssa Franca Scapellato

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
Se prima della terapia beveva troppo per ridurre la tensione è a rischio, ha ragione lo psichiatra, potrebbe avere problemi con l'alcol.
Franca Scapellato

[#4] dopo  
Utente 462XXX

ok, quindi tornando alla mia domanda, mi è stato detto di non bere per evitare di tornare alla dipendenza, ma non perchè ho ancora del farmaco in circolo e quindi i bicchieri di birra mi avrebbero potuto far del male, ecco, non son medico e non so, volevo sapere se dopo questi 14-16 giorni il mio organismo si è ripulito, e quindi bevendo qualche bicchiere è sicuro che non vado incontro a strani effetti se non appunto quelli dell'alcool.

[#5]  
Dr.ssa Franca Scapellato

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
Sì, in questo senso è corretto, il farmaco non c'è più. Bere "qualche bicchiere" di birra o vino a pasto, a poca distanza da un periodo difficile, dopo una terapia molto breve, è un comportamento a rischio.
Franca Scapellato

[#6] dopo  
Utente 462XXX

va bene, ho capito, la ringrazio, le auguro una buona serata e buon lavoro.