Utente 590XXX
salve,
da circa due mesi soffro di ansia da prestazione con mia moglie, sono in cura da un sessuologo ma l'ansia è troppo forte così mi sono recato da uno psichiatra che mi ha prescritto daparox a bassi dosaggi, leggendo sul web però noto che uno degli effetti più diffusi è proprio la disfunzione erettile, la domanda che vi pongo quindi è: secondo voi è giusto prescrive il daparox per l'ansia da prestazione?

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

L'azione sull'ansia richiede molti giorni, un mesetto circa, e una certa dose. Alla stessa dose ha degli effetti collaterali, che includono anche un deficit della libido, ridotta sensibilità erogena e deficit erettile, di solito secondario a ciò.
Ora, quando la causa della disfunzione è l'ansia, mediamente il tutto migliora, anche se magari poi c'è un problema di ritardo eiaculatorio.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 590XXX

la ringrazio per la risposta, alla luce di questo penso che non sia il caso di iniziare questa terapia rischiando di compromettere del tutto il funzionamento erettile, e anche il libido (lo trovo un rischio troppo alto) da considerare anche tutti gli altri effetti collaterali che il farmaco può dare e soprattutto la difficoltà a interrompere un domani la terapia che si sa con gli antidepressivi è un po' complicato.
saluti

[#3]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Questo deve chiarirlo col suo medico. non regolarsi per una cura sulla base dei commenti fatti qui.

"difficoltà a interrompere un domani la terapia che si sa con gli antidepressivi è un po' complicato."

"si sanno" tante sciocchezze, compresa questa.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it