Che disturbo ha mia madre?

Salve, sono una ragazza di 24 anni,
E scrivo per parlare di mia madre e cercare di capire di che disturbo soffre.

Mia madre ha 63 anni.

Premetto dicendo che io soffro di depressione, disturbo ossessivo compulsivo, mutismo selettivo e in passato ho avuto anoressia e binge eating.
La mia vita a partire dai 17 anni l ho passata con visite dagli psichiatri, cambiandone ogni volta uno.

Mia madre, e' una persona invadente, controllante e soffocante.
Palesemente cattiva verso il mondo, dice crudeli e spietate verso tutti in particolare le donne, e le persone appartenenti alla famiglia di mio padre.
Augura la morte a tutti e ha amore sono verso le persone della sua famiglia.

Ma la cosa piu grave che abbia potuto fare e' stata quella di uccidermi l'anima per tutta la mia infanzia, dicendomi cose crudeli, augurandomi di avere un tumore mortale, svilendomi e umiliandomi ogni giorno, al punto da creare in me una ferita rimarginabile e sopratutto la credenza di non essere meritevole di amore.

Ha odio anche verso mio padre.
Spesso non si sa esprimere su nulla quando deve spiegare una cosa non riesce ad organizzare per niente il discorso e non capisce neppure cose elementari o concetti semplici! Solo che di fronte alla gente si mostra normale.

Lei dice che non ha nessun problema, e non andrbbe mai da nessun dottore.
Mi ha accompagnata parecchie volte dai dottori e solo uno dei mille ha capito che in lei c'è qualcosa che non va.

Io sono priva di vivere per lei, non mi concede neppure di respirare.
Potreste aiutarmi a capire.
[#1]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 43.1k 979 248
Gentile utente,

A che servirebbe ipotizzare un "disturbo" in senso medico per quello che ha descritto ?
Non è che il negativo implica la presenza di una malattia, intanto perché il negativo è riferito dall'altro, e la malattia si basa su uno stato di sofferenza o comunque di frustrazione, quindi dovrebbe riferirlo la persona se sta male o no "con sé".
Ma a parte questo, una volta che un'esperienza è anche riconsiderabile in rapporto ad una categoria psichiatrica, e quindi se un giorno potesse dire "mia madre soffriva di x e quindi aveva questi comportamenti", di preciso che cosa cambierebbe ?

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Libri: https://www.amazon.it/s?k=matteo+pacini

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottore,
Noi famigliari che conviviamo con lei, sopratutto me e mia sorella siamo davvero convinte che si tratta di una patologia psichiatrica a causa della gravità con cui lei manifesta questi comportamenti.
La possibilità di avere una risposta, mi farebbe sentire in pace con me stessa,in primis, perché riuscirei a dare un nome a qualcosa che mi fa stare male da anni, distaccando in un certo senso, la figura di mia madre e la malattia, provando a mettermi l'anima in pace pensando non si possa cambiare, pensando che ci sia un senso e una spiegazione a tutto cio,
accettandola di piu, ma anche cercherei di trovare delle strategie di convivenza studiando in un certo senso il suo disturbo.
So che dovrebbe essere lei a chiedere di farsi curare, ma spesso neppure noi siamo consapevoli di tante cose e talvolta una malattia o disturbo ci porta a considerare come normali certe cose, perché e' il nostro equilibrio.
Lei sulla base di questi pochissimi elementi cosa ne pensa in maniera vaga?
[#3]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 40.8k 991 63
Il servizio non puó essere utilizzato per ipotizzare disturbi psichiatrici di terze persone sulla base del racconto di altri senza che siano manifesti i quadri di disagio personale come da condizioni che ha accettato all’atto dell’iscrizione.



Dr. F. S. Ruggiero


http://www.francescoruggiero.it

https://wa.me/3908251881139
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

I disturbi alimentari (DCA), come anoressia, bulimia e binge eating, sono patologie legate a un comportamento disfunzionale verso il cibo. Sintomi, cause, cura.

Leggi tutto