Utente
Non sono mai andata da uno psicologo/psichiatra perchè le mie finanze non me lo consentono.
Fin da quando ero piccola (12-13 anni per quello che ricordo) ho sempre avuto problemi mentali.
Ero una bambina molto insicura, anche quando mi trovavo in gruppo non parlavo molto.
Mi capitava spesso di restare in silenzio ad ascoltare quello che dicevano gli altri e non intervenivo mai, tanto che mi chiedevano il perchè non parlassi mai.
Mi sentivo inferire probabilmente perchè ero brutta e perchè non riuscivo a controllare un problema che per me è una croce da sempre: quello della sudorazione eccessiva.
Indossando maglie non di buona fattura emanavo cattivi odori e ovviamente questo incideva molto sulla mia paura di avere contatti con gli altri.
Non uscivo mai perchè non avevo amici.
Ne avevo solo una che è la mia igliore amica da quando avevo 6 anni.
Anche lei soffre di problemi depressivi infatti è stata lei a consigliarmi questo sito.
Uscivo solo con lei e solo con lei riuscivo a parlare tranquillamente di tutto anche dei problemi dell'umore.
Ero sempre triste, andavo a scuola e mi isolavo dal resto della classe.
Parlavo solo con la mia amica.
Soffrivo a vedere che lei riusciva ad avere dei rapporti con il resto della scuola e io no.
Lei era piena di ragazzi che le scrivevano, a me mi trattavano con indifferenza e a stento mi rivolgevano la parola.
Quando tornavo da scuola mi chiudevo in camera a piangere e guardare video sulla depressione.
Non facevo altro che piangere e spesso mi venivano piccoli attacchi di ansia quando dovevo parlare con qualcuno.
Dopo un'episodio di bullismo che non raccontai mai a nessuno decisi di provare a prendere in mano la mia vita e di provare a cambiare aspetto.
Divenni molto piu bella e sicura di me.
Ora va un po meglio con le relazioni perche mi piace il mio aspetto esteriore.
Ma i problemi non sono finiti.
Sono spesso triste senza nessun apparente motivo.
Mi sento svogliata, non voglio far nulla, spesso non ho la forza di rispondere ai messaggi, sono spesso arrabbiata e mi capita di rispondere male a chi mi circonda.
Ci sono giorni in cui non riesco quasi ad alzarmi dal letto e vivo le giornate in una costante apatia.
Certi giorni avrei voglia che tutto finisse, mi piacerebbe addormentarmi e non dovermi più svegliare per affrontare un'altro inutile giorno.
Sento come se andassi avanti per inerzia.
Le cose sono peggiorate da quando per lavoro mi sono dovuta trasferire in un altro paese.
Non sono riuscita ad ambientarmi per via della mia costante apatia.
Non voglio fare amicizia e non voglio uscire di casa.
A lavoro spesso avevo dei gravi attacchi di panico senza che ci fosse un motivo.
Ma non tutti i giorni sento questo.
A giorni mi sento normale.
Mi viene voglia di fare qualcosa, di lavorare, di avere contatti con gli altri e prendo delle iniziative che puntualmente non porto mai a termine.
Vivo in questo modo da anni e non credo che questa si possa definire vivere ma solo sopravvivere.
Ho bisogno di aiuto.

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Una descrizione non consente di capire se abbia o meno una patologia psichiatrica.


Potrebbe essere una qualsiasi patologia of anche non averne.

Per togliersi il dubbio deve necessariamente rivolgersi ad uno specialista in psichiatria che possa valutare la situazione in modo appropriato.


Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

https://wa.me/3908251881139