Utente
Salve signori specialisti, io non voglio una diagnosi ma ben si un consiglio se sia il caso o meno di rivolgermi ad un psichiatra.
Ho 23 anni, all’età di 16 anni mi feci una canna ed ebbi, quello che almeno penso sia stato, un episodio di derealizzazione fortissimo, i sintomi che ho avvertito era come quello di stare dentro un sogno e che tutta la realtà sembrasse distorta e strana e che tutto quello che avessi intorno a me sembrasse non familiare.
Io mi ripresi supergiù un mese dopo visto che il sintomo andava svanendo piano piano, dopo qualche anno feci lo stesso errore ovvero quello di fumare ed ebbi lo stesso identico sintomo solo che però svanì nell’arco di qualche ora, da quel momento non fumai più, il fatto è che da quel momento in poi questi attacchi si ripetevano anche senza aver assunto alcun tipo di droga, per esempio, tentavano a comparire la sera sopratutto quando stavo in una casa seduto su un tavolo con degli amici o famigliari con la luce artificiale forte, oppure quando mi trovavo in mezzo ad una folla con tanta confusione.
Diciamo che dopo un po’ ho iniziato a prenderci l’abitudine e quindi anche quando mi capitavano io agli occhi degli altri ero sempre lo stesso non sembravo mai che stessi male.
Dopo qualche anno all’età di 21 anni ho visto un mio parente morire davanti ai miei occhi e per me fu un trauma, dopo qualche settimana che ho visto quella scena mi comparivano sempre le immagini della morte di quel parente e mi terrorizzavano come se fosse successo in quell’istante, e successivamente iniziai a soffrire di disturbi d’ansia e ipocondria e finì al punto di rivolgermi ad un dottore che mi diagnosticó disturbo d’ansia generalizzato, assumendo paroxetina (antidepressivo) e modalina (antipsicotico).
Dopo aver fatto circa 1 anno di terapia diciamo che stavo molto meglio, però, a circa qualche mese dallo stacco dei farmaci ho iniziato ad avere altri disturbi, ho le allucinazioni notturne, ovvero, quasi sempre prima di addormentarmi apro gli occhi e vedo dei lampi di luce o delle figure molto dettagliate e molto molto spesso vedo degli insetti al muro come ragni e vermi.
Di giorno sto tra virgolette bene ma arrivata la sera tutto cambia, come se con l’arrivare del buio il mio umore cambi in peggio e anche il fatto che la sera si stia di solito in casa con la luce artificiale accesa mi crea disagio e confusione.
Vivo la mia vita costantemente come se fossi dentro un sogno e per sogno non intendo che sia bella ma proprio sogno come percezione della realtà come se fosse poco dettagliata e sfocata, premetto che io lavoro normalmente faccio l’operaio edile saltuarialmente.
Tengo ad aggiungere che spesso ho delle ossessione e dei pensieri negativi che mi fanno stare male e sono terrorizzato dal fatto che io possa avere qualche altro disturbo più grave come disturbo bipolare o qualche altro disturbo di natura psicotica, fatemi sapere cosa ne pensate.

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
"Tengo ad aggiungere che spesso ho delle ossessione e dei pensieri negativi che mi fanno stare male"

la cosa più curiosa di tutto il consulto. Dopo avercene raccontate svariate, le viene in mente qualcosa da aggiungere....la cosa che ha già ampiamente detto.
E poi ne aggiungerà dopo anche un'altra variante.

- A parte alcuni termini che usa ma in maniera probabilmente impropria, nella descrizione dei sintomi (se si vuol far capire meglio non usi termini tecnici, usi le parole comuni, così non rischia di confondere diagnosi con autodiagnosi o cose del genere) - a parte questo, dicevo, il quadro non ha particolari stranezze, ma del resto è già stato anche curato con successo.

Perché quindi non ha ripreso contatto col medico che già l'ha curata per farsi rivalutare ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#2] dopo  
Utente
Dr, Pacini grazie per la risposta intentato. Per il momento non voglio rivolgermi perché sono sicuro al 100% che mi danno una terapia farmacologica anche nel caso avessi cose più banali quindi diciamo che ne volevo essere sicuro

[#3]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Banali o no secondo lei i sintomi vanno trattati altrimenti peggiorano.

Rifiutare di curarsi può peggiorare il quadro clinico.



Dr. F. S. Ruggiero


http://www.francescoruggiero.it
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139
https://swite.com/psychiatrist72

[#4]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
"Per il momento non voglio rivolgermi perché sono sicuro al 100% che mi danno una terapia farmacologica"

Ecco: uno ha un disturbo, peraltro già noto, sa che sarà assistito come si deve, e che non sarà sottovalutato (lo cureranno anche se non ha cose gravi ma più lievi, quindi lo cureranno in tempo e prendendo la cosa sul serio fin dall'inizio) e per questo motivo non si va a far curare.

Il non-senso totale nel rapporto con un problema di salute.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#5] dopo  
Utente
Grazie dr Saverio, dr Pacini dove posso contattarla per una eventuale visita via Skype?

[#6]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Certamente
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"