Utente
Essere dissociati tutto il giorno è un sintomo del disturbo borderline?
Perché io ho letto che in realtà si hanno dissociazioni solo sotto stress.
È possibile uscirne?
anche la mancanza di assertività è un sintomo?
In passato mi hanno detto che a volte sembro sottomessa.

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Vedo che ancora continua a gettare sul piatto sintomi definiti in maniera non chiara (da Lei ? Nell'ambito di quale diagnosi ?) non si capisce con quale implicazione.

"Perché io ho letto che in realtà si hanno dissociazioni solo sotto stress."

Mai sentito questo discorso.

Il punto però è che come nei conulti precedenti affastella considerazioni basate su termini tecnici usati in maniera non chiara, anzichè partire dall'esposizione di un problema concreto da cui parte un processo diagnostico, ed eventualmente riferire che diagnosi ha ricevuto.
Inoltre manca il senso della domanda: chiede di sintomi rispetto ad una diagnosi perché ? Perché non le torna la diagnosi ricevuta ? Perché le hanno detto che ha questi sintomi e che ci rientrano ma secondo Lei non è così ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#2] dopo  
Utente
Boh io descrivo ciò che mi dà fastidio. Poi non ho comportamenti impulsivi.

[#3]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Non mi pare il giusto atteggiamento quando si chiede un parere. Dice le cose in maniera frammentaria, senza capo né coda. E non precisa quello che le viene chiesto.

No, lei non descrive quello che le dà fastidio, usa dei termini tecnici come se fosse scontato che ne ha compreso il senso. Non lo faccia, confonde le idee e non aiuta a capire.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#4] dopo  
Utente
Allora, da quando sono bambina è come se vivessi in un mondo parallelo. Mi sento a disagio a parlare con chi mi sta intorno perché è come se non avessi pieno potere sul mio corpo, sulla mia voce, sulle mie azioni. In realtà mi piace un sacco parlare e parlo tantissimo. Riesco a fare amicizia e a risultare simpatica, solo che sento questo malessere dovuto a questa sensazione di non avere potere su me stessa; come se appunto vivessi su due mondi diversi. Sento tipo una barriera tra me e chi mi sta intorno, è tutto ovattato. Ho giorni in cui questo è molto più lieve, ma comunque presente e momenti in cui non sento bene le gambe o le braccia. Mi hanno detto che è dissociazione, ma non so, forse è ansia? Io ho ansia da prest.

[#5] dopo  
Utente
Comunque non è una scienza esatta a quanto pare, perché se non si sa spiegare il mio problema, vuol dire che non si hanno le competenze. Tipo la psicologa che mi ha fatto la valutazione voleva inventarsi dei sintomi che non ho mai avuto. Mi è capitato di leggere" ha problemi ad addormentarsi" ma quando mai!! Che dormo come un ghiro! Avevo anche un braccialetto che monitorava il sonno e calcolava la media tra chi li indossava, e io risultavo con una qualità superiore al 99%. Poi si inventano di sintomi tipo" abbuffate o anoressia" ma quando mai!!! Innanzitutto sono normopeso e in perfetta linea, e poi non ho mai avuto nessun problema con il cibo. Cioè, capisco che vuoi incastrarmi a tutti i costi in una diagnosi a tuo piacimento, ma se i sintomi non ci sono, te li inventi!!! Io che ripeto 1000 volte che l'unica ansia che ho quella da prestazione! Cioè ti entra da una parte e ti esce da un'altra. Io sto perfettamente bene, non soffro di ossessioni, depressione o fobie, sono perfettamente normale da quel punto di vista. Cioè non è mai capitato qualcuno che si lamentava solo di aver paura delle persone, con ansia da prestazione, difficoltà di assertività, e di sentirsi scollegato dal proprio corpo??? Senza aggiungere sintomi che non ci sono.

[#6]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Sulla relazione della psicologa c'era scritto "abbuffate e anoressia" che invece non ci sono mai stati come sintomi ?
La cosa suona bizzarra.
Non si tratta di scienza esatta, che c'entra la scienza esatta ? Qui sta dicendo che determinati sintomi non li ha.
Però una diagnosi a quanto pare non c'è stata. Ebbene, se la faccia fare da uno psichiatra.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#7] dopo  
Utente
Allora sulla cartella diagnostica ricevuta da bambina c'era scritto che ero anoressica e che non riuscivo a dormire. I miei genitori mi hanno detto che sono menzogne. La diagnosi la ricevo domani, ma me l'ha fatta una psicoterapeuta e non uno psichiatra. Lei mi ha chiesto più volte se facevo abbuffate, ma assolutamente io non ho questi problemi. Comunque io vado al csm da anni e lì non ho mai ricevuto una diagnosi o una terapia farmacologica e la decisione è loro e non mia, quindi non credo sia una situazione grave.

[#8] dopo  
Utente
Poi fino a questo momento non ho avuto una diagnosi scritta, la vedrò domani. A voce credo che pensasse a un borderline, ma dai test che mi ha somministrato dubito che si evinca ciò. Impulsiva lo potrei essere, ma quelle scale non valutano lo sperpero di soldi e i debiti, né attività tipo paracadutismo o furti. Io ho letto solo su sesso promiscuo, e dipendenza da sostanze o guida spericolata che io non ho(ma a me non me la danno la patente onestamente) anzi, da questo punto di vista sono anche sotto media perché non ho vizi, sono molto salutista. Per la mia psicologa del CSM io più che borderline sono narcisista, e comunque per lei il DSM non può descrivermi perché sono sfumata.

[#9] dopo  
Utente
Poi io sono affidabile, se dico di non avere un sintomo non lo ho. Ammetto di avere dei sintomi borderline, e di essere patologicamente suscettibile e emotiva. Mi agito e ci rimango male per ogni cosa e ho sempre paura che mi si faccia del male e sono paranoica... cioè a livello relazionale ci sono tantissimi problemi, ma i sintomi si fermano a questo e per il resto sto bene. C'è solo un problema nella personalità, credo. A parte che sono una brava ragazza anche molto dolce e responsabile, che si impegna, la classica brava ragazza( dico così per intendere una studentessa modello che lavora da quando ha compiuto 18 anni e che comunque non si droga, non beve ecc.) Ok, ho rubato per un periodo, ma per meno di un anno a 24 anni... cioè non credo sia così grave come evento. Io più che altro vedo problemi relazionali ( in effetti è l'unica cosa scritta sulla mia cartella clinica) Nel senso che ho un brutto carattere, troppo suscettibile e ne soffro molto. Però non sono manipolatrice o tossica o altre cagate che leggo, e comunque nessuno mi ha mai definita così. Di me dicono solo che sono una pazza in senso buono, più che altro un po' litigiosa e provocatoria, per poi essere molto dolce.

[#10] dopo  
Utente
Che poi mi chiedo perché non venga valutato l'ADHD. In fin dei conti dalle diagnosi precedenti di dsa e problemi del linguaggio, potrebbe essere. Poi non riesco a stare ferma e a livello motorio sono molto agitata. Poi dai test sono uscite fuori difficoltà procedurali/esecutive importanti su un QI sopra la media. Considerando che questi sintomi li ho dall'infanzia, è molto probabile. A parte che non credo che il bordeline porti a iperattività motoria( io cammino pure in casa, avanti e indietro)

[#11]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
"Poi io sono affidabile, se dico di non avere un sintomo non lo ho."

Lei non credo abbia una minima idea di come funzioni una diagnosi psichiatrica. Questa frase non so se sia ingenua o inutilmente polemica, ma è completamente falsa in generale, non solo su di Lei.

Lei sta facendo discorsi completamente inutili su delle "diagnosi" inesistenti che si fa da sola, poi discute, commenta, convalida o meno in base ai suoi ragionamenti. Fa dei discorsi su di sé che paiono tesi a dire che è una bella persona, ma non si capisce a che scopo.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"