Antidepressivi

Buongiorno,
Ho iniziato una cura con Zoloft e Gabapentin per un disturbo d’ansia terribile da cinque giorni e gli effetti collaterali sono terribili: ansia fortissima, pensieri velocissimi, nausea e conati di vomito, ecc.

ho parlato con la mia psichiatra che mi ha detto che posso interrompere la cura nel caso sentissi che questo è troppo’ e magari ripensarci più avanti.

Volevo chiederle, se dovessi interrompere la cura adesso avrei problemi?
Gli effetti collaterali per quanto tempo persisteranno?
Il fatto di averli presi pochi giorni può danneggiare’ il mio cervello?

La ringrazio per l’attenzione
[#1]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 35k 861 226
Bisosgna che si confronti col suo medico per decidere cosa fare. Ci sono gli effetti collaterali e c'è il peggioramento iniziale, che è previsto, ma non è in generale un criterio per non fare le cure. Va visto di caso in caso. Soprattutto va distinto il peggioramento dell'apprensività e dell'ossessività (denotata per esempio da pensieri tipo essersi danneggiati il cervello) da fenomeni di altro tipo (agitazione).

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio per la sua velocissima risposta.
Io sfortunatamente soffro di pensieri ossessivi, quindi si c’è la convinzione di essermi rovinata in qualche modo il cervello.
La mia domanda è, se interrompessi (sotto visione medica) i farmaci, contando che li prendo da soli 5 giorni, andrei in contro a problemi?
[#3]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 35k 861 226
Appunto, quindi il peggioramento se è delle ossessioni è previsto, e quindi non non è il caso di mettere in forma di ipotesi ragionamenti che sta concretamente facendo sul da farsi. Li deve fare col medico.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio