Tolleranza agli effetti ansiolitici Xanax dopo quanto tempo emergono e quanto durano?

Salve sono super spaventato
Da circa 2/3 mesi prendo in totale 1mg di Xanax/die ovvero per 2 volte al giorno 2 compresse da 0, 25 mg, prendendoli riesco a stare meglio, e a fare una vita normale senza eccesso di ansia...

Ora un mio amico che studia CTF, mi ha letteralmente spiazzato dicendomi di smettere subito perche di che prendendo questo farmaco il rischio è che essendo un dosaggio molto elevato (nonostante l ho molto dimunito), può crearmi effetti di tolleranza ovvero dopo qualche mese potrei non avere più nessuna risposta nel trattamento dell ansia da questo trattamento e che si crei una tolleranza permanente... Questo mi ha terribilmente spaventato, perché la paura è quella di tornare a stare male e non avere più modo di trattare il problema...

Qualcuno potrebbe rispondermi in base ad esperienze personali, se veramente corro questo rischio perché ne sono terrorizzato, di perdere questo equilibrio che riesce a farmi stare discretamente! !

Grazie in anticipo
[#1]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 43.7k 993 248
Il dosaggio molto elevato quale sarebbe ? 1 mg ? Mah...
In ogni caso, essendoci di mezzo il fenomeno della tolleranza, uno dovrebbe anche sapere che per effetto di questo fenomeno le dosi, anche se inizialmente alte, esauriscono l'effetto, per cui ormai dopo 3 mesi se mai il problema è come scalarlo, non che sia alto.

Adesso va stabilito, da parte del medico che la segue, se deve o non deve mantenerlo, e in riferimento a quale diagnosi anche.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Libri: https://www.amazon.it/s?k=matteo+pacini

[#2]
Attivo dal 2022 al 2022
Ex utente
Non ho capito. Quindi il ruschio di non avere più la risposta ansiolitica del farmaco è un rischio reale? E dopo quanto avviene questo?

Grazie
[#3]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 43.7k 993 248
Dopo circa un mese di assunzione quotidiana

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Libri: https://www.amazon.it/s?k=matteo+pacini