Primo amore

Buongiorno, sono una ragazza di 25 anni che è stata fidanzata dai 14 ai 23 anni con un ragazzo (il mio primo e unico amore) con cui facevo ogni cosa.Avevamo un rapporto molto bello,parlavamo di tutto e fra noi non c'erano segreti,lui era tutto per me e io per lui!diciamo che l'unico problema per cui spesso si litigava era la gelosia di entrambi,però il motivo per cui ci siamo lasciati è stato un'altro...la mancanza di passione,io piano piano non avevo più voglia di intimità,stavo bene con lui,ma avevo quasi una repulsione,e non avendo mai avuto nessun'altro oltre a lui ho iniziato ad avere dubbi su quello che provavo,ho iniziato a pensare che se non volevo più farlo era perchè probabilmente quello che ci univa era solo più affetto!A questo punto ne abbiamo parlato e anche se siamo stati malissimo entrambi,soprattutto lui che non aveva il mio stesso problema,abbiamo deciso di lasciarci!
All'inizio entrambi ci siamo ributtati in una storia forse per incapacità di stare soli,con la differenza che io sono stata con quest'altra persona per circa 8 mesi mentre lui ci sta attualmente da 2 anni.
Il punto è che anche se con questa persona che ho avuto dopo sono stata bene e mi ha fatto provare emozioni,non sono mai riuscita a fare l'amore con lui,forse per paura,o perchè mi sembrava di tradire il mio ex,però non mi sono mai sentita libera,non gli ho mai detto "ti amo" e non ho mai visto un futuro con lui,era un continuo confronto con il mio ex,a cui pensavo spessissimo!Poi con questa persona è finita per problemi caratteriali e perchè oramai anche con lui avevo quasi una repulsione al contatto fisico.
Dopo questa storia sono stata parecchi mesi sola,fino a quando non ho iniziato a frequentarmi con un'altro ragazzo,oramai erano più di 2 anni che non avevo un rapporto completo e neppure mi mancava sinceramente,avevo una sorta di blocco e ho iniziato a pensare di dover cambiare il mio atteggiamento al riguardo,altrimenti non avrei mai capito se la mia è solo paura o qualcosa di più.Quindi dopo circa 3 mesi di frequentazione con questo ragazzo è successo,ma sinceramente non ho provato nulla,non so neppure come spiegarlo,forse non c'era abbastanza coinvolgimento o forse l'ho vissuta male perchè ho realizzato che il mio ex ora non è più il 'solo'...non lo so.
Quindi ho iniziato a pensare che forse la mancanza di passione con il mio ex potesse essere un problema esclusivamente mio e non di coppia.
In questi 2 anni poi io e il mio ex abbiamo sempre continuato a sentirci e vederci e lui ha continuato a dirmi che il rapporto che aveva con la sua attuale fidanzata non aveva nulla a che vedere con il rapporto che aveva con me,e che gli mancavo,però quando mi diceva queste cose io non gli davo corda perchè anche se mi mancava pensavo al problema che c'era tra noi.
Quindi vorrei sapere se è possibile che io sia ancora innamorata di lui,perchè a volte mi sembra non sia mai finita,sono gelosa e nel mio futuro vedo ancora lui al mio fianco.Oppure è solo ossessione?Grazie
[#1]
Dr. Giuseppe Santonocito Psicologo, Psicoterapeuta 16.2k 372 182
>>> a volte mi sembra non sia mai finita,sono gelosa e nel mio futuro vedo ancora lui al mio fianco.Oppure è solo ossessione?
>>>

Gentile ragazza, sia come sia, il punto è che lei ancora non è riuscita a superare questa storia. Più che mettersi a disposizione del destino, alimentando speranze, forse sarebbe più produttivo partire dall'idea che, se la storia è finita, vada superata.

Cordiali saluti

Dr. G. Santonocito, Psicologo | Specialista in Psicoterapia Breve Strategica
Consulti online e in presenza
www.giuseppesantonocito.com

[#2]
Dr.ssa Sabrina Camplone Psicologo, Psicoterapeuta 4.9k 86 75
Gent.le ragazza,

"iniziato a pensare che forse la mancanza di passione con il mio ex potesse essere un problema esclusivamente mio e non di coppia."

questa conclusione sembra confermata dal vissuto relativo alla relazione successiva, forse varrebbe la pena approfondire questi aspetti all'interno di una psicoterapia.
Non si tratta di qualcosa si sbagliato all'interno del suo modo di essere ma di aumentare la sua consapevolezza in modo che possa vivere le relazioni all'insegna dell'autenticità.
Cordialmente

Dr.ssa SABRINA CAMPLONE
Psicologa-Psicoterapeuta Individuale e di Coppia a Pescara
www.psicologaapescara.it

[#3]
Dr. Giuseppe Perfetto Psicologo, Psicoterapeuta 35 1
Mi pare di capire che lei riferisca: 1 una situazione interiore che di mancato accesso al piacere sessuale, e 2 la difficoltà di concludere definitivamente con il <<primo e unico amore>>, come lo definisce. Poi nel suo molto ragionare parla di “blocchi”.
Potrebbe esserle d’aiuto esplorare i suoi sentimenti e le sue emozioni con uno psicologo.
Saluti cordiali.

Dr. Giuseppe Perfetto
(Psicologo-Psicoterapeuta, Milano)

[#4]
Utente
Utente
Innanzitutto vi ringrazio per le risposte,vorrei soltanto precisare che non sono riuscita a voltare pagina perchè io l'ho amato tantissimo,e perchè il nostro rapporto era speciale...ci eravamo creati il nostro mondo e non avevamo bisogno di nessun altro,lui era il mio punto di riferimento e il mio pilastro!
se lui fosse riuscito ad andare avanti senza problemi,forse io avrei trovato la forza di superarla definitivamente,senza più speranze e illusioni,ma visto che entrambi ci sentiamo ancora legati,mi chiedo se valga la pena riprovarci e provare ad affrontare insieme il problema.
Non ho la forza di lasciarlo andare con il dubbio di provare ancora qualcosa per lui...cioè,mi chiedo...è giusto superarla?
inoltre lui ha i miei stessi dubbi...qualcosa vorrà pur dire..
Grazie
[#5]
Dr. Giuseppe Santonocito Psicologo, Psicoterapeuta 16.2k 372 182
Avere un dubbio e dichiararlo è una cosa, ma può anche non coincidere con quello che poi si fa in realtà.
La cosa certa è che in questo momento lui ha una storia, mentre lei è sola. Quindi, lui sta parlando dalla prospettiva di chi comunque ha una vicinanza affettiva e una vita relazionale, mentre lei no. Non si può non tenerne conto.
In ogni caso non possiamo essere noi né nessun'altro a dirle se farete bene o male a riprovarci, è una scelta che dovete prendere voi due in base a ciò che sentite.

Cordiali saluti