Differenza fra seduta di psicoterapia e colloquio psicologico

Buongiorno,
avrei bisogno di un chiarimento.
Uno piscologo, se non ha anche la specialiazzazione in psicoterapia, non può fare psicoterapia, ma solo colloqui psicologici.
Come si riconosce una seduta di psicoterapia da un colloquio psicologico?
Come faccio a sapere se uno psicologo, illegalmente, mi ha fatto delle sedute di psicoterapia anzichè dei colloqui psicologici?
Grazie
[#1]
Dr. Roberto Callina Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 1,3k 32 8
Cara Utente,

la sua domanda è legittima anche se il confine tra il colloquio psicologico e il colloquio di psicoterapia, nella pratica, può essere talvolta molto labile.

Oltre ad invitarla a leggere l'articolo in cui spiego le differenze tra le varie figure che operano in ambito psi, di cui di seguito le indico il link, credo che la grossa differenza risieda nella finalità con cui le sono stati somministrati i colloqui.

https://www.medicitalia.it/minforma/psicologia/1404-quale-professionista-psi.html

Per quale motivo si è rivolta a uno psicologo?
Qual'era la sua richiesta?

Solo rispondendo a queste domande potrà capire se c'è stato un abuso oppure no.

Un caro saluto.

Dr. Roberto Callina - Psicologo Psicoterapeuta Sessuologo
Specialista in psicoterapia dinamica - Milano
www.robertocallina.com

[#2]
Dr. Armando De Vincentiis Psicologo, Psicoterapeuta 7,2k 220 111

Gentile utente,
come le ha già detto il collega la differenza è presente nella finalità e negli obiettivi.
Se lei ha un disagio invalidante o lo stesso psicologo le ha diagnositicato una psicopatologia e l'intento è quello di curarla allora il progetto è già sfociato nella psicoterapia.
saluti

Dr. Armando De Vincentiis
Psicologo-Psicoterapeuta
www.psicoterapiataranto.it
https://www.facebook.com/groups/316311005059257/?ref=bookmarks

[#3]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno,
devo essere sincera, non ho capito concretamente le vostre risposte, scusatemi ma non ho capito come capisco se ho fatto colloquio o sedute di psicoterapia.
Perchè nel caso in cui avesse utilizzato delle modalità da psicoterapia, lo ha fatto senza avere la specializzazione.

Io mi sono rivolta a questo professionista perchè ho delle difficoltà di relazione.
Chiaramente i nostri incontri erano finalizzati a stare meglio e a superare le mie paure. Non ho patologie, ho "solo" una forte insicurezza che mi condiziona il quotidiano.
Ero convinta di fare psicoterapia ( anche se non so dire perchè avevo questa convinzione), ci siamo visti circa 1 volta alla settimana all'inizio. Dalle fatture scopro che abbiamo fatto "colloqui psicologici", non "sedute di psicoterapia" e in effetti, scopro che non è psicoterapeuta.

Gli incontri si basano sul dialogo, non percepisco niente di diverso rispetto a incontri fatti nel passato con psicoterapeuti ( iscritti all'albo degli psicoterapeuti).
Non è stato mai stabilito esplicitamente il nome dei nostri incontri, con questo psicologo, come con gli altri.

E' importante, aiutatemi a capire.
Grazie


[#4]
Dr.ssa Paola Scalco Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 4,1k 94 43
<<Non è stato mai stabilito esplicitamente il nome dei nostri incontri, con questo psicologo, come con gli altri.>>


Questo è molto strano, dal momento che nel corso del primo incontro (al massimo il secondo, in alcune situazioni) con uno psicologo deve essere firmato il modulo per il consenso informato alla consulenza psicologica e se poi verrà proposto ed accettato un percorso psicoterapeutico, va firmato un ulteriore modulo specifico per il consenso informato alla psicoterapia.

Nessuno le ha mai fatto firmare tali moduli?

Dr.ssa Paola Scalco, Psicologa
specialista in Psicoterapia Cognitiva e perfezionata in Sessuologia Clinica
ASTI-3315246947-paola.scalco@gmail.com

[#5]
dopo
Utente
Utente
Mai, nessuno mi ha mai fatto firmare nulla.
E ne ho incontrati di professionisti.
[#6]
Dr. Armando De Vincentiis Psicologo, Psicoterapeuta 7,2k 220 111
gentile ragazza ci faccia capire. Perchè per lei è importante?
Sa di sicuro che il suo psicologo non è specialista?
Inoltre lo psicologo, anche se non specializzato, è abilitato ad affettuare incontri di sostegno verso il portatore di un disagio. Dscutere delle sofferenze del paziente, comprenderne il loro significato e far capire certi schemi di comportamento che non funzionano sono elementi di lavoro di ogni psicologo anche se non specializzato.

Se ci si trova di fronte ad una diagnosi ben precisa e il progetto terapeutico è orientato alla cura della psicopatologia diagnosticata, mediante tecniche definite da un modello teorico (tecniche di interpretazione psicoanalitica, tecniche cogntivo-comportamentali ecc) allora si è entrati nella psicoterapia.
Uno psicoterapeuta può anche scrivere "colloqui" sulla fattura dal momento in cui la psicoterapia si esprime, appunto, attraverso il colloquio.
saluti

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test