Una settimana sempre cn la paura che potesse succedere l inaspettato

Salve, sono un ragazzo di 24 anni,fidanzato,con amici e una famiglia normale...vi scrivo per chiedere aiuto..sono tre mesi che vivo in uno stato di paura ansia e depressione,in quest ultimo periodo ho avuto una grande paura a causa di un forte malore che ha accusato una mia familiare, che ha peggiorato la situazione in quanto ho vissuto una settimana sempre cn la paura che potesse succedere l inaspettato..mi sono rivolto quindi a uno psicologo che m ha precritto dei farmaci..ma ho paura d prenderli...un po perhè vorrei farcela da solo,un po per la paura di divenatarne dipendente,e forse perchè incosciamente mi sono abituato a qsto mio stato di tensione, e come se la mia mente repudiasse il fatto di stare tranquilla...e vorrebbe viver nell ansia...ad esempio quando sto tranquillo penso che potrebbe venirmi...quando prendo il farmaco(un semplce ansioitio)e un calmante per dormire.. inizo a pensar che se a quel punto m viene un attacco di ansia non sprei cosa fare..e che sto tranquillo solo grazie a esso..gia in passato hoavuto un periodo simile...ma un po diverso..ora le mie paure sn quello di diventare pazzo.. e di nn riuscirea concludere niente nella vita(lavoroin un call center)..e di non uscire da qsto periodo..come se fossi un insoddisfatto cronico, e si aggiunge la situazione perennemente tesa a casa..posso avere dei consigli...grazie
[#1]
Dr. Armando De Vincentiis Psicologo, Psicoterapeuta 7,2k 220 110
Gentile utente sembra che lei si imbrigli nelle sue concettualizzazioni cognitive al punto tale da creare dal nulla la sua ansia.
Dovrebbe, porbabilmente, entrare nel merito di queste sue modalità di autovalutazione con l'aiuto di un terapeuta.
Saluti

Dr. Armando De Vincentiis
Psicologo-Psicoterapeuta
www.psicoterapiataranto.it
https://www.facebook.com/groups/316311005059257/?ref=bookmarks

[#2]
Dr.ssa Flavia Massaro Psicologo 12,5k 233 130
"mi sono rivolto quindi a uno psicologo che m ha precritto dei farmaci..ma ho paura d prenderli...un po perhè vorrei farcela da solo,un po per la paura di divenatarne dipendente,e forse perchè incosciamente mi sono abituato a qsto mio stato di tensione"

Gentile Utente,

se il professionista al quale si è rivolto le ha ha prescritto dei farmaci non si tratta di uno psicologo, ma di un medico psichiatra, in quanto noi psicologi non siamo medici e non prescriviamo farmaci.

Non è affatto detto che i farmaci siano indipensabili per aiutarla a stare meglio, e sarebbe anzi preferibile che prima si rivolgesse ad uno psicologo per inquadrare il problema e magari pensare a come risolverlo, piuttosto che sopprimere chimicamente l'espressione di un malessere che rimarrebbe comunque presente sotto traccia.

Ci vuol dire qualcosa di più di questo stato di tensione che sente sempre presente?

Dr.ssa Flavia Massaro, psicologa a Milano e Mariano C.se
www.serviziodipsicologia.it

[#3]
Dr.ssa Elisabetta Scolamacchia Psicologo, Psicoterapeuta 740 20 3
Gentile utente,
Anche io le ricordo che gli psicologi non prescrivono farmaci ,ma cercano le cause del malessere. Sappia che l'ansia e' un sintomo che non andrebbe eliminato solo con una medicina, in quanto ci dice che cosa non va in noi e nella nostra vita attuale. E' come prendere l'analgesico per il mal di testa. Il mal di testa passa, e' vero, quasi sempre e se succede una volta...beh, pazienza! Ma pensi se si ripete: lei che fa, continua a imbottirsi di medicine senza fare accertamenti? In campo psichico, funziona più o meno allo stesso modo. Cosa le crea ansia ? Non pensa che sarebbe il caso di indagare le cause, anziche' continuare a preoccuparsi? Un aiuto psicologico potrebbe essere indicato nel suo caso. Penso, anzi, che sarebbe risolutivo anche nel rafforzare il suo senso di controllo e di "potere" sugli avvenimenti, evitando di cadere in una dipendenza disfunzionale dai farmaci. Cordiali saluti.
Dott.ssa E.Scolamacchia
Psicologa clinica

Dr.ssa Elisabetta Scolamacchia
Psicologa. Psicoterapeuta. Analista Transazionale

[#4]
dopo
Utente
Utente
Probabilmente mi sono sbagliato..è uno psichiatra..che tra l atro m ha messo in testa un complesso di bipolarismo che non ho,ma che sui primi farmaci che m prescrissero indicavano questa causa...lo stato d tensione è provocato dalle continue liti a casa...che ci sono sempre state d'altronde,..da una situazione economica comunque instabile..e aggiungo che ho sempre un dolore al petto,come se mi si infuocasse il cuore..ho paura d vivere cosi a vita..
[#5]
Dr.ssa Flavia Massaro Psicologo 12,5k 233 130
Le ha comunicato la diagnosi di disturbo bipolare?
Soffre di sbalzi d'umore?
Che farmaci le ha prescritto?
[#6]
dopo
Utente
Utente
Prima il sycrest...poi andando di nuovo..dopo una settimana(da uno diverso che penso era il primario) m ha dato serpax e minias...con la paura che ho rischio di farmelo venire sto bipolarismo!
[#7]
Dr.ssa Flavia Massaro Psicologo 12,5k 233 130
In effetti le hanno prescritto cure diverse e uno dei due si sarà presumibilmente sbagliato.
Può chiedere un parere in Psichiatria al riguardo, visto che noi non siamo medici.

E' seguito presso un centro pubblico?
Se sì può chiedere di parlare anche con uno psicologo.
L'ha fatto?

[#8]
dopo
Utente
Utente
Si in un centro pubblico,ho chiesto d parlare con uno psicologo in realtà perchè non volevo prendere farmaci...in più m accade che quando sto tranquillo...penso a quando sto agitato..come se quello dovesse essere il mio status..come se nn fossi più abituato a stare calmo..vorrei avere un consulto psicologo..ma come detto precedentemente non sarei in grado di sopportare economicamente la terapia...
[#9]
Dr.ssa Flavia Massaro Psicologo 12,5k 233 130
"ho chiesto di parlare con uno psicologo"

E cosa le hanno detto?
C'è questa possibilità?
[#10]
dopo
Utente
Utente
Al mio medico curante,e lui m ha mandato li..non sapevo nemmeno che fosse uno psichiatra..ci sono centri pubblici dove poter parlare con uno psicologo?
[#11]
Dr.ssa Flavia Massaro Psicologo 12,5k 233 130
Se è un centro pubblico (centro di salute mentale) ci devono essere anche degli psicologi. Provi a informarsi meglio e ci faccia sapere.
[#12]
dopo
Utente
Utente
si è un centro di salute mentale...ma il primo che m ha visitato ha detto che devo fare prima una terapia a base di medicinali e poi posso parlare con uno psicologo...dottoressa vorrei sapere quanto tempo ci vuole per uscire da questo periodo..
[#13]
Dr.ssa Flavia Massaro Psicologo 12,5k 233 130
Ogni centro di salute mentale ha la propria organizzazione ed è possibile che questa sia la prassi, o che abbiano stabilito che nel suo caso sia meglio procedere così.
In ogni caso ha il diritto di andare a chiedere spiegazioni.

Vorrei poterle dire quanto ci vorrà perchè lei esca da questo brutto periodo, ma purtroppo in questo campo non è possibile fare previsioni - tanto più non conoscendo di persona la situazione.

Quel che è certo è che prima inizierà a curarsi e prima inizierà a migliorare.
[#14]
dopo
Utente
Utente
dottoressa posso salvare la sua mail..e magari mandarle qualche messaggio quando ho bisogno..oppure continuo qui??
[#15]
Dr.ssa Flavia Massaro Psicologo 12,5k 233 130
E' importante che si faccia seguire di persona e che faccia riferimento allo psicologo dal quale sarà seguito, se vuole che la terapia funzioni.

Può sicuramente aggiornarci quando lo desidera, ma senza dimenticare che in assenza di una conoscenza diretta del paziente (come avviene nella consulenza online) non è possibile fare altro che fornire informazioni e spunti di riflessione.

Le faccio tanti auguri!

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio