x

x

Forte ansia

Gentili dottori,

domani pomeriggio ho il primo incontro con una psicoterapeuta che utilizza il metodo della terapia cognitivo comportamentale.
Vado da lei perchè da 5 anni soffro di forte ansia e attacchi di panico. I primi due anni sono stati un inferno, avevo due/tre attacchi alla settimana e non vivevo più, tant'è che mi hanno portata da una psichiatra che mi ha curata con Dropaxin (max 10 gocce) e Ansiolin al bisogno.
Per un annetto, anche dopo la fine della terapia, sono stata bene. Purtroppo è bastato poco e sono ricascata nel baratro: attacchi di panico (non così frequenti, nè tali da portarmi a scappare al PS, al max uno/due al mese). Ma una forte e costante sensazione di ansia, che parte dalle gambe e condiziona tutta la mia vita.
Prima adoravo guidare in autostrada, adesso è un incubo (perchè uno degli attacchi è capitato mentre guidavo in autostrada) ad esempio.
Quello che vi chiedo è questo: la TCC è un buon approccio per risolvere il problema? Mi viene da piangere ogni volta che penso che dovrò convivere con questi mostri per sempre e non ne posso proprio più...
Ho letto qua e là di persone che si sono trovate male con la TCC. Io domani lo farò presente alla dott.ssa: ho bisogno di parlare e anche di scavare dentro di me, perchè a volte risento anche di una rabbia o di un nervosismo che mi fa scattare (verbalmente) senza alcun motivo. Credo che ci sia qualcosa di represso e vorrei parlarne.
La dott.ssa è una psicologa, psicoterapeuta che utilizza la TCC. Credete che abbia fatto la scelta giusta? non ho più voglia di perdere tempo e voglio tornare ad essere una persona serena e normale! :)
Grazie a chi vorrà rispondere
[#1]
Dr.ssa Flavia Massaro Psicologo 12.5k 233 134
Gentile Utente,

tutte le psicoterapie curano l'ansia e ognuno può scegliere quella che preferisce anche seguendo le proprie personali inclinazioni e il desiderio di "scavare" o meno nel proprio passato.

Per questo motivo la terapia che ha scelto è sicuramente adeguata a risolvere il suo problema, ma non è detto che sia la terapia più adatta a lei.

Parlarne con la sua psicoterapeuta è la scelta migliore, visto che la conosce e che può darle delle risposte con cognizione di causa.

Non è però chiaro quanti anni di terapia ha effettuato e se l'ha terminata per poi essere nuovamente colpito dagli stessi problemi o se invece le cose sono andate diversamente.
Può chiarire questo punto?

Dr.ssa Flavia Massaro, psicologa a Milano e Mariano C.se
www.serviziodipsicologia.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile dott.ssa,

Grazie della sua risposta.
Chiarisco meglio: sono stata in cura inizialmente (per circa un anno) presso una psichiatra (che mi ha curato con dropaxin e ansiolin). Terminata la terapia non ho più rivisto la psichiatra, anche perchè sono stata bene per un altro annetto.

Dopo questo annetto di benessere, si sono scatenati nuovamente i sintomi. Ripeto, con meno frequenza e molto meno pesanti (credo di essermi anche auto-aiutata in questo periodo, perchè non scappo più quando ho un attacco, ma cerco di lasciarmi andare e aspettare che passi).
Adesso, però, mi sono resa conto di avere un costante senso di ansia e tensione (mio marito dice che uso spesso la parola "paura" ed è vero) e voglio intraprendere la strada dell'analisi.
Non conosco la dott.ssa che andrò a vedere domani (è il primo appuntamento), ma di sicuro le chiarirò il lavoro che vorrei fare su me stessa (per eliminare eventuali repressioni e per dire addio agli attacchi di panico e all'ansia).
Mi chiedevo quanto tempo può durare una terapia simile... Sono una di quelle persone che... "tutto e subito" ^_^
[#3]
Dr.ssa Flavia Massaro Psicologo 12.5k 233 134
Se finora ha fatto solo una terapia farmacologica non è strano che la tensione non sia scomparsa, perchè non ha lavorato sul problema.

Immagino che abbia fretta, ma non è possibile determinare nè prevedere a priori la durata di una psicoterapia, perciò anche scegliendo un approccio cognitivo-comportamentale è possibile iniziare una psicoterapia che non sarà breve.
Può leggere questo articolo al riguardo:
https://www.medicitalia.it/blog/psicologia/1731-quanto-dura-la-psicoterapia.html
[#4]
dopo
Utente
Utente
L'ho letto, grazie del link :)

Beh, che dire... speriamo bene e incrociamo le dita! :)
[#5]
Dr.ssa Flavia Massaro Psicologo 12.5k 233 134
Certo, le faccio tanti auguri e se vuole ci aggiorni!
[#6]
dopo
Utente
Utente
Salve,

oggi ho avuto il primo incontro con la psicoterapeuta. Devo dire che al primo impatto è stata molto convincente. Mi ha fatto parlare molto, mi ha chiesto cosa credevo ci fosse di sbagliato nella mia vita, cosa non mi piaceva.
Spesso mi ha addirittura saputo dare una definizione esatta di come sono (senza che le avessi accennato altro).
Pare che la mia sia ansia anticipatoria, e che soffra di un eccessivo controllo e programmazione della mia vita, una eccessiva voglia di risultare "perfetta". Mi ha altresì detto che ho un forte senso di colpa (vero!) dovuto alle cause che le ho spiegato in parte, e in parte a sbagliati atteggiamenti e convinzioni che ho sviluppato negli anni.
Intraprenderemo questo percorso di cambiamento del mio stile di vita e non vedo l'ora. Non vi nascondo che quando sono tornata a casa ero un po' turbata, perchè è strano che qualcuno riesca a dare una definizione di qualcosa che per me è solo una sensazione...
Mi insegnerà esercizi di rilassamento e... non ha voluto anticipare altro.
Che abbia preso la strada giusta? :-)

Grazie del vostro contributo, vi terrò aggiornati!
[#7]
Dr.ssa Flavia Massaro Psicologo 12.5k 233 134
Penso proprio che abbia preso la strada giusta ed è importante che si sia trovata bene anche dal punto di vista "umano" con la mia collega.

Un caro saluto,

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto