Problemi sociali

La mia Storia: Vivo con mia madre mio padre è venuto a mancare 5 anni fa, ho un negozio, non sono attualmente fidanzato, mi è stato diagnosticato un disturbo della personalità nas da circa 7 anni, il mio problema e di non riuscire ad essere accettato nella città piccola in cui vivo, la gente a causa di problemi che ho avuto con la droga (cannabis) che ogni tanto riprendevo e mi portava ad essere stravagante a causa pure con l'interazione con i farmaci, premesso senza aver mai fatto del male sia fisicamente che psicologicamente a nessuno, mi reputa da parecchio tempo come un individuo non come gli altri, questo ha influito parecchio nell’ambito del lavoro, sono stato preso di mira da individui che a loro vota malati di mente hanno cominciato a fare atti di stalking, es. aspettarmi sotto casa , entrare nel negozio solo al fine di arrecarmi disturbo, non uscire dal negozio anche se invitati, ho dovuto mettere una chiusura a ma niente di fatto aspettano che entri qualche cliente non la finiscono rinfacciarmi la parte della vita in cui avevo molti amici attorno...e da premettere che questa situazione mi ha portato alla chiusura dell'attività. Mi sento molto in disagio e non so come reagire cosa mi consigliate
[#1]
Dr. Giuseppe Del Signore Psicologo, Psicoterapeuta 4,6k 51
Gentile Utente,

sta ancora seguendo il trattamento psicofarmacologico come ha riportato nell'ultimo consulto?
Data anche l'importanza della diagnosi che le è stata fatta, sarebbe utile per lei affiancare questa cura ad una supporto psicologico.

Che ne pensa?

Dott. Giuseppe Del Signore Psicologo, Psicoterapeuta
Specialista in Psicoterapia Psicodinamica
www.psicologoaviterbo.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Si seguo ill trattamento, ho ripreso gli studi universitari, diciamo che non sto male, non ho una dpressione forte, sono motivato,ho paura che questo mio alone si sia espanso.
onestamente non so cosa pensare.
[#3]
Dr. Giuseppe Del Signore Psicologo, Psicoterapeuta 4,6k 51
Gentile Utente,

cosa intende con:
>>ho paura che questo mio alone si sia espanso<<

E' importante che lei si astenga dall'uso di sostanze stupefacenti.


[#4]
Dr.ssa Laura Mirona Psicologo, Psicoterapeuta 627 6 1
Gentile utente,

oltre il trattamento farmacologico sta seguendo anche una psicoterapia?

Dr.ssa Laura Mirona

dottoressa@lauramirona.it
www.lauramirona.it

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test